Menu
Menu

Weekend fuori Roma… in Emilia Romagna (entro 250 km)

 | 

Weekend fuori Roma… in Emilia Romagna (entro 250 km)


Tempo stimato di lettura: 7 minuti

La scoperta dell’Emilia Romagna dietro casa termina con i consigli e le idee per una vacanza di prossimità o anche un semplice weekend fuori… Roma!

Questi i nostri consigli su cosa trovare nel raggio di 250 km da Roma: vieni a scoprire quante cose ci legano, dall’arte alla natura fino alle terme e ai cammini. Ma senza dimenticare anche la vocazione balneare e la passione per i motori.

Amica/o romana /o famo a capisse, prepara il trolley e datte na mossa, l’Emilia Romagna dietro casa è pronta per riservarti davvero tante sorprese!


Weekend fuori Roma - scoprire nuovi luoghi di arte e cultura in Emilia Romagna

I vicoli di Santarcangelo di Romagna (Rimini)

I vicoli di Santarcangelo di Romagna (Rimini) | Foto © inviaggioconmonica.it

Sicuramente avrai già visitato almeno una volta Rimini, ma conosci i tanti tesori culturali che custodisce?

Partiamo dalla Rimini romana: la Via Emilia inizia proprio dall’antica Ariminum, con il suo Arco di Augusto il più antico arco trionfale conservato di tutta l’Italia Settentrionale, la Domus del Chirurgo, piccola Pompei riemersa dal buio dei secoli nel cuore della città e il Ponte di Tiberio ancora funzionante, costruito in soli sette anni che nel 2021 compirà 2000 anni!

Ma non solo: a testimoniare il passato legato ai Malatesta due monumenti far tutti: il Tempio Malatestiano, tra le più belle chiese della regione e Castel Sismondo da poco restaurato.

Va da sé che essendo la città natale di Fellini Rimini fa rima anche con cinema: il nostro consiglio? Parti dal Cinema Fulgor per le 8 tappe e ½ della Rimini felliniana.

Per te invece che già conosci l’anima culturale della città balneare più famosa d’Italia consigliamo un tour nell’entroterra con tante tappe quanti sono i borghi (Bandiera Arancione, Borghi Autentici o Borghi più belli d’Italia).

Nel forlivese potrai scegliere Bagno di Romagna, tra le terme e natura della Romagna Toscana, Portico di Romagna e San Benedetto in Alpe per andare sulle tracce di Dante, Premilcuore natura e storia di Romagna e Civitella di Romagna, Rocca San Casciano, Galeata, Santa Sofia borghi di collina dell’Unione dei Comuni della Romagna Forlivese.

Mentre nel riminese puoi scegliere di vagabondare tra Verucchio per scoprire dagli Etruschi ai Malatesta, San Leo, terra di confine dal fascino misterioso, San Giovanni in Marignano, granaio dei Malatesta, Montefiore Conca, una finestra sulla Val Conca, Montegridolfo, il borgo tra due fiumi e Pennabilli il borgo molto amato da Tonino Guerra.

Senza dimenticare le piccole città di Santarcangelo di Romagna con le sue grotte sotterranee e Longiano, con il suo teatro “bomboniera” e i tanti castelli malatestiani, romantici e misteriosi.

Altra menzione va alla street art di Saludecio.

Ultima chicca: se invece da sempre il tuo artista preferito è Piero della Francesca, vieni a scoprire i luoghi che lo hanno ispirato nel riminese.

Weekend fuori Roma - immergersi nella natura in Emilia Romagna

Se sei un appassionato di natura e spesso frequenti i parchi naturali delle confinanti Abruzzo, Marche e Umbria ti consigliamo di scoprire quelli dell’Emilia-Romagna.

Da sud verso nord ti segnaliamo il Parco interregionale del Sasso Simone e Simoncello dove andare alla scoperta dei due enormi sassi calcarei che dominano il paesaggio, visibili anche dall’Adriatico e il  Parco nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna ricco di boschi secolari, mistici santuari e prorompenti cascate, le cui faggete sono state riconosciute Patrimonio Mondiale dell’Umanità.

Entrambi fanno parte dell’Alta Via dei Parchi un itinerario per conoscere l’Appennino fra Emilia Romagna, Toscana e Marche.

Per te che ami vivere le vacanze in sella alle 2 ruote segnaliamo i tanti percorsi dedicati a Rimini e provincia.

A te che non sai rinunciare ad una vacanza a bordo d’acqua proponiamo un’alternativa piena di relax al limitare dei laghi, perfetti per praticare pesca sportiva, canoa e trekking e in grado di offrire suggestivi spettacoli al cambiar delle stagioni.

Dai 3 laghi nei pressi di Bagno di Romagna, Lago Lungo, Lago dei Pontini e Lago di Acquapartita alle pendici del monte Còmero e circondati da castagneti secolari al Lago di Ridracoli da scoprire con escursioni in battello elettrico, giri in canoa, mountain-bike e molto altro (consigliato, non solo per chi viaggia coi più piccoli, l’Eco-museo di Ridracoli).

Tutti facili da raggiungere, in auto o in moto, ma anche a piedi, in mountain-bike o a cavallo, sono la perfetta location anche per una giornata all’aria aperta dove stendersi al sole, giocare o semplicemente fare pic-nic sul prato 😉

In alternativa che ne dite della Cascata dell’Acquacheta citata da Dante?

Consigliate inoltre anche la visita alla riserva Naturale Orientata di Onferno, a Gemmano, entroterra riminese, dove i padroni di casa delle grotte di origine carsica che si sviluppano per più di 850 metri sono i pipistrelli e l’esperienza di trovarsi al cospetto del più piccolo vulcano d’Italia sul Monte Busca, nel comune di Tredozio (anche se in realtà si tratta di una montagna ardente di metano le cui emanazioni di idrocarburi gassosi a contatto con l’ossigeno rimangono perennemente accesi), la suggestione è davvero particolare.

Se da buon romano vuoi provare l’ebrezza di risalire le strade che nel corso degli anni hanno portato milioni di pellegrini a Roma CAPUT MUNDI, l’Emilia Romagna è ciò che fa al caso tuo.

Dei ben 18 cammini ce ne sono 5 a circa 2 ore e mezza dalla capitale dove diventare un moderno viandante.

Dal Cammino di San Francesco da Rimini a La Verna al Cammino di San Vicinio, dalla Via Romea germanica al Cammino di Sant’Antonio e il Cammino di Assisi.

Se viaggi con la famiglia (o se coltivi l’eterno fanciullino) non perdere l’occasione di volteggiare tra gli alberi allo Sky Park a Perticara.

Ultima chicca: se ti sei sempre chiesto/a come e dove nasce il Tevere è arrivato il momento di scoprirlo. A scuola ci hanno  insegnato che la sorgente è sul Monte Falterona e visto che sei in zona che ne dici di andarla a visitare? Giunto/a in mezzo ad un bosco di faggi, nei pressi dell’abitato di Balze troverai una colonna di marmo alta 5 metri, decorata con delle teste di lupo e sovrastata da un’aquila imperiale rivolta verso Roma che la indica.

Weekend fuori Roma - coccolarsi alle terme in Emilia Romagna

BagnodiRomagna_piscinaeuroterme_giorno_arch.comunale_CC_BY_NC_SA

Bagno di Romagna – Piscina Euroterme | Foto © Archivio Comunale

A circa 2 ore e mezzo da Roma, lungo la Via Emilia, l’antica via romana che dà il nome alla nostra regione,  potrai scegliere di rilassarti in 3 località con ben 5 centri termali.

Da quelle in località marine, ma aperte tutto l’anno, come Riminiterme, unico stabilimento regionale ad utilizzare l’acqua del mare per le cure/trattamenti beauty e con la spiaggia privata più grande della costa e Riccione Terme immerso nel verde della pineta a due dal  parco acquatico e del benessere Perle d’Acqua Park a quelle situate a Bagno di Romagna delizioso borgo degli gnomi perfetto anche per chi ha i bimbi.

Qui, nel cuore del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna ci sono ben tre stabilimenti termali.

Le Terme Sant’Agnese utilizzano la sorgente termale documentata storicamente sin dal 1° secolo d.C. in epoca romana e tra i punti di forza vantano il Percorso Termale Romano, il Ròseo Euroterme Wellness Resort con la piscina esterna di acqua termale a 45° da godere sia nella bella stagione che in inverno per un bagno circondati da un paesaggio innevato e il Grand Hotel Terme Roseo ospitato all’interno dello storico palazzo dei Conti Biozzi, proprio al centro del paese.

Weekend fuori Roma – scendere in pista in Emilia Romagna

Musei MotorValley

Monumento Marco Simoncelli – Ph. Museo Marco Simoncelli

Per te che sei cresciuto con il mito di Max Rossi un weekend in Emilia Romagna non può che essere a tema motori, siamo o non siamo la Motor Valley d’Italia?

Di sicuro avrai già visitato Coriano e il Museo dedicato al SIC, ma se sono le due ruote ad appassionarti, non perdere l’occasione di testare di persona le curve che portano sulle tracce di Piero della Francesca per finire con una visita al Museo del Motociclo a Rimini.

Ultima chicca: Sei vuoi provare l’ebbrezza della velocità e scendere in pista non devi far altro che scegliere l’autodromo di Misano che prevede prove libere per auto e moto. Idea perfetta per l’addio al celibato di fratelli e amici.

Weekend fuori Roma – rilassarsi sulla costa in Emilia Romagna

cattolica, rimini, porto ph. Paritani Arch. Fot. Riviera di Rimini

Porto di Cattolica
ph. Paritani Arch. Fot. Riviera di Rimini

Si sa le spiagge romagnole sono da sempre sinonimo di vacanza balneare e siamo certi che qualunque sia la tua indole, lungo la nostra costa con le spiagge più ampie d’Italia troverai quello che fa al caso tuo (anche se viaggi con il tuo amico a 4 zampe).

Tra le località marine ti segnaliamo non solo Rimini e Riccione ma anche Cattolica, Misano Adriatico, San Mauro Mare e Gatteo Mare.

Se poi non puoi fare a meno di visitare borghi, consigliamo quelli marinari di Bellaria Igea Marina e Borgo San Giuliano a Rimini.

Romagna però vuol dire anche cultura.

Per chi non ha mai dimenticato l’incipit della poesia più famosa del Pascoli, consigliata la visita al Museo Casa Pascoli, luogo dove la cavallina storna torna e annuncia la tragedia avvenuta.

Per gli appassionati cinefili che sono di casa a Cinecittà o conoscono tutti i luoghi romani set di film da non perdere la Rimini felliniana, sognatrice e ispiratrice del grande Maestro.

Infine agli amanti della poesia ricordiamo che non lontano dalla costa è possibile apprezzare il genio di Tonino Guerra tra Pennabilli e Santarcangelo di Romagna.

Per chi viaggia in famiglia (ma non solo) consigliati i parchi divertimento: dal parco acquatico Aquafan ai parchi faunistici Oltremare e Acquario di Cattolica, da Fiabilandia parco per i più piccoli a Italia in miniatura e Ruota Panoramica di Rimini.

Perché la Riviera romagnola è anche la Riviera dei Parchi.

Ultima chicca: tra Borgo San Giuliano e Rivabella è possibili ammirare gli ultimi esemplari dei capanni da pesca.

Weekend fuori Roma, consigli golosi per tutti

formaggio raviggiolo

formaggio raviggiolo, tales from the foodvalley

In Italia si mangia bene in tutte le regioni, non si può negare, ma l’Emilia Romagna non a caso, con i suoi 44 prodotti DOP ed IGP è considerata la Food Valley d’Italia.

Si parte con lo street food più conosciuto, la piadina, recentemente nominata IGP: classica crudo e squacquerone IGP o al sapore di mare con sardoncini e cipolla.

E poi via di primi piatti genuini dal sapore tradizionale: cappelletti, tagliatelle, strozzapreti e passatelli in brodo di inverno e asciutti con sugo di pesce e verdure in estate. E non dimenticate di provare le tante ricette che sanno di mare. Il tutto insaporito dall’olio extra vergine delle Colline di Romagna DOP.

Senza tralasciare di assaggiare alcuni presidi SlowFood come il Raviggiolo dell’appennino tosco-romagnola, la Pera cocomerina dell’Appennino cesenate e i salumi di Mora romagnola.

D’obbligo annaffiare il tutto con Sangiovese e Albana, due dei numerosi vini regionali.

Non perdere l’occasione di fare anche alcune interessanti esperienze come partecipare alla sfossatura del Formaggio di Fossa di Sogliano o assaggiare l’ambra di Talamello, scoprire come nasce il testo tradizionale dove si cuoce la piadina a Montetiffi o scoprire il poliedrico uso in cucina del tartufo bianco in occasione della fiera autunnale di Sant’Agata Feltria.


Se ti è venuta voglia di approfondire la conoscenza della nostra regione non ti resta che mettere in agenda le prossime date del tuo weekend made #inEmiliaRomagna.

Autore:

Sangue siculo – abruzzese, nata e cresciuta a Firenze, emiliano romagnola di adozione. Montanara inside da sempre, da poco ha scoperto la sua passione anche per il mare…

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *