Pedalando #inEmiliaRomagna: 4 itinerari tra natura e cultura

 | 

Pedalando #inEmiliaRomagna: 4 itinerari tra natura e cultura


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Per gli amanti del turismo slow e delle vacanze su due ruote, la Romagna offre numerosi itinerari tra natura, cultura, prodotti tipici e viste mozzafiato. Qui abbiamo selezionato 4 semplici percorsi adatti a tutte le gambe: saltate in sella con noi?!

Itinerario panoramico “amante del mare”

RIMINI > FIORENZUOLA > FANO > FIORENZUOLA > RIMINI

Difficoltà: facile
Distanza: 107km
Guadagno in quota: 650mt

Circondato da alberi e fiori e con alcune viste mozzafiato, questo percorso panoramico offre una prospettiva speciale sulla Riviera Romagnola. Un itinerario di 107 km adatto a tutti, dai ciclisti alle prime armi agli esperti che vogliono allenarsi su strade ondulate, dove possono pedalare duramente per raggiungere un ritmo.
Si parte da Rimini e si prosegue in direzione di Cattolica fino a Gabicce Mare, dove, dopo una breve salita, si raggiunge il percorso panoramico.
La strada prosegue ondeggiando fino a Pesaro, per poi proseguire in piano fino a Fano.
Qui, si deve fare un’inversione a U e ripercorrere i propri passi.


Il Fiume Ronco e Ravenna Capitale dell’Impero

FRATTA > FORLIMPOPOLI > FORNÒ > GHIBULLO > RAVENNA > SAN BARTOLO > SANTO STEFANO > FORLIMPOPOLI > FRATTA

Difficoltà: facile
Distanza: 77,5 km
Guadagno in quota: 100mt

Da Fratta, dirigersi verso Forlimpopoli, dove è possibile visitare la fortezza cinquecentesca costruita dalla famiglia Ordelaffi, e Casa Artusi, la casa di Pellegrino Artusi, autore del primo libro di cucina italiana.
Attraversare il sottopassaggio ferroviario e proseguire per San Leonardo, quindi, dopo 2 km, svoltare a sinistra in Via del Santuario. Si arriva ad una chiesa del XV secolo, costruita con pianta circolare, realizzata per volontà del mercenario Bianco da Durazzo, utilizzando i proventi del suo bottino. Questo luogo di culto è unico in Europa perché contiene un’altra chiesa, anch’essa circolare nella forma (le visite devono essere prenotate in anticipo).
Proseguire in direzione Bagnolo e prendere la strada che costeggia il Fiume Ronco e porta a Ravenna.
Nel centro città, il percorso turistico vi guiderà attraverso i più importanti monumenti UNESCO costruiti tra il V e il VI secolo, quando Ravenna fu capitale dell’Impero romano d’Occidente (dal 403 al 453 d.C.), e poi Capitale d’Italia (fino al 750 d.C.).
Molti di questi spledidi edifici contengono anche bellissimi mosaici, come la Basilica di San Vitale, il Mausoleo di Galla Placidia, la Basilica di Sant’Apollinare Nuovo, il Battistero Neoniano e il Mausoleo di Teodorico.
Sul percorso che attraversa la città è anche possibile visitare la Zona di Dante, con la tomba del poeta, e in Via Zagarelli alle Mura è possibile vedere la casa di Francesca da Polenta, sfortunata amante di Paolo Malatesta.
Durante il viaggio di ritorno, seguire la rotta dei ciclisti verso Bertinoro lungo Via Cella partendo da Madonna dell’Albero. Ritornare a Forlimpopoli, quindi seguire il percorso iniziale per tornare a Fratta.


Il circuito del Sangiovese

RICCIONE > CORIANO > MERCATINO CONCA > RICCIONE

Difficoltà: facile
Distanza: 65 km
Guadagno in quota: 600mt

Un percorso semplice, adatto anche ai ciclisti alle prime armi che vogliono aumentare il proprio livello di forma fisica. Questo percorso circolare di 65 km con un dislivello di 60 metri è facile e circondato da verdi vigneti in una zona ricca di aziende vinicole che producono il famoso Sangiovese di Romagna D.O.C.


Agli Altari di Romagna

RIMINI > SANTARCANGELO > CESENATICO > BELLARIA > RIMINI

Difficoltà: facile
Distanza: 61km
Guadagno in quota: 250mt

Questo è il percorso ideale per una giornata di recupero attivo: 61 km di lunghezza, con quasi nessun cambiamento di livello. Da Rimini, dirigersi verso Covignano, raggiungendo S. Ermete dopo soli 15 km, su una strada leggermente in salita (l’unica salita in questo itinerario).
Da qui si prosegue in discesa verso Santarcangelo, dove inizia il piatto: 41 km di totale pianura fino a S. Angelo di Gatteo, Cesenatico, Gatteo Mare, Bellaria, Torre Pedrera e Viserba.
A Cesenatico da non perdere una visita allo Spazio Pantani, un museo multimediale vicino alla stazione ferroviaria che porta i visitatori in un viaggio attraverso la carriera del famoso Pirata.
Altro appuntamento da non perdere è quello con una delle specialità più famose della Romagna: la piadina. Non a caso questo itinerario è conosciuto anche come Pantani e la piadina romagnola.

  • Fiume Ronco

  • Circuito del Sangiovese

  • Cesenatico

Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *