I Borghi Autentici #InEmiliaRomagna

 | 

I Borghi Autentici #InEmiliaRomagna


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

6 riconoscimenti regionali tra i 190 borghi che hanno l’obiettivo di far riscoprire i piccoli centri italiani quali luoghi da vivere, sostenere e preservare: sono i Borghi Autentici d’Italia in Emilia-Romagna.
Scopriteli uno a uno con i blogpost dedicati che abbiamo realizzato per la nostra Rubrica Borghi:

Berceto, borgo di confine
Savignano sul Panaro, borgo tra vigneti e querce
Bertinoro, città del vino
Modigliana, feudo dei Conti Guidi
Predappio, eredità del Razionalismo
Unione dei Comuni della Romagna Forlivese, borghi di collina

  • Berceto (PR) | Ph. Bjørn-Christian-Tørrissen

  • Savignano sul Panaro (MO) | Ph. Tania Bertoni via TerrediCastelli

  • Bertinoro (FC) | Ph. Era Dajci

  • Modigliana (FC) | Ph. mile_di87

  • Predappio (FC) | Ph. Perkele

  • Unione dei Comuni della Romagna forlivese, Rocca di Meldola | Ph. Umberto Paganini Paganelli

Borghi Autentici d’Italia è l’associazione che riunisce piccoli e medi comuni in cui i protagonisti sono le comunità, gli amministratori e gli operatori economici, sociali e culturali dei luoghi che si impegnano per un presente e un futuro di qualità, sostenibile e innovativo. Si tratta di realtà che non si lamentano del declino e dei problemi ma che, consapevoli di avere risorse ed opportunità per creare nuovo sviluppo, “ce la vogliono fare”.

Per aderire i Comuni devono innanzitutto prendere visione del Manifesto dei Borghi Autentici (BAI) che prevede comunità aperte, solidali e consapevoli, una governance efficace e municipi capaci ed efficienti e un borgo, palcoscenico di produzione culturale; è richiesta inoltre la presenza di giovani –  reale futuro del borgo –  e saper fare produttivo.
Aderire è un vero e proprio percorso di sviluppo che, utilizzando patrimoni, risorse e opportunità presenti per strategie concrete di miglioramento del contesto sociale, ambientale e produttivo locale, rende attraente “lo stare”, il vivere e il lavorare in quel luogo per gli abitanti.
Significa quindi considerare la comunità locale come elemento decisivo di sviluppo: sinonimo del buon vivere, di gusto, tradizioni, di un sapere fare creativo e di una dimensione sociale dolce sarà la base di quella “Comunità Ospitale”, protagonista di una nuova “Soft Economy”, pronta ad aprirsi all’esterno e quindi al turismo.

Visitare uno dei 190 borghi Autentici d’Italia significa scoprire un’Italia nascosta, decidendo di accompagnare le comunità in questo loro percorso e condividendo, consapevolmente, la filosofia e il loro modo di vivere.

Autore:

Sangue siculo – abruzzese, nata e cresciuta a Firenze, emiliano romagnola di adozione. Montanara inside da sempre, da poco ha scoperto la sua passione anche per il mare…

4 commenti

  1. gianni cavallaro

    i borghi sono veramente …..da visitare,grazie per avermi fatto vedere questi posti,grazie cavalgianni@alice.it

    1. Celestina Paglia

      Grazie a te per l’interesse… se ancora non l’hai fatto, iscriviti alla nostra newsletter per scoprire gli altri tesori della nostra regione 😉

  2. Anna

    conosco benissimo l’Emilia-Romagna ma ho scoperto alcuni borghi grazie alle vostre indicazioni

    1. Celestina Paglia

      Felici di esserti stati di aiuto!

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *