[ParlamiditER #294] Cosa fare con i bambini a Bagno di Romagna

 | 

[ParlamiditER #294] Cosa fare con i bambini a Bagno di Romagna


Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Parlami di tER è una serie di racconti dall’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da persone che son natie, vivono o semplicemente si sono innamorate di questa singolare, bellissima, terra con l’anima.
Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra, sei benvenuto. Basta una mail a inemiliaromagna@aptservizi.com o un commento qui sotto!


Ci sono luoghi un po’ nascosti, che amano essere scoperti con calma, senza fretta.
Un po’ come gli gnomi, che vivono nel bosco e si fanno vedere solo quando vogliono…

Ma noi sappiamo dove abitano: hanno un villaggio nel Bosco dell’Armina, proprio a pochi passi dal centro storico di Bagno di Romagna, un luogo perfetto per un week-end per famiglie con bambini… di tutte le età!

  • Bagno di Romagna (FC), Sentiero degli Gnomi | Ph. Archivio Comunale

  • Bagno di Romagna (FC), Sentiero degli Gnomi | Ph. Archivio Comunale

  • Bagno di Romagna (FC), per le vie del borgo | Ph. Archivio Comunale

  • Bagno di Romagna (FC), Basilica Santa Maria Assunta | Ph. Maurizio Cattaneo

  • Bagno di Romagna (FC), sagra in piazza | Ph. Archivio Comunale

  • Bagno di Romagna (FC), Diga di Ridracoli | Ph. Archivio Comunale

  • Bagno di Romagna (FC), battello alla Diga di Ridracoli | Ph. Archivio Comunale

  • Bagno di Romagna (FC), Lago Lungo | Ph. Archivio Comunale

  • Bagno di Romagna (FC), Lago Pontini | Ph. Archivio Comunale

  • Bagno di Romagna (FC), veduta del borgo | Ph. Massimo Schiumarini

  • Bagno di Romagna (FC), Piscina Euroterme | Ph. Archivio Comunale

  • Bagno di Romagna (FC), Castagne e noci | Ph. Archivio Comunale

Il Sentiero degli gnomi è un percorso ad anello di circa 2 km nel bosco, immerso nella natura: i bambini adorano andare a caccia di gnomi, cercando le punte dei cappelli (rosso per i maschi, verde per le donne, per chi non lo sapesse…) tra le tante casine in legno allestite lungo il percorso.
Nel villaggio degli gnomi c’è proprio tutto: dal cinema alla piscina, dalla scuola alla biblioteca, dalle terme (ovviamente…) all’ufficio postale, dove i bambini possono lasciare la loro letterina allo Gnomo Bàgnolo ed esprimere un desiderio di fronte al pozzo.

Si tratta di un sentiero semplice, gratuito, percorribile da tutti: bastano un paio di scarpe comode e un po’ di fantasia per trasformare una semplice gita in un’esperienza magica.
Presso lo IAT e sul sito è disponibile un volantino che contiene la mappa del sentiero e il gioco degli gnomi, che richiede di risolvere un enigma andando a caccia degli indizi lungo il sentiero: chi ci riesce, torna a casa con un gadget “gnomesco” per ricordarsi dell’esperienza vissuta.

Attenzione, bambini: non è facile incontrare gli gnomi, perché loro preferiscono uscire di notte per curare i loro amici animali e sistemare il sentiero; ma, se state attenti, potrebbero sbucare tra i rami o essere nascosti dietro qualche cespuglio!

Bagno di Romagna è un posto perfetto per i bambini anche grazie alla presenza delle piscine termali, ideali per rilassarsi, per curarsi ma anche per divertirsi.
I tre stabilimenti, tutti a due passi dal centro storico, hanno caratteristiche diverse: l’Euroterme è perfetto per le famiglie, vista la grande piscina calda, sia interna che esterna; le Terme S. Agnese sono ideali per gruppi e famiglie, anch’esse con piscina interna ed una esterna, copribile in caso di necessità; l’Hotel Terme Roseo, con l’elegante vasca interna, è più indicato per piccoli gruppi e per una fuga romantica in coppia.

Se i bambini hanno voglia di passeggiare e correre per sfogare le loro interminabili energie, vi suggeriamo una passeggiata lungo il viale alberato di 1 km circa che porta alla Fonte del Chiardovo, costeggiato da una doppia fila di tigli, che parte direttamente dal centro storico fino alla fonte di acqua termale: bastano pochi passi per entrare in un mondo idilliaco, fatto di vecchie case con pietra a vista, campi coltivati, ruscelli e boschetti con panchine dove sedersi a riflettere o a giocare a scacchi – sì, ci sono anche i tavoli con la scacchiera!

Facile da percorrere anche la pista ciclo-pedonale che congiunge Bagno di Romagna a San Piero in Bagno: oltre 2 km fruibili in sicurezza per tranquille passeggiate, a piedi o in bicicletta, protetti da una fascia di verde che separa la pista dalla strada provinciale.

Anche i laghetti poco distanti da Bagno di Romagna sono un’ottima alternativa dove passare mezza giornata con i bambini: il lago di Acquapartita, con il parco giochi a due passi e un bel sentiero intorno al lago; il lago dei Pontini, con un’area per il tiro con l’arco a pochi passi di distanza; il lago Lungo, con un parco tematico sulla cultura degli indiani d’America, sono luoghi dove i bambini possono correre e giocare immersi nella natura: tutti e tre offrono anche la possibilità di praticare la pesca sportiva.

I dintorni di Bagno di Romagna sono costellati da numerosi agriturismi dove i bambini possono praticare attività studiate appositamente per loro: dal parco-avventura acrobatico tra gli alberi al maneggio, dalla scoperta delle erbe e degli aromi locali alla piscina in mezzo al verde…a voi il gusto di scoprirli e provarli tutti!

E per una gita in giornata, a circa 45 min. in auto dal borgo di Bagno di Romagna, da non perdere la favolosa Diga di Ridracoli, dove i bambini possono sbizzarrirsi in diverse attività entusiasmanti: la gita in battello sul lago, l’escursione in canoa con istruttori esperti, la passeggiata a piedi o in e-bike sugli splendidi sentieri del Parco, la visita al museo Idro, interamente dedicato all’acqua, pieno di informazioni interessanti su questa risorsa preziosa da scoprire in modo divertente tramite strumenti didattici interattivi… un luogo davvero spettacolare, dove è possibile anche soggiornare per qualche giorno di vacanza immersi nella natura.

Infine, dopo tutte queste attività, voi e i vostri figli vi meritate un pranzo da signori: dovunque voi andiate, in uno dei tanti ristoranti del borgo, sia a Bagno che a San Piero, o direttamente sui laghi o nelle colline circostanti, troverete tante specialità così buone da commuovervi, che da sole meritano il viaggio: funghi porcini o tartufi, tortelli alla lastra con erbette o zucca e patate, il raviggiolo (un formaggio fresco che si può gustare solo qua), salumi a non finire, pasta fresca e carne cucinata alla “fiorentina”…per rimettervi in pace con il mondo!

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *