Menu
Menu

Weekend fuori Firenze… in Emilia-Romagna (entro 200 km)

 | 

Weekend fuori Firenze… in Emilia-Romagna (entro 200 km)


Tempo stimato di lettura: 6 minuti

Proseguiamo la rubrica che racconta l’Emilia-Romagna dietro casa, per darti idee per una vacanza di prossimità o anche un semplice weekend fuori… Firenze!

Oggi infatti è il turno di illustrarti cosa puoi trovare e cosa visitare nel raggio di 200 km da Firenze.

Potrai scegliere secondo i tuoi interessi, mettendoti in cammino lungo uno dei numerosi percorsi regionali, scoprendo i tesori custoditi dai luoghi d’arte minore o decidere di rilassarti in una delle terme lungo l’antica Via Emilia o scendere in pista nella terra dei motori.

Fiorentini siete pronti? ‘un fate i bischeri eh…


Weekend fuori Firenze - immergersi nella natura in Emilia-Romagna

estate-lago_di_calamone_reggio_emilia-parco_tosco-emiliano_ph.carlo_alberto_conti

Lago Calamone, Parco Nazionale Tosco Emiliano, ph. Carlo Alberto Conti

Firenze è sita in una conca, si sa, quindi cosa c’è di meglio che “scappare” anche se solo per qualche giorno alla ricerca del fresco.

In Emilia-Romagna sono tanti i parchi che ti aspettano. Partiamo da quelli in “comproprietà”: come il versante forlivese del Parco Nazionale delle Foreste Casentinesi, Monte Falterona e Campigna (dove non può mancare la visita alla Diga e al lago di Ridracoli – anche in canoa) e il versante reggiano del Parco Nazionale Tosco-Emiliano (con i suoi laghi Calamone e Bargetana e le sue pietre panoramiche).

Sempre rimanendo sul crinale appenninico puoi metterti alla prova con i tratti dell’Alta Via dei Parchi che toccano (da nord verso sud) i parchi regionali dell’Alto Appennino Modenese, del Corno alle Scale, dei Laghi di Suviana e Brasimone, della Vena del Gesso Romagnola e l’interregionale del Sasso Simone e Simoncello.

Ma non è tutto, anche l’entroterra ti riserva dei Parchi tutti da scoprire… come quelli dei Sassi di Roccamalatina (con le sue guglie di arenaria) nel modenese o dei Gessi Bolognesi e dei Calanchi dell’Abbadessa (con le sue grotte), dell’Abbazia di Monteveglio e il Parco storico di Monte Sole (luogo di memoria e resistenza) nel bolognese.

Se poi stai pensando di andare a fare il Cammino di Santiago cosa c’è di meglio di “riscaldare” i muscoli sulla Via degli Dei (da Firenze a Bologna in 5 tappe). Se l’hai già fatta, puoi sempre tenerti in allenamento con alcune tappe delle Via Matildica del Volto Santo, Via Romea Germanica Imperiale, Piccola Cassia, Via Romea Strata Longobarda Nonantolana, Via della Lana e della Seta, Via Misericordiae, Via Romea Germanica e Cammino di San Francesco da Rimini a La Verna.

Se invece sei alla ricerca di esperienze di turismo lento, sbircia il calendario di Trekking col treno, che da marzo a dicembre prevede tante escursioni eco-sostenibili.

Non vedi l’ora di inondare i tuoi amici di post Instagram con foto di cascate? In Emilia-Romagna hai solo l’imbarazzo della scelta! C’è la cascata della Dardagna e dell’Acqua Caduta (BO), la cascata del Bucamante e del Doccione (MO), le cascate dell’Acquacheta, dell’Alferello e degli Scalandrini (FC), le cascate del Lavicchiello e del Golfarone (RE) .

Se poi sei in compagnia di figli e nipoti, anche se non serve averne per tornare bambini, scegli uno dei tanti Parchi avventura della regione, per un sano divertimento all’aria aperta: Saltapicchio a Camugnano, Cerwood a Cervarezza, Indiana Park a Fratta Terme, Esploraria a Zocca, Piane Avventura a Piane di Mocogno, Triton’s Park Adventure a Monghidoro e Adventure Park Cimone a Sestola.

Un’ultima chicca: la Riserva naturale delle Salse di Nirano dove ti sembrerà di essere atterrato sulla luna, vista la presenza di piccoli vulcani freddi di fango salato (da cui il nome “salse”), la cui origine è da collegarsi alla presenza del mare che occupava l’attuale pianura padana circa un milione di anni fa.

Weekend fuori Firenze - coccolarsi alle terme in Emilia-Romagna

Riolo Terme (RA) | Ph. Luca Rontini

Riolo Terme (RA) | Ph. Luca Rontini

L’Emilia-Romagna vanta ben 24 stabilimenti termali lungo la Via Emilia: a circa 2 ore da Firenze sono tante le località termali tra cui puoi scegliere.

Tra i borghi più belli e autentici d’Italia: Bagno di Romagna (borgo degli gnomi immerso nella natura perfetto anche per chi ha bambini) con ben tre stabilimenti termali e Bertinoro (borgo dell’ospitalità sulle colline forlivesi) a quelle immerse nella natura come le Terme di Cervarezza (acque sulfuree a 900 metri), le Terme di Porretta (acque termali ultra millenarie dall’animo soul visto il consueto appuntamento con il Porretta Soul Festival), le Terme dell’Agriturismo o le Terme di Riolo.

Restando in città si può scegliere tra Terme San Luca e Terme Felsinee a Bologna o pure sceglierne una in una CittaSlow come quelle di Castel San Pietro (magari dopo aver fatto shopping o giocato a golf), tutte nel bolognese.

Ma anche le austere ed eleganti Terme di Castrocaro, in stile déco italiano o le Terme della Salvarola, sulle colline modenesi non lontane dal Palazzo Ducale di Sassuolo e dalla città Unesco di Modena.

Weekend fuori Firenze – scendere in pista in Emilia-Romagna

Museo Enzo Ferrari

Driving Simulator – Ph. Museo Ferrari

Se sei amante dei motori e conosci come le tue tasche l’Autodromo del Mugello e il museo della Piaggio, saprai bene che al di là dell’Appennino ti aspetta la Motor Valley d’Italia.

Per chi ama le due ruote consigliamo una prima tappa al Museo Ducati, dove poter prenotare il Tour della Fabbrica (ricordando ai ducatisti che sono davvero tanti gli appuntamenti a loro riservati). Dopo non ti resta che scendere in pista (all’Autodromo di Imola durante le manifestazioni automobilistiche che prevedono prove Libere per auto e moto o su strada, scegliendo le curve che portano al Passo del Cerreto o al Passo del Muraglione.

Se invece preferisci le 4 ruote puoi visitare il Museo Ferrari di Maranello, dove provare i simulatori di guida semi-professionali e prendere parte al tour panoramico in navetta all’interno della Pista di Fiorano e della fabbrica o i Musei Lamborghini ad Argelato e Sant’Agata Bolognese per scoprire tutti segreti della Casa del Toro e del suo fondatore.

Ultima chicca: a Lugo c’è il Museo Francesco Baracca dove potrai scoprire il legame tra l’asso romagnolo dell’aviazione e il mito emiliano chiamato Ferrari.

Weekend fuori Firenze - scoprire nuovi luoghi di arte e cultura in Emilia-Romagna

San_GIovanni_in_Persiceto-Bologna-PIazzetta_delle_Conserve-Ph_Fondo_Ambiente_Italiano-CC_BY-SA_NC

San Giovanni in Persiceto (BO), Via Betlemme, Ph. Fondo Ambiente Italiano

Venendo da Firenze, capitale del Rinascimento, probabilmente ti starai domandando cosa abbiamo da offrirti. Pur non avendo città d’arte di pari livello ti invitiamo a scoprire i tanti tesori che custodiamo (spesso senza file chilometriche).

Partiamo da Bologna: la città felsinea è tutta da scoprire, dall’alto e dal basso, insignita come Città Creativa della Musica UNESCO, senza dimenticare i suoi portici da guinness. Cesena custodisce un patrimonio dell’Umanità, la Malatestiana, memoria del Mondo Unesco, la biblioteca lignea monastica tutt’oggi miracolosamente conservata, dove da 600 anni l’unica luce che illumina è quella delle finestre.

Passando ai borghi la lista è lunga, preparati! Borghi autentici, bandiera arancione o tra i più belli d’Italia: da sud verso nord abbiamo San Leo, Pennabilli, Verucchio, Borghi, Sarsina, Mercato Saraceno, Brisighella e Fiumalbo.

Se poi hai un animo romantico rocche e i castelli (alcuni anche infestati da fantasmi, come quello di Montebello ;-)) non mancano: dall’eclettica Rocchetta Mattei alla cinquecentesca Rocca di Imola voluta da Caterina Sforza, dai castelli matildici del reggiano a quelli del modenese come quello di Formigine, di Castelvetro di Modena e Fiorano Modenese che ospita il museo della ceramica.

Altre tappe consigliate i balconi di Piero della Francesca nel riminese, i luoghi del sommo Poeta Dante, che come sai esiliato dalla sua Fiorentia vagabondò per mezza Italia o i luoghi della Bassa Romagna (con una menzione speciale per la piazza ovale di Bagnacavallo).

Ai fiorentini alternativi segnaliamo anche la street art di Dozza, delizioso borgo non lontano da Imola e Castel San Pietro Terme e della cittadina di San Giovanni in Persiceto ( ti innamorerai delle sue oche). Ma consigliamo anche Savignano sul Rubicone che ogni anno ospita il Si Fest, festival di fotografia, i luoghi dell’archeologia industriale o la Chiesa di Alvar Aalto di Riola.

Ultima chicca: se sei un fan sfegatato fai tappa a Monghidoro e Zocca, luoghi natii rispettivamente di Gianni Morandi e Vasco Rossi che spesso, prevalentemente in estate, vi tornano per staccare e rigenerarsi;-)

Weekend fuori Firenze, consigli golosi per tutti

Parmigiano Reggiano | Foto © Lola Akinmade

Parmigiano Reggiano | Foto © Lola Akinmade

Qualunque siano i tuoi interessi, tutto questo girovagare ti farà venire fame, ma non preoccuparti anche in questo caso l’offerta è ampia e variegata.

É già perché l’Emilia-Romagna è anche la Food Valley d’Italia con i suoi 44 prodotti DOP e IGP.

Potrai scegliere tra un antipasto a base di Mortadella di Bologna IGP e Prosciutto di Modena DOP, un secondo leggero a base di Asparago verde di Altedo IGP, Parmigiano Reggiano DOP e Formaggio di Fossa di Sogliano DOP accompagnato dall’Aceto Balsamico Tradizionale DOP di Modena e Reggio Emilia per terminare il pasto (secondo la stagione) con Amarene brusche di Modena IGP, Ciliegie di Vignola IGP o Marroni di Castel Del Rio IGP.

Nel periodo invernale consigliato l’assaggio di Cotechino e Zampone di Modena IGP.

Consigliata anche una visita ai tanti musei del gusto: dall’Enoteca regionale a Imola al Museo dell’Aceto Balsamico Tradizionale a Spilamberto, dal Museo della Salumeria a Castelnuovo Rangone al Giardino delle erbe a Casola Valsenio, dal Museo dell’Olio a Brisighella al il Museo del Formaggio di Fossa a Sogliano al Rubicone,

Infine, visita uno dei caseifici (anche se ti dovrai alzare presto, le visite iniziano alle 7.00, orario in cui si inizia a filare), non te ne pentirai!


Se ti è venuta voglia di approfondire la conoscenza della nostra regione non ti resta che mettere in agenda le prossime date del tuo weekend made #inEmiliaRomagna.

Autore:

Sangue siculo – abruzzese, nata e cresciuta a Firenze, emiliano romagnola di adozione. Montanara inside da sempre, da poco ha scoperto la sua passione anche per il mare…

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *