Menu
Menu

Il Museo Ducati di Borgo Panigale

 | 

Il Museo Ducati di Borgo Panigale


Tempo stimato di lettura: 5 minuti

Ristrutturato nel 2016 in occasione del 90esimo Anniversario del marchio, Il Museo Ducati è oggi uno spazio allestito nella sede della fabbrica madre che racconta il contesto socio culturale, i fatti,  le persone e le innovazioni tecnologiche appartenenti alla storia di Ducati. I visitatori a cornice all’esposizione potranno ammirare le moto di serie  e le moto da corsa che hanno fatto la storia del marchio, lasciando un segno indelebile nel cuore dei Ducatisti e degli amanti delle moto.

Il Museo Ducati di Borgo Panigale, Bologna, si articola in 5 differenti sale, più una sala centrale, in cui viene ripercorsa la storia del mitico marchio bolognese dalla nascita, nel 1926, fino ai modelli da strada e da gara dei giorni nostri e si articola lungo tre diversi percorsi: la storia delle moto di serie e il contesto socio-culturale in cui si inseriscono; la storia del racing attraverso l’esposizione delle moto da corsa e dei trofei vinti e l’ultimo percorso, che racconta i “Ducati Moments” ovvero fatti, persone, innovazioni tecnologiche che hanno fatto la storia del marchio.

Si perché forse non tutti sanno che la Ducati nacque inizialmente come industria di trasmissioni e, lungo la sua storia, non ha costruito solamente bolidi delle due ruote. Nel primo ‘900 a Bologna infatti c’era un gran fermento sul settore elettronico. Guglielmo Marconi era osannato in tutto il mondo per l’invenzione della radiotelegrafia e così i fratelli Ducati (Adriano prima e poi Bruno e Marcello) iniziano a produrre il piccolo condensatore Manens, assemblato in un alloggio con due operai e una segretaria. Il successo fu strepitoso: in 10 anni la fabbrica diede lavoro a migliaia di operai inaugurando anche il grande stabilimento a Borgo Panigale. Con l’arrivo della Seconda Guerra Mondiale però, l’impianto divenne obiettivo dei bombardamenti Alleati, che il 12 ottobre 1944 lo distrussero interamente.

Museo Ducati

Fratelli Ducati – Foto di Museo Ducati

Fu con la ricostruzione del secondo dopo guerra che inizierà per Ducati la riconversione al settore motoristico e la nuova era; nell’immediato dopoguerra infatti l’espansione produttiva e lo sviluppo tecnologico generano un consistente aumento dell’occupazione e dei redditi, stimolando nuovi bisogni ed una nuova propensione ai consumi.
Il Cucciolo, il piccolo e primo ciclomotore Ducati, diventa simbolo di una nazione che adesso ha necessità di muoversi e di incontrarsi. Il successo delle prime corse motociclistiche su strada inizia presto a mostrare agli italiani un oggetto che, al di là di essere un mezzo di trasporto economico e affidabile, è anche uno simbolo di bellezza e velocità.
Siamo agli albori del boom economico e di quel mito che ancora oggi riesce a coinvolgere appassionati da tutto il mondo.

 


Esposizione e Attività

Il Museo Ducati di Borgo Panigale si articola lungo tre diversi percorsi: la storia delle moto Ducati di serie e il contesto socio-culturale in cui si inseriscono; la storia del racing attraverso l’esposizione delle moto da corsa e dei trofei vinti e l’ultimo percorso che racconta fatti, persone ed innovazioni tecnologiche che hanno fatto la storia Ducati.

Museo Ducati

Museo Ducati – Foto di Museo Ducati

La storia delle motociclette Ducati sono raccontate in un’esposizione permanente allestita in sei sale: la Sala Uno che racconta delle origini del marchio fino alla seconda guerra mondiale; la Sala Due mostra modelli ed innovazioni tecnologiche fino al 1860; la Sala Tre ci riporta invece ai fasti degli anni 60 e 70, alla moto come simbolo di libertà, alla prima Ducati Scrambler, fino alla fine degli anni 80. La Sala Quattro è dedicata invece ai modelli più recenti, dalla prima Monster alla mitica e minuta, ma solo nelle dimensioni, 996 (giudicata una delle moto più belle del secolo). La Sala Cinque è invece dedicata agli ultimi modelli ed ai grandi raduni motociclistici, come la World Ducati Week.

Gli appassionati vi potranno trovare le più moderne creazioni del marchio Ducati, le soluzioni importate dal mondo delle corse cosi come i modelli più recenti della casa di Borgo Panigale.  La Sala Sei, o sala centrale, è invece un tripudio del mondo Ducati, dal primo ciclomotore “Cucciolo” fino ai modelli da corsa dei giorni nostri, vi sono esposti e raccontati i momenti più importanti della fabbrica motociclistica. Qui compaiono i campioni del passato, le grandi gare classiche degli anni ’60 ’70, le grandi vittorie in SuperBike, fino alla più recente storia della MotoGP. Modelli, personaggi e storia che hanno fatto la storia della Ducati ed insieme, la storia del motociclismo italiano e mondiale.

Per tutti coloro che fossero interessati a visitare anche da lontano il Museo, ricordiamo che è possibile effettuare una visita virtuale attraverso la piattaforma di Google Street View. Segnaliamo inoltre che è possibile effettuare su prenotazione Tour della Fabbrica di Borgo Panigale che permette di scoprire non solo come nasce una moto Ducati, ma anche di immergersi in un momento di vita aziendale insieme agli uomini e alle donne che ogni giorno lavorano a Borgo Panigale.

Durante la visita si potranno vedere le diverse fasi di lavorazione e di assemblaggio dei motori, le linee di montaggio dei veicoli, i test di collaudo e scoprire persino dove è situato il mitico Reparto Corse, all’interno dello stesso stabilimento.

Curiosità

Forse non tutti sanno che alcune moto Ducati degli anni 50 sfoggiavano sulla carena lo stesso Cavallino Rampante di casa Ferrari. Intorno al 1956, infatti l’ingegner Taglioni chiese e ottenne di poter dipingere sulle moto Ducati il famoso cavallino.
Perché Taglioni abbia scelto il cavallino rampante è presto detto: Fabio Taglioni era nato a Lugo di Romagna, un paese distante circa 35 Km da Bologna. Nella stessa città era nato il personaggio italiano più famoso della Prima Guerra Mondiale, il maggiore Francesco Baracca: “l’asso” italiano della Grande Guerra, con 34 vittorie aeree sul Fronte Italiano, che fu ucciso sul Montello il 19 giugno 1918.

Eventi

La casa di Borgo Panigale propone costantemente eventi dedicati ai suoi clienti affezionati ed ai motociclisti in generale. Dalla World Ducati Week, evento solo per possessori di moto Ducati, ai corsi di guida, alle richiestissime Tribune Ducati durante le gare della MotoGP, sono innumerevoli gli eventi che ogni anno vengono organizzati dalla casa madre di Ducati. Per rimanere sempre aggiornati vi consigliamo di tenere d’occhio il sito ufficiale.

 

Come Arrivare

Il Museo Ducati è aperto al pubblico tutti i giorni e si trova in Via Antonio Cavalieri Ducati, 3, Bologna

In Automobile

Tutte le uscite dell’autostrada immettono sulla tangenziale di Bologna. Prendere la tangenziale in direzione Casalecchio di Reno/Firenze/Milano. Prendere l’uscita 2 e seguire per Borgo Panigale.

In Treno

Dalla stazione centrale si può raggiungere Borgo Panigale in treno (per Porretta Terme o Vignola) o con la Suburbana, partenze dal binario Ovest. Scesi dal treno alla stazione di Borgo Panigale, sulla destra, a una ventina di metri, troverete delle scale che vi condurranno sul cavalcavia.
In cima alle rampe c’è la fermata dell’autobus. Aspettate il 13 e scendete alla terza fermata, “Borgo Panigale – Museo Ducati”. Via Cavalieri Ducati si trova 50 m. avanti sulla sinistra. La sede Ducati si trova a circa 200 metri, sul lato destro della strada.
Qui per consultare gli orari di treni e Suburbana.

In Autobus

Di fronte all’entrata principale della stazione prendere la linea numero 36 direzione Barca o 39 circolare periferica sinistra. Scendere alla prima fermata di Via Lame e da lì prendete la linea numero 13 in direzione Via Normandia- Borgo Panigale.
Scendere alla fermata “Borgo Panigale – Museo Ducati”. Via Cavalieri Ducati si trova 50 m. avanti sulla sinistra. La sede Ducati si trova in questa via a circa 200 metri, sul lato destro della strada.

In Aereo + Taxi

Ducati può essere rapidamente raggiunta in taxi dall’Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna.
Il posteggio dei taxi si trova all’uscita del terminal Arrivi (circa 10 € in 10 minuti).

Informazioni e Contatti

Il Museo Ducati è aperto al pubblico tutti i gironi senza obbligo di prenotazione per singoli e gruppi fino a 10 persone (per gruppi di più di 10 persone è richiesta la prenotazione) e rispetta i seguenti orari:

Orario Invernale – Dal Lunedì al Sabato dalle ora 9.00 alle ore 18.00
Chiusura: Mercoledì/Domenica

Orario Estivo – Dal Lunedì alla Domenica dalle ore 9.00 alle ore 18.00
Chiusura: mercoledì

GIORNI DI CHIUSURA 2018/2019
Il mercoledì e la domenica (fino al 1 aprile 2019)
Il mercoledì (dal 2 aprile al 6 ottobre 2019)
Il 21 e 22 aprile 2019
Dal 12 al 18 agosto 2019
Il 26 dicembre 2019
Il mercoledì e la domenica (dal 7 ottobre 2019 al 6 gennaio 2020)

La durata stimata per la visita al Museo è di 60 minuti.
La visita al Museo non è consentita ai minori di 18 anni non accompagnati.
Ducati Motor Holding si riserva il diritto di variare le date di chiusura in base a circostanze particolari.

Per tutte le altre informazioni è possibile contattare il Museo Ducati telefonando al numero +39 051 6413111

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *