A spasso per l’Emilia-RomagnaA spasso per l’Emilia-Romagna

5 idee per una Pasquetta in Emilia Romagna

di /// Aprile 12, 2022
Tempo stimato di lettura: 3 minuti

SHARE

SHARE

È il giorno tradizionalmente dedicato alle scampagnate, anche se altrettanto tradizionalmente il tempo non è mai dei migliori. È il cosidetto Lunedì dell’Angelo, conosciuto anche come Pasquetta: la prima vera data in cui gli italiani rimettono stabilmente piede fuori casa per godere dei panorami e del bel tempo che la nostra penisola sa offrire.

Collina, montagna, spiagge e città d’arte: l’Emilia Romagna offre luoghi davvero magnifici per le tradizionali scampagnate di pasquetta che, se uniti al buon cibo che si può trovare a ogni angolo di strada, possono rendere la giornata di pasquetta il primo vero “break” dal lavoro dopo i lunghi mesi invernali.

Ecco allora 5 idee per una Pasquetta in Emilia Romagna: dallo sport alla cultura, dai bellissimi panorami dell’Appennino a una rilassante giornata sotto il sole dell’Adriatico.


Mare

Mare in Primavera | Marina Romea (Ravenna) | Foto di Nicola Strocchi
Mare in Primavera | Marina Romea (Ravenna) | Foto di Nicola Strocchi

È la meta preferita da tutti: una giornata passata a giocare con la sabbia della Riviera Romagnola. Fresbee, racchettoni, partite di calcio: è bello approfittare della bassa stagione e degli stabilimenti ancora in via d’apertura per divertirsi e giocare in riva al mare.
Più che una scampagnata è quasi un ri-ambientamento al clima estivo, oltre che un preludio alle domeniche di maggio, un modo per ricominciare a sentire odori e voci dell’estate…a cominciare da quello di crema solare che pervade gli arenili.

Vi consigliamo di partire presto la mattina: potreste ritrovarvi a passare la pasquetta incolonnati sulle strade della Riviera.


Montagna

Ciaspolata in Appennino, Emilia-Romagna CC BY NC SA
Ciaspolata in Appennino, Emilia-Romagna

Il bel tempo ha già fatto sentire il suo influsso, ma le cime del Cimone sono ancora imbiancate. Esperienza consigliata a chi ha già nostalgia dell’inverno e della sensazione del freddo pungente sul viso, o agli invasati della montagna e delle camminate in quota.

Vi consigliamo attenzione: la neve di aprile non è quella di gennaio e potrebbe rendervi la giornata difficile.


Collina

Le colline di Cesena | Foto Regione Emilia Romagna
Le colline di Cesena | Foto Regione Emilia-Romagna

Ecco un’altra delle mete classiche delle pasquette italiane: un picnic in collina. Gli alberi in fiore e il colore della natura di primavera rendono questa scelta particolarmente indicata per chi ama la tranquillità e le grigliate all’aperto.
Ogni città ha le sue tradizioni locali. Quella bologneseper esempio è la salita lungo il portico di San Luca fino al Santuario che domina Bologna, dove fare il picnic, per poi discendere lungo il sentiero dei Bregoli, che da San Luca conduce attraverso il bosco fino al Parco Talon di Casalecchio di Reno.

Le temperature miti della collina favoriscono anche le escursioni trekking alla ricerca dei panorami primaverili.

Anche in questo caso vi consigliamo di svegliarvi di buon’ora: raggiungere le località collinari il giorno di Pasquetta potrebbe rivelarsi più arduo di quanto pensiate.


Città d’Arte

Ferrara | Foto di alex1965, via pixabay.com
Ferrara | Foto di alex1965, via pixabay.com

Modena, Ferrara, Parma, Piacenza, Reggio nell’EmiliaRimini, Ravenna, Cesena, Bologna, Forlì, Faenza e i tanti piccoli borghi della provincia…serve altro? Tra le più conosciute al mondo, le Città d’Arte dell’Emilia Romagna sono dei veri e propri scrigni pieni di preziosi.

Mentre tutti sono impegnati nelle gite fuori porta, approfittate del silenzio e della tranquillità del giorno di Pasquetta…senza traffico e confusione: siete voi i Re della città.


Parchi Cittadini

Giardini Margherita (Bologna) | Foto di Gialess via Wikimedia
Giardini Margherita (Bologna) | Foto di Gialess via Wikimedia

Studenti, tamburi, confusione…i parchi cittadini sono solitamente la meta preferita della popolazione studentesca. Sono vicini, non serve la macchina e non sono da meno in quanto a colori e fioriture. È la soluzione ideale per chi non vuole spostarsi dalla città, ma desidera ugualmente un pomeriggio di relax in mezzo alla natura.

Dai bambini agli adulti è una meta semplice, poco difficoltosa da raggiungere e vi permetterà di rimanere in giro fino a tardi…d’altronde siete solo a pochi metri da casa!

Autore

Walter Manni

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *