Menu
Menu

Turismo lento in Emilia Romagna

 | 

Turismo lento in Emilia Romagna


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Questo blogpost è dedicato a te.

A te che hai voglia di viaggiare a passo lento.
A te che cerchi sempre di entrare in contatto con la natura e  i suoi abitanti.
A te che ti consideri un cittadino temporaneo del luogo che visiti e non un turista mordi e fuggi.
A te che preferisci vivere il momento anziché condividerlo in tempo reale.
A te che hai una nuova consapevolezza e preferisci conoscere e approfondire piccole realtà, dedicando loro il tempo necessario, piuttosto che collezionare luoghi visti di cui vantarsi.
A te che rivivi l’esperienza vissuta ogni volta che la racconti, entusiasta, a parenti e amici.
A te che cerchi di comprendere al meglio il passato per adoperarti per un futuro migliore.


Cosa è il turismo lento

Il 2019 in Italia è l’anno dedicato al turismo lento, la tendenza che vede coinvolti un numero sempre maggiore di viaggiatori interessati ad un modo nuovo di viaggiare e di fare esperienze basato su questi 6 elementi:

–      Sostenibilità: minimizzando l’impatto sull’ambiente;

–      Autenticità: esaltando le specificità dei luoghi;

–      Lentezza: privilegiando ritmi non frenetici;

–      Contaminazione: stimolando maggiori interazioni con la comunità ospitante;

–      Emozione: coinvolgendo il turista in un’esperienza multisensoriale che lo arricchisce;

–      Rispetto: per l’ambiente e l’ecosistema ma anche per le tradizioni e le persone.

Un’ottima occasione per valorizzare i territori meno conosciuti dal turismo internazionale, rilanciandoli in chiave sostenibile, così da favorire esperienze di viaggio innovative: dai cammini alle ciclovie, dai piccoli borghi ai parchi naturali, dai prodotti enogastronomici tutelati e a km zero alle terme.

  • Ciottolato Strada romana, ph. AppenninoSlow

  • Tredozio (FC) – Vulcano Monte Busca, ph.Lamberto Zannotti via Wikimedia

  • Bologna, San Luca in bici, ph. Dynamo Velostazione

  • Bobbio (PC) – Il borgo dal ponte gobbo, ph. @businaroalessandro

  • Ozzano Taro (PR) – Museo del Quotidiano Ettore Guatelli, ph.@guatellicontemporaneo

  • Castrocaro terme (FC), ph. Terme di Castrocaro

  • Enogastronomia di qualità, ph. Paolo Barone

Fare turismo lento in Emilia Romagna

Fare turismo lento in Emilia Romagna significa avere la possibilità di vivere molteplici esperienze come:


Non perdere l’occasione di conoscere luoghi, memorie, conoscenze e artigianalità che fanno unico il nostro Paese: una bellezza diffusa sul territorio che nei secoli la civiltà non ha intaccato.

La tua prossima esperienza di turismo lento è in Emilia Romagna, ti aspettiamo!

Autore:

Sangue siculo – abruzzese, nata e cresciuta a Firenze, emiliano romagnola di adozione. Montanara inside da sempre, da poco ha scoperto la sua passione anche per il mare…

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *