Menu
Menu

Itinerari alla scoperta dei Capanni da pesca

 | 

Itinerari alla scoperta dei Capanni da pesca


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Come abbiamo già avuto modo di raccontarvi i Capanni da pesca sono uno dei simboli del paesaggio emiliano-romagnolo che con le loro sagome colorate e inconfondibili sono guardiani instancabili delle nostre acque.

Per farvi scoprire questa realtà autentica, fatta di luci e colori, vi proponiamo alcuni itinerari perfetti come:

  • suggerimento per pescatori non professionisti
  • idea di viaggio per gli amanti del birdwatching
  • prossima meta per gli appassionati di fotografia

Scoprire i capanni da pesca è una proposta per tutte le stagioni.

La primavera, con le prime giornate miti, regala lo spettacolo del risveglio della natura.
L’estate arricchisce, con un sapore del tutto vintage, la vivace vacanza di spiaggia.
L’autunno offre un break rilassante, perfetto per il rientro alla quotidianità.
L’inverno, con la sospensione della pesca e lo smontaggio delle reti, è perfetto per chi cerca tranquillità e vuole entrare in contatto con le genti di questi luoghi.

Ma scoprire i capanni da pesca in Emilia Romagna è, sempre, anche un viaggio nel tempo, nelle tradizioni di pesca locali in una sorta di eco-museo – all’aperto – della tradizione abitativa delle zone umide dell’Emilia-Romagna.

  • Cervia (RA) – Capanni da pesca al molo – Ph. Visit Cervia| Simone Manzo

  • Cervia (RA) – Capanni da pesca in salina – Ph. Visit Cervia| Alberto Bruno Arpini

  • Ravenna – Capanno Garibaldi | Foto © Archivio Comune di Ravenna

  • Marina Romea (RA) – Capanni in Pialassa, Ph. Nicola Strocchi

  • Cesenatico (FC) – Capanni da pesca sul canale Fossatone, ph. Ufficio Turismo del Comune di Cesenatico

  • Cesenatico (FC) – Piazza delle spose dei marinai, WLM 2016 – Ph. Elpo81

  • Milano Marittima (RA) – Capanni da pesca nel canalino -Ph. Visit Cervia| Simonetta Ricci

  • Comacchio (FE) – Antichi Casoni da pesca, WLM2017, ph. Vanni Lazzari


Tra le piallasse e le valli del Delta del Po: da Po di Volano a Ravenna

Itinerario – da Nord a Sud- nel sistema lagunare e vallivo, ricco di biodiversità del Parco del Delta del Po.

Po di Volano (FE) – nascosti nella pineta dell’oasi naturalistica ferrarese, tanti i capanni da scorgere.
Porto Garibaldi (FE) – diversi i capanni da pesca visibili dal molo.
Valli di Comacchio (FE) – Valle Molino, Fattibello, Relitto canale Pallotta e di Valleta sono quelle principali dove i capanni fanno parte del paesaggio da tempo immemore.
Sant’Alberto (RA) – circondato dalla natura incontaminata del Parco del Delta del Po sulla sponda destra del fiume Reno potrai scorgere una serie di capanni da pesca.
Casalborsetti (RA) – i punti di avvistamento dei capanni qui sono 2: le sponde del canale Destra Reno e la foce del fiume Lamone.
Piallassa della Baiona (RA) – Questa oasi verde ti riserva capanni da pesca su palafitta e capanni nascosti nella pineta. Non lontano e raggiungibile a piedi il Capanno Garibaldi dove si nascose con Anita che ancora oggi conserva il tetto originale in falasco.
Piallassa Piomboni (RA) – Per ammirare alcuni capanni risalenti al secolo scorso.

Da visitare lungo il percorso: Mesola, Goro, il Bosco di Mesola, Comacchio, Pineta di San Vitale.

Capanni nei porticcioli da Rimini a Comacchio

Itinerario – da Sud a Nord – sulle tracce della vita di località dalle tradizioni marinare antichissime.

Rimini – In città i capanni sono pressoché spariti ma basta affacciarti sulla palata del vecchio porto, proprio dove Fellini immaginava l’apparizione notturna del Rex o alla foce del Marecchia, tra Borgo San Giuliano e Rivabella per ammirarne gli ultimi esemplari.
Cesenatico (FC) – Partendo dal porto canale leonardesco potrai ammirare alcuni capanni sia alla fine del molo, dove godere della splendida vista della costa, che nei canali interni non lontano dalle antiche dimore dei pescatori.
Cervia (RA) – Nella città dell’oro bianco il capanno da avvistare è quello sul molo.
Marina di Ravenna – Passeggiando sul molo vedrai molti capanni, molti dei quali costruiti in acciaio inossidabile. La sfida che ti lanciamo? Avvistare quello con 2 reti!
Porto Garibaldi (FE) – Sul molo della località che deve il suo nome all’eroe dei due Mondi, che qui sbarcò in fuga dagli austriaci, alcuni capanni da pesca fanno da sfondo ad un panorama da cartolina.
Comacchio (FE) – nota per l’anguilla, appena fuori città presenta una variegata serie di capanni valligiani.

Da visitare lungo il percorso: Saline di Cervia, Piallassa della Baiona, Lido di Spina.

Tra Ravenna a Cervia: tra storia e natura

Lido di Dante (RA) – qui i capanni li trovi su entrambe le sponde dei Fiumi Uniti e costeggiando l’argine destro potrai addirittura scorgere il campanile di S. Apollinare in Classe.
Fosso Ghiaia (RA) – il panorama dei capanni, posti in questa zona da secoli, costeggia il torrente Bevano.
Cervia (RA) – i capanni per la sola pesca sportiva li trovi nel Canale immissario delle Saline, lungo il Canale del Pino e Canale Bova.

Da visitare lungo il percorso: Sant’Apollinare in Classe, Museo Classis, Magazzini del Sale.


 

Goditi la magica atmosfera dei Capanni da pesca, da vivere e da immortalare, tra fenicotteri rosa, saline e borghi marinari.

Fonte: Capanni da pesca, una tradizione dell’identità popolare

Autore:

Sangue siculo – abruzzese, nata e cresciuta a Firenze, emiliano romagnola di adozione. Montanara inside da sempre, da poco ha scoperto la sua passione anche per il mare…

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *