10 luoghi per stupire i bambini #inEmiliaRomagna

 | 

10 luoghi per stupire i bambini #inEmiliaRomagna


Tempo stimato di lettura: 4 minuti

Non c’è nulla che faccia vibrare il cuore di un genitore più degli occhi del proprio figlio che brillano per una nuova scoperta. E allora oggi vi suggeriamo 10 luoghi da proporre ai vostri bambini per trascorrere una giornata insieme, ricca di esperienze e divertimento.


Rincorrendo le farfalle nella Casa delle Farfalle, Milano Marittima (RA)

La ricostruzione di una grande foresta tropicale, in una serra di oltre 500 mq, permette di ammirare centinaia di farfalle dai colori spettacolari provenienti da diverse parti del mondo, conoscendone da vicino il ciclo di vita.
La Serra è un ambiente unico, dove le farfalle nascono, vivono e volano liberamente, e dove è possibile a osservarle da vicino. Accanto, si trova Casa degli Insetti, dove si possono ammirare dal vivo grilli, mantidi, coleotteri e tanto altre piccole creature.
Nell’ampio giardino circostante troviamo un percorso botanico con piante tipiche della pineta e il Bruco, una serra che accoglie alcune specie di farfalle locali.
Info: atlantide.net


Un viaggio negli abissi all’Acquario di Cattolica (RN)

Una finestra su un mondo a noi poco conosciuto, con protagonisti oltre 3000 pesci (e non solo) provenienti da tutti i mari del pianeta che, se osservati con i giusti tempi, mostrano i loro segreti e i comportamenti più rappresentativi: ecco cosa ci aspetta nel più grande Acquario dell’Adriatico!
Il parco è diviso in 4 percorsi:
il percorso blu ricostruisce la storia del pianeta e la sua evoluzione biologica, tra squali, pinguini, trigoni e meduse;
il percorso giallo è un viaggio alla scoperta dei corsi d’acqua abitati da caimani e lontre;
il percorso verde è dedicato agli animali esotici: camaleonti, rane, insetti e serpenti;
il percorso viola è dedicato agli abissi marini e alle specie che li abitano.
Info: acquariodicattolica.it

Ph. Acquario di Cattolica


Come cavalieri medievali al Parco delle Fiabe, Gropparello (PC)

Il Castello di Gropparello sembra davvero uscito dall’illustrazione di un libro di leggende medievali: si tratta di una scenografica fortificazione immersa nella verdissima Val Vezzeno, che sorge sopra uno sperone di roccia a picco sul torrente.
Nel bosco che lo circonda è nato il primo “Parco Emotivo” d’Italia, dove, accompagnati da animatori e vestiti come guerrieri medievali, i bambini possono andare alla scoperta delle fiabe e degli esseri magici del bosco.
Info: castellodigropparello.it

Ph. Marzia Albini


Alla ricerca degli abitanti delle favole lungo il Sentiero degli Gnomi, Bagno di Romagna (FC)

Sapevate che il Bosco dell’Armina, a pochi passi dal centro storico di Bagno di Romagna, è abitato dagli Gnomi?
Questo almeno dice un’antica leggenda locale e, nel dubbio, non possiamo certo farci sfuggire l’occasione di vedere dal vivo questi simpatici abitanti delle fiabe!
Il Sentiero è composto da un percorso ad anello di circa 2 Km, che si percorre in 45 minuti. Si tratta di un’esperienza molto divertente e avventurosa, soprattutto per i più piccoli, poiché il percorso (sempre ben segnalato e provvisto di corrimano in legno nei punti più difficoltosi) è tortuoso ed immerso completamente nel verde.
Info: ilsentierodeglignomi.it


Ad ammirare le colonie di Fenicotteri nel Parco del Delta del Po (FE)

Cosa ha portato i Fenicotteri rosa a migrare nel Parco del Delta del Po e perché è così speciale l’habitat di queste Valli? Per scoprirlo è possibile partecipare a una gita guidata nelle Valli di Comacchio, per la precisione nella suggestiva Valle Campo, o nella scenografica Salina di Cervia.
Le visite si svolgono in barca, a piedi o in pulmino elettrico e consentono di cogliere, tra natura e storia, gli aspetti unici del Parco, circondati da centinaia di uccelli acquatici, fra cui gli affascinanti fenicotteri rosa.
Il periodo più favorevole per ammirarli è quello compreso tra maggio e settembre, anche se negli ultimi anni è possibile vederli anche a partire da marzo e fino a ottobre.
Info: parcodeltapo.it/valli-di-comacchio e parcodeltapo.it/salina-di-cervia

Fenicotteri nell'area del Delta del Po

Fenicotteri nell’area del Delta del Po


Un cono con millenni di storia al Museo del Gelato, Anzola dell’Emilia (BO)

Vi siete mai chiesti quale sia la storia di uno dei cibi più amati da grandi e piccini? A pochi km da Bologna, presso la sede della celebre azienda Carpigiani, è nato il primo e unico museo dedicato al gelato artigianale. Qui un percorso interattivo ripercorre l’evoluzione del gelato nel tempo, dalla civiltà mesopotamica ai giorni nostri, tra tecnologie produttive e modi di consumo.
Per i veri appassionati è possibile anche partecipare uno dei laboratori di gelato e alle numerose attività pensate appositamente per i più piccini.
Info: gelatomuseum.com


Il paradiso dei collezionisti, il Museo della Figurina di Modena

Alzi la mano chi non ha mai attaccato una figurina su album Panini! Se siete tra quelli che comprano gli album ai figli anche per avere il piacere di poter attaccare ogni tanto qualche adesivo (dritto, per carità!), non potete perdere il Museo della Figurina di Modena, nato dall’opera collezionistica proprio di quel Giuseppe Panini fondatore dell’omonima azienda.
La raccolta riunisce, accanto alle figurine propriamente dette, materiali affini per tecnica e funzione: piccole stampe antiche, scatole di fiammiferi, bolli chiudilettera e altro ancora.
La collezione permanente è composta da 6 armadi, 6 grandi album da sfogliare all’interno dei quali è possibile ripercorrere l’intera storia della figurina. Ad essa sono affiancate mostre tematiche temporanee dedicate ai più diversi temi.
Info: comune.modena.it/museofigurina/
Scopri altri Musei Curiosi in Emilia.


Tra vulcani in miniatura nella Riserva Naturale delle Salse di Nirano (MO)

Quella delle Salse di Nirano è stata la prima riserva regionale istituita in Emilia-Romagna.
In questa zona collinare ricca di calanchi, che sorge nel territorio comunale di Fiorano Modenese, troviamo un insolito fenomeno geologico di rilevanza internazionale: si tratta delle salse eruttive che hanno origine da depositi naturali di idrocarburi gassosi, in particolare di metano.
La risalita dal sottosuolo di fango argilloso misto a questi idrocarburi crea dei coni che assomigliano a dei vulcani in miniatura e, se si sta in silenzio, si possono percepire i deboli borbottii prodotti dalle bolle di gas liberato. L’intera area è percorribile lungo sentieri segnati di grado semplice.
Info: visitmodena.it

Ph. Ovikovi


A caccia di fantasmi nel Castello di Montebello (RN)

Se i vostri bambini sono in cerca di avventure tra storia e leggenda, una visita al Castello di Montebello, nell’entroterra di Rimini, è quello che fa per loro! La poderosa rocca, un tempo teatro di numerose battaglie, offre un panorama mozzafiato sulla Valle del Marecchia. Lì visse Guendalina, da tutti conosciuta come Azzurrina, la figlia di Ugolinuccio di Montebello, nata nel 1370 e scomparsa appena cinque anni dopo. Ma perché le fu attribuito il soprannome “Azzurrina”? E perché l’eco della sua storia è arrivato fino ai giorni nostri? Per scoprirlo non vi resta che mettervi in strada!
Info: castellodimontebello.com


Un viaggio al centro della terra nella Grotta di Re Tiberio (RA)

Come moderni Jules Verne, in questa Grotta che si trova nel Parco della Vena del Gesso Romagnola, è possibile scoprire il mondo sotto terra, tra testimonianze archeologiche e indagini scientifiche.
La Grotta, raggiungibile tramite uno stretto sentiero panoramico che si inerpica sul fianco della parete gessosa, costituisce la parte terminale di un ampio sistema di cavità naturali formatesi a causa delle acque drenanti del sovrastante Monte Tondo. Frequentata da tempi immemorabili, fin dall’Età del Rame, la Grotta deve il suo nome all’imperatore romano che, secondo una leggenda, si rifugiò qui, inutilmente, per sfuggire a una profezia che lo voleva morto a causa di un fulmine.
Info: rioloterme.it/Grotta-del-Re-Tiberio
Scopri tutte le Grotte in Emilia Romagna.

Grotta del Re Tiberio (Riolo Terme, Ravenna)

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

2 commenti

  1. Gianni

    A Bagno di Romagna, presso il centro turistico Valbonella in località Valgianna, c’ Il magico bosco di gnomo Mentino. Visite guidate rivolte alle scuole ( lo scorso anno oltre 8 mila bambini), affascinanti escursioni notturne nel bosco illuminato da funghi e fate e spettacoli (musical) che mettono in scena le avventure di gnomo Mentino e dei suoi simpatici amici del bosco!

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *