Gli sport acquatici dell’estate in Emilia-Romagna

 | 

Gli sport acquatici dell’estate in Emilia-Romagna


Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Il bello dell’estate in Emilia-Romagna sta nella versatilità di un territorio che è pronto in qualsiasi momento a fornirci la possibilità di vivere il blu del mare o, a pochi passi da esso, il verde della montagna, potendo scegliere il relax più totale in fuga dal lavoro, o l’adrenalina e l’amore per gli  sport più estremi… insomma, ce n’è veramente per tutti i gusti.

Oggi, lontani dal voler sorseggiare una bibita ghiacciata sotto l’ombrellone, ci lanceremo lungo i fiumi più scoscesi, per poi, giunti sino al mare, risalirne gli argini più dolci in canoa, osservando la flora e la fauna dei delta. Sfideremo le giornate di pioggia salendo rapidi sulla nostra tavola incerata, pronti a mostrare a Nettuno quanto siamo bravi a gonfiare le vele del kite destreggiandoci in aria!

Scopri con noi gli sport acquatici da vivere in Emilia-Romagna all’insegna dell’estate e del divertimento

 

CANOA

gruppo canoa Ravenna

Se siete amanti dei ritmi lenti, della natura incontaminata e del sole al calare della sera, quello che vi consigliamo è una bella escursione in canoa! Nelle valli di Comacchio potrete scivolare filo d’acqua, sul delta del Po, in un’esperienza che da Stazione Foce vi condurrà all’interno delle Valli Fattibello, Spavola e Capre.

Anche Ravenna e i suoi lidi nord riusciranno certo a conquistarvi, magari scoprendo la laguna salmastra della Pialassa della Baiona o la Valle della Canna, dove tanti uccelli rari nidificano rendendo l’area ancora più interessante.

Ad Agosto scoprite la canoa fluviale a Imola, il centro River Side vi aspetta con i corsi adatti a tutte le età! Navigherete il fiume Santerno in compagnia di esperti che vi insegneranno tutti i trucchi e le tecniche di questa attività.

VELA

Uno sport interessante che è in grado di coniugare prestanza fisica e tanta tecnica nel padroneggiare un mezzo dal grande potenziale. Sulla Riviera sono diversi i circoli nautici e velici che organizzano corsi per tutti i livelli: da Rimini a risalire fino ai lidi ferraresi, con gli esperti che vi porteranno alla scoperta del piacevole vento in poppa!

Nel dolce così come nel salato, anche il lago di Suviana vi aspetta nel Parco avventura Saltapicchio per farvi veleggiare sulle acque orientali, immersi nel Parco Regionale dei Laghi di Suviana e Brasimone, a pochi passi da Bologna.

KAYAK E RAFTING

In Emilia-Romagna è possible cercare l’avventura lungo i fiumi: lungo il Trebbia, affluente del Po, in comune di Cortebrugnatella, si può imparare e sperimentare tutto sulla canoa fluviale. La scuola di kayak e di canyoning vi aspetta per la discesa in sit on top kayak e di canyonin. Anche il fiume Enza presenta caratteristiche morfologiche adatte per il kayak.

Nella parte occidentale nelle Valli del Taro e del Ceno, il kayak trova condizioni favorevoli, e ben conosciute dagli appassionati, grazie alle particolari condizioni del Taro, del Ceno e di alcuni loro affluenti.

Ancora più avventuroso è il rafting, un’esperienza fluviale indimenticabile, che ci porta a scendere i letti dei fiumi sul canotto. To raft in inglese significa proprio “navigare su una zattera”! Ostacoli e difficoltà possono essere sconfitti con la tecnica, e proprio per questo i centri sportivi sono diversi. A pochi passi da Bologna potrete lanciarvi lungo il fiume Limentra, preparando il giubbotto galleggiante e una bella pagaia!

WIND E KITE SURF

Per i più estremi anche il mare è pronto a regalare numerose gioie: certamente farsi trasportare dal vento con la propria vela, appare meno impegnativo che lanciarsi in volo aggrappati alle funi del kite! L’Adriatico si presta bene per questo sport nato sulle bianche spiagge delle Hawaii. L’aquilone ogni anno attira sempre più appassionati, mostrando loro come si possano coniugare due elementi tanto diversi, quali l’acqua e l’aria.
Scopri le scuole della riviera e lanciati all’avventura!

DIVING

scuola sub Rimini “Gian Neri”

Il mondo subacqueo è certamente molto affascinante: restare immersi nelle acque scure, scrutando i fondali alla ricerca di qualcosa che colpisca la propria attenzione, dove il silenzio è il padrone assoluto. Contemplazione e allenamento, in un’attività che ci porta a scoprire i relitti, cone il Relitto Paguro, piattaforma da perforazione metanifera varata nel 1963 a Porto Corsini (Ravenna), distrutta e affondata in seguito ad un grave incidente. Oggi è visitabile, tra flora e fauna dei nostri mari, e se si ha fortuna anche qualche raro delfino!

Per immergersi bisogna conoscere la disciplina e il brevetto è necessario.
Scoprite i centri di diving in Emilia-Romagna.

NUOTO

Mai banale, in una zona d’Italia che ha regalato al mondo grandi campioni e dove la tradizione si fonde con attrezzature adeguate all’allenamento e all’agonismo, con le tante piscine olimpioniche delle località della Riviera. Uno sport che dona benessere e salute, accelerando la riduzione della massa grassa e l’acquisizione di una buona forma fisica.

E se il cloro vi spaventa non temete, un tuffo in mare e scoprirete cosa vuol dire “contare le boe”, bracciata dopo bracciata, lungo le rive della nostra riviera!

Autore:

Appassionato lettore di fumetti passa la sue giornate combattuto tra retro-gaming, maratone del Signore Degli Anelli e serie tv dei primi 2000

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *