A spasso per l’Emilia-RomagnaA spasso per l’Emilia-Romagna

Tesori nascosti d’Italia: 10 scale mozzafiato

di /// Dicembre 27, 2022
Tempo stimato di lettura: 4 minuti

SHARE

SHARE

Il nostro BelPaese è pieno di tesori nascosti e oggi vogliamo condividere con te alcune delle più straordinarie scale d’Italia in grado di lasciarti a bocca aperta e senza fiato oltre a farti girare la testa (non solo in senso figurato!)

Scale monumentali di palazzi nobiliari, celate da ampi e decorati portoni, realizzate per preannunciare la bellezza della casa padronale, visto che dovevano testimoniare la magnificenza della casata.

A seconda dell’importanza e del potere della casata, furono addirittura arricchite di statue e affreschi per valorizzare al meglio gli ambienti.

Sono diversi i luoghi affascinanti e curiosi sconosciuti ai più che meritano una visita. Pronti per questo viaggio nel tempo?

Scala del Vignola - Palazzo Barozzi a Vignola (MO)

Vignola (MO), Scala elicoidale del Barozzi, ph. Nacchio's Brothers, CC-BY-NC-SA 3.0
Vignola (MO), Scala elicoidale del Barozzi, ph. Nacchio Brothers, CC-BY-NC-SA 3.0

Quella che si trova a Vignola, grazioso borgo sulle prime colline modenesi, è sicuramente la più nota e la visita val bene il viaggio, dal momento che si tratta di un capolavoro architettonico di altissimo livello.

Realizzata dal vignolese Jacopo Barozzi detto il Vignola, artista eclettico a cui fu affidato il ruolo di architetto capo della Basilica di S. Pietro in Vaticano alla morte di Michelangelo, è la prima struttura autoportante di forma elicoidale al mondo. Unico collegamento verticale che unisce i 4 piani del palazzo nobiliare dalle cucine ai piani nobili.

La scala a chiocciola del Vignola è totalmente aerea e sostenuta soltanto da una colonna -situata nel seminterrato- e dal muro perimetrale, elegantemente affrescato, dove sono “incastrati” i 106 gradini autoportanti. Effetto vortice a spirale assicurato.

Sempre visitabile nel weekend.

Scala papale - Palazzo Boncompagni a Bologna

Bologna, Palazzo Boncompagni, ph. @annalisa_grazia via IG, CC_BY_NC_SA 3.0
Bologna, Palazzo Boncompagni, ph. @annalisa_grazia via IG, CC_BY_NC_SA 3.0

La seconda scala elicoidale attribuita al Vignola la puoi ammirare a Bologna, a Palazzo Boncompagni, a poche centinaia di metri da piazza Maggiore e delle Due Torri.

Ispirata ai nobili modelli del Bramante in Vaticano e a quella di palazzo Farnese di Caprarola dello stesso Vignola è simile in tutto a quella di Palazzo Barozzi. Sulla parete della scala elicoidale è stato riportato recentemente alla luce un marmorino madreperlato che la rende simile all’interno di una conchiglia, motivo ricorrente in tutto il palazzo.

Fa un effetto strano pensare che questa scala che porta al piano nobile del palazzo rinascimentale è stata calpestata anche da Papa Gregorio XIII che qui visse e si formò, vero?

Visitabile lunedì, mercoledì, giovedì, venerdì, sabato e ogni prima e terza domenica del mese.

Scala elicoidale - Palazzo Isolani a Bologna

Bologna, Palazzo Isolani scala elicoidale, ph. Valerio_D via Flickr, CC_BY_NC_SA 3.0
Bologna, Palazzo Isolani scala elicoidale, ph. Valerio_D via Flickr, CC_BY_NC_SA 3.0

Nel cuore del centro della città felsinea, affacciato sulla splendida Piazza (ciottolata) Santo Stefano, si trova il Palazzo Isolani.

Anche questo palazzo nobiliare custodisce un’altra scala elicoidale del Vignola, anche se rimaneggiata nel corso del tempo, all’estremità della quale, da una finestrella, si può godere di un inedito panorama sulle torri di Bologna.

Il Palazzo è privato e viene utilizzato per eventi privati e aziendali.

La scala è visibile in occasione delle saltuarie aperture al pubblico ma se, passando di lì, noti il portone aperto non perdere l’occasione di affacciarti e sbirciare anche se fuggevolmente…
Maggiori informazioni.

Scala a chiocciola - Museo della Specola a Bologna

Bologna, Museo della Specola scala della Torre astronomica, ph. arte4you.it, CC_BY_NC_SA 3.0
Bologna, Museo della Specola scala della Torre astronomica, ph. arte4you.it, CC_BY_NC_SA 3.0

Oltre a custodire numerosi antichi strumenti utilizzati dagli astronomi per scrutare il cielo e conoscerne i suoi segreti, il Museo della Specola di Bologna, all’interno di Palazzo Poggi, in piena zona universitaria, regala ai suoi visitatori l’incanto della scala a chiocciola della Torre astronomica che si fa sempre più stretta andando verso l’alto, in cima alla quale è stato montato il pendolo di Foucault e da cui si può ammirare un’eccezionale vista panoramica sulla città.
Museo visitabile in autonomia o prenotando una delle visite guidate.

Scala elicoidale - Palazzo Malvasia a Bologna

Bologna, Scalone di Palazzo Malvasia, ph. guidobarbi.it, CC_BY_NC_SA 3.0
Bologna, Scalone di Palazzo Malvasia, ph. guidobarbi.it, CC_BY_NC_SA 3.0

All’interno di questo palazzo che si trova su una delle strade più antiche di Bologna, la via Emilia, è possibile ammirare un’elegante scala elicoidale, realizzata da Gian Carlo Sicinio Bibiena decorata con statue in stucco eseguite da Filippo Scandellari.
È possibile ammirare la scala durante il tour di Bologna Welcome dal titolo Scaloni e Scale delle Meraviglie.

Scala della Rocca Viscontea a Castell’Arquato (PC)

Castell'Arquato (PC), Torrione farnese, ph. castellarquato.com, CC_BY_NC_SA 3.0
Castell’Arquato (PC), Torrione farnese, ph. castellarquato.com, CC_BY_NC_SA 3.0

Giunti sulle prime alture della val d’Arda non potrai esimerti dalla visita della Rocca Viscontea di Castell’Arquato.

Se pensi di averlo già visto da qualche parte, hai ragione: qui sono state girate diverse scene del famoso film Lady Hawke.

Da non perdere il torrione Farnese costituito da cinque livelli, collegati da una spettacolare scala elicoidale, che riporta agli schemi architettonici di Michelangelo e del Vignola.
La Rocca è sempre visitabile anche con visite guidate.

Scala del Torrione del Castello di Rivalta a Gazzola (PC)

Gazzola (PC), Torrione del Castello di Rivalta, ph.turismo.it, CC_BY_NC_SA 3.0
Gazzola (PC), Torrione del Castello di Rivalta, ph.turismo.it, CC_BY_NC_SA 3.0

Il Borgo di Rivalta è uno dei più caratteristici della provincia di Piacenza da visitare: dall’oratorio della Madonne del Ponte, alla Torre medievale fino al borgo Medievale e al suo castello ancora oggi abitato dai suoi nobili proprietari, i conti Landi.

All’interno del torrione, visibile fin da lontano e che caratterizza la sagoma del castello, prenotando una delle visite guidate potrai inerpicati (preparati è abbastanza ripida e stretta) sulla scala la cui scalata sarà ripagata dalla la vista a 360° sulla Val Trebbia.

Scala a chiocciola - Casa Carducci a Bologna

Bologna, Casa Carducci, ph. arteforyou.it, CC-BY-NC-SA 3.0
Bologna, Casa Carducci, ph. arteforyou.it, CC-BY-NC-SA 3.0

Se hai intenzione di visitare la Casa Museo Carducci scoprirai fin da subito la scala a chiocciola che conduce alle 9 sale che compongono il museo.

La struttura è sempre visitabile dal martedì al venerdì anche con visite guidate.

Scala a doppia elica - Palazzo Pretorio a Terra del Sole (Castrocaro Terme e Terra del Sole - FC)

Castrocaro Terme e Terra del Sole (FC), Palazzo Pretorio scala a chiocciola a doppia elicoide, Archivio Storico della Romagna Toscana, CC-BY-NC-SA 3.0
Castrocaro Terme e Terra del Sole (FC), Palazzo Pretorio scala a chiocciola a doppia elicoide, Archivio Storico della Romagna Toscana, CC-BY-NC-SA 3.0

La città ideale di Terra del Sole può regalare una bella sorpresa a chi si appresta a visitarla.

Infatti nel rinascimentale Palazzo Pretorio è presente una scala a chiocciola a doppia elicoide che si sviluppa su un unico perno centrale.

Manufatto edilizio e architettonico estremamente unico anche perché utilizzato nel contesto dei percorsi segreti dell’edificio, specificatamente all’interno del “percorso delle pene”, sembra trovare un preciso riscontro in un abbozzo di disegno realizzato da Leonardo da Vinci un secolo prima della costruzione della città fortezza di Terra del Sole.

Il Palazzo Pretorio ospita il Museo dell’Uomo e dell’Ambiente ed è visitabile solo su prenotazione.

Scalone nobile - Palazzo Albergati a Zola Predosa (BO)

Zola Predosa (BO), Palazzo Albergati, ph. Fausto Deseri via Flickr, CC-BY-NC-SA 3.0
Zola Predosa (BO), Palazzo Albergati, ph. Fausto Deseri via Flickr, CC-BY-NC-SA 3.0

Palazzo Albergati è una grandiosa residenza di campagna appartenuta all’omonima famiglia bolognese, una delle più illustri e rappresentative di Bologna tra il ‘500 ed il ‘600.

Per collegare i diversi piani di questo edificio dalle straordinarie dimensioni, austero all’estero e barocco all’interno, sono state costruite molteplici scale tra cui spicca lo scalone nobile, costituito da 3 rampe ad andamento elicoidale.

Palazzo Albergati, di proprietà privata, apre le sue porte saltuariamente in occasioni di iniziative e appuntamento culturali quali i Brunch d’Autunno e di Primavera (tutte le Domeniche d’Autunno e di Primavera) e i Giovedì d’Estate (Giovedì di Luglio e Agosto).
Maggiori informazioni 

Se alla fine di questo articolo sei stato rapito dalla magia delle scale straordinarie dell’Emilia-Romagna sappi che a Bologna esiste anche un tour dedicato agli Scaloni e Scale delle meraviglie.

Autore

Celestina Paglia

Sangue siculo – abruzzese, nata e cresciuta a Firenze, emiliano romagnola di adozione. Montanara inside da sempre, da poco ha scoperto la sua passione anche per il mare…

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *