Monasteri Aperti in Emilia-Romagna
Arte e Cultura

Monasteri Aperti in Emilia-Romagna

di /// Agosto 24, 2022 /// Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Arte e Cultura

Interesse
Arte e Cultura

SHARE

Arte e Cultura

Interesse
Arte e Cultura

SHARE

Un weekend alla scoperta dei luoghi sacri ricchi di bellezza: sabato 8 e domenica 9 ottobre 2022 aprono i Monasteri in Emilia-Romagna.

Visitare una spezieria curata dai monaci; degustare antiche ricette; ascoltare un concerto d’organo o assistere alle letture che narrano dell’affascinante vita di Matilde di Canossa; scoprire antiche abbazie, monasteri e pievi. E ancora ammirare antichi tesori accompagnati da storici dell’arte o camminare lungo i percorsi solcati dai pellegrini.

Queste sono solo alcune delle esperienze intime e originali, tra arte e spiritualità, che si possono fare nel weekend dell’8 e 9 ottobre 2022 in occasione della quarta edizione di Monasteri Aperti Emilia-Romagna.
Da Parma a Rimini monasteri e chiese regionali aprono le porte per accogliere il pubblico con numerose iniziative.


Gli appuntamenti di Monasteri Aperti 2022

Nell’Abbazia dei Padri Benedettini, Monastero di San Pietro in Modena, i monaci organizzano incontri per accompagnare i visitatori alla scoperta dell’archivio, dell’orto del monastero e della Spezieria. Saranno illustrate le interessanti carte conservate nell’Archivio del Monastero con riferimenti alla storia della Spezieria dei Monaci Benedettini di San Pietro. Sarà possibile anche degustare antiche ricette. Il monastero è nel centro della città lungo la Via Romea Strata Nonantolana e Longobarda.
INFO

Nei suggestivi spazi del Monastero di San Giovanni Evangelista in Parma sarà possibile incontrare il Padre Priore e visitare il Monastero in compagnia di studiosi e storici dell’arte che ne hanno seguito i restauri, accompagnati dalle note di un concerto d’organo. Il monastero è nel cuore di Parma, lungo la Via di Linari e Via Francigena.
INFO

La visita all’Abbazia di San Basilide, Lesignano dei Bardi (PR) è legata alla figura di Matilde di Canossa. La Chiesa è situata lungo la Via di Linari e Via del Sale e organizza per l’occasione un concerto di musiche del XII e XIII secolo che accompagneranno la narrazione teatrale di testi legati alla figura della Gran Contessa.
INFO

Anche il Convento di San Martino Maggiore, sito nel cuore di Bologna, apre le porte al pubblico. Si può visitare il Complesso Conventuale e ascoltare, dalla bocca di chi lo ha restaurato, la narrazione della singolare storia del più grande affresco cittadino, grande 104mq, dedicato alla Lezione di Teologia del 1600 e sito nella ex Biblioteca del Convento. Dal centro di Bologna parte inoltre la Via Mater Dei e la Via degli Dei che raggiungono la Toscana.
INFO

Infine il Monastero di Santa Caterina e Santa Barbara a Santarcangelo di Romagna (RN) organizza una visita alla struttura con la presenza delle monache e di alcuni studiosi dell’arte.
INFO

Chiesa di San Francesco al Prato, Parma, Emilia-Romagna, Italy Ph. Miti74 via shutterstock
Chiesa di San Francesco al Prato, Parma, Emilia-Romagna, Italy Ph. Miti74 via shutterstock

Monasteri Aperti comprende anche l’attività di altri siti che sono particolarmente interessanti, come chiese e luoghi di culto di grande pregio.

La Chiesa di San Francesco al Prato (PR) organizza nel weekend dell’8-9 ottobre, un incontro con i frati che vivono nel monastero per scoprire come vive un francescano nel 2022. Inoltre sarà narrata la storia della antica chiesa gotica.
INFO

Una visita in esclusiva al Battistero di Parma, bellissimo monumento testimone secolare della fede cristiana insieme alla Cattedrale, permetterà di ammirare e comprendere la simbologia dei tre portali e degli stupendi affreschi della cupola interna. Un’occasione unica per ammirare anche la mostra dell’Antelami e apprezzare la bellezza del ciclo dei mesi e delle stagioni.
INFO

Per chi ama camminare la visita alla Chiesa di Sant’Apollinare di Maiolo (RN) è collegata al Cammino di San Francesco. La Chiesa di Sant’Apollinare conserva magnifiche opere del 1400. Si può percorrere a piedi il tratto da Sant’Apollinare a Novafeltria sulla prima parte della terza tappa del Cammino di San Francesco da Rimini a La Verna. Durante il percorso è prevista la sosta all’oratorio di San Rocco, sotto la rupe del Maioletto, che permette di godere di un’ampia ed emozionante vista panoramica sulla Valmarecchia.
INFO


L’appuntamento è promosso da Apt Servizi Emilia-Romagna in collaborazione con la Conferenza Episcopale della Regione Emilia-Romagna e il circuito dei Cammini dell’Emilia Romagna, con il patrocinio dell’Ufficio Nazionale per la Pastorale del Tempo Libero, Turismo e Sport della CEI, al fine di promuovere il patrimonio culturale, storico e religioso del territorio.

Autore

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *