Cosa fare con i bambini a Ravenna e dintorni

 | 

Cosa fare con i bambini a Ravenna e dintorni


Tempo stimato di lettura: 4 minuti

Alzi la mano chi è stato in gita scolastica a Ravenna!?
Possiamo immaginare uno stuolo di mani alzate, visto che Ravenna è quasi una meta obbligata per le scolaresche di ogni ordine e grado; Ravenna è infatti la città ideale per un viaggio culturale ma anche ricreativo, grazie al clima mite, all’atmosfera accogliente, al mare a due passi e allo stupore che non si può non provare davanti ai mosaici dei suoi monumenti UNESCO.

Se anche voi avete bellissimi ricordi della vostra visita in questa città dalla lunga storia, perché non organizzare un weekend con tutta la famiglia? Per stuzzicare la loro fantasia vi basterà accennare al fatto che questa città è stata capitale d’Italia per ben tre volte! Dell’Impero romano d’Occidente (402-476), del Regno degli Ostrogoti (493-553) e dell’Esarcato bizantino (568-751), in caso serva un ripassino.

Ecco quindi dieci suggerimenti su cosa fare con i bambini a Ravenna e dintorni.

Fare un laboratorio al MAR – Museo d’Arte Ravenna

Sia durante le grandi mostre con percorsi specifici pensati per i più piccoli, sia durante tutto l’anno con laboratori dedicati alle collezioni dei mosaici contemporanei, il MAR – Museo d’Arte della città di Ravenna riserva ai nostri piccoli “investigatori dell’arte” delle attività ad hoc, per sviluppare il loro senso artistico e incuriosire verso una tecnica, quella del mosaico, antichissima ma ancora oggi viva ed attuale.

Scoprire la storia della città con RavennAntica

La Fondazione RavennAntica, nata per valorizzare il patrimonio storico e archeologico di Ravenna e Classe, si occupa tra le altre cose di organizzare proposte didattiche pensate specificamente per i bambini, tra cui laboratori creativi di mosaico e argilla, cacce al tesoro, visite guidate animate.
Le iniziative vengono organizzate nel corso dell’anno secondo un calendario variabile, sia presso il Museo TAMO (TAMO for kids) che presso il Museo Classis (Classis for Kids).

Laboratorio Fondazione RavennAntica

Laboratorio Fondazione RavennAntica via Facebook

Correre nei parchi cittadini

Per fare una pausa tra una visita culturale e un laboratorio di mosaico, a Ravenna ci sono numerosi parchi e giardini dove i bambini possono correre e giocare in sicurezza:

Visitare La Casa delle Marionette

ll Museo “La Casa delle Marionette” è situato nel cuore di Ravenna e custodisce la Collezione Monticelli, che permette di fare un viaggio nella tradizione italiana del teatro di marionette e burattini dal 1840 a oggi. La Famiglia Monticelli, ovvero la compagnia del Teatro del Drago, grazie alle sue cinque generazioni ininterrotte di teatranti vanta infatti una collezione composta da 63 marionette, 150 burattini, 132 scenografie e 150 copioni manoscritti.
Per visitare il Museo consigliamo di consultare il calendario delle aperture (o prenotare la propria visita).
Alla visita al Museo potete affiancare anche una delle numerose iniziative organizzate dal Teatro del Drago, come spettacoli di burattini tradizionali e laboratori di costruzione di burattini, marionette e pupazzi.

Casa delle Marionette Ravenna, Teatro del Drago

Casa delle Marionette Ravenna, Teatro del Drago via Facebook

Scoprire come giocavano i nonni da piccoli

Il “Piccolo Museo di Bambole e altri Balocchi” espone bambole e giocattoli appartenenti a varie epoche, in particolare dal 1860 fino alla metà del ‘900. Grazie agli oggetti presenti (bambole di porcellana, di panno, di celluloide e di cartapesta, ma anche camerette, cucine, costruzioni, animaletti di peluche e cavallini) il museo permette di compiere un viaggio nelle infanzie del passato e, contemporaneamente, di osservare i mutamenti dei modi di vivere e di giocare nel corso del tempo.

Osservare da vicino la fauna del Delta del Po

Il Museo NatuRa permette di scoprire da vicino gli animali che popolano il Parco del Delta del Po, non solo le numerose specie di uccelli, ma anche anfibi e rettili, insetti e farfalle. Il Museo dispone inoltre di un laboratorio didattico dove vengono organizzate attività educative e di un atelier per i più piccoli, un ambiente dedicato alla creatività nel quale imparare divertendosi.
Da qui inoltre partono numerose escursioni (libere o guidate) a piedi, in bici e in pulmino elettrico alla scoperta della ricca avifauna che caratterizza il territorio del Parco del Delta del Po.
Per i prossimi eventi in programma potete consultare anche la loro pagina Facebook.

Museo NatuRA - Delta del Po

Escursione e birdwatching nel Delta del Po | Ph. Museo NatuRA via Facebook

Provare tutte le giostre di Mirabilandia

È il più grande (e pluripremiato) parco divertimenti d’Italia e non ha davvero bisogno di presentazioni: a 10 km da Ravenna, Mirabilandia è la meta più desiderata dai bambini, ma spesso anche dai genitori che hanno voglia di tornare un po’ ragazzini, diciamocelo.
Il parco propone attrazioni adatte a tutte le età (e a tutti i livelli di coraggio dei genitori) e tanti spettacoli per lasciarci a bocca aperta, mentre per i più piccini c’è un’intera area tematica, Bimboli.
Per le giornate più calde, inoltre, a fianco al parco divertimenti tradizionale si trova il parco acquatico MiraBeach, dove rilassarsi a bordo dei gommi colorati o scivolare a caduta libera fino a tuffarsi nell’acqua.

Fare un Safari a pochi passi dalla città

Proprio vicino a Mirabilandia c’è anche Safari Ravenna, un parco dove si può fare un vero e proprio safari, a bordo della propria auto, con un’auto elettrica a noleggio o -per stare tutti insieme in caso si vada con gruppo di amici- con il trenino, accompagnati dalla guida del Parco.
Durante il percorso di 4 km si possono osservare da vicino e senza barriere tanti animali, come leoni, tigri, ippopotami, giraffe, zebre, bisonti, cammelli, struzzi, lama e antilopi. Tutti animali liberi, nati da generazioni in cattività, che possono muoversi in autonomia negli ampi spazi del parco.

Passeggiare tra le farfalle alla Casa delle Farfalle

A Milano Marittima, in provincia di Ravenna, si trova il parco Casa delle Farfalle: qui in una grande serra di oltre 500 mq possiamo immergerci in una foresta tropicale, con banani, fiori esotici e piante carnivore, passeggiando circondati da tantissime farfalle variopinte provenienti da diverse parti del mondo che volano libere.
Un consiglio? Non dimenticate di indossare indumenti colorati, in particolare rossi o blu: le farfalle saranno più invogliate a posarvisi addosso!

Scendere al centro della Terra alla Grotta di Re Tiberio

Per i bambini più avventurosi o appassionati di archeologia e speleologia, c’è un luogo da non perdere che si trova all’interno del Parco della Vena del Gesso Romagnola, nel comune di Riolo Terme. Si tratta della Grotta di Re Tiberio, nota soprattutto per la presenza di testimonianze archeologiche rinvenute al suo interno.
Per motivi di sicurezza la grotta è visitabile solo con l’accompagnamento di una guida ed è facilmente percorribile con abiti normali per un primo tratto di una sessantina di metri, fino alla cosiddetta Sala Gotica; oltre può essere visitata solo con attrezzatura speleologica: pronti ad indossare il caschetto?

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *