Colorno Photo Life. Mostre e tendenze della fotografia
Appuntamenti

Colorno Photo Life. Mostre e tendenze della fotografia

di /// Settembre 17, 2021 /// Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Appuntamenti

Interesse
Appuntamenti

SHARE

Appuntamenti

Interesse
Appuntamenti

SHARE

Esporre le proprie foto accanto a quelle di fotografi che hanno fatto la storia della fotografia? Al ColornoPhotoLife è possibile.

È un evento di cultura fotografica, un festival tematico, che permette:

  • a tutti di vedere esposte immagini che sono passate alla storia
  • agli autori emergenti di esporre le proprie opere
  • agli appassionati di ogni livello di sottoporre il proprio portfolio a una lettura critica, e vivere momenti di formazione e di pratica sul campo, scattando con uno sguardo diverso.

Quest’anno il focus è “il Fattore Umano”, tema che di questi tempi non può certo lasciarci indifferenti. Molti spunti e tanti autori validi, quindi, per approfondire stili e approcci diversi, per confrontarsi, anche solo da appassionati di immagine.

Il Colorno Photo Life, da poco inaugurato, prosegue fino all’8 dicembre con un nutrito programma.
Quelli che seguono sono solo alcuni suggerimenti su aspetti del festival che ci sentiamo di mettere in evidenza, senza nulla togliere a tutto il resto delle proposte.

  • Ferdinando Scianna, Italian Writer Leonardo Sciascia © Magnum Photos; ColornoPhotoLife
  • Eduardo de Filippo Ph. Carla Cerati – courtesy Elena Ceratti
  • Giulio Di Meo, Anticorpi Bolognesi, ColornoPhotoLife
  • Shooting in Sarajevo, Luigi Ottani, ColornoPhotoLife
  • Matteo Placucci, Crossing the Balkans, ColornoPhotoLife
  • Michele di Donato, Brain Damage, ColornoPhotoLife
  • Veronica Benedetti, Il Condominio (strati di me), Carta d’Identità, ColornoPhotoLife

Le mostre alla Reggia

Alla Reggia di Colorno le mostre Ferdinando Scianna. Due scrittori: Leonardo Sciascia e Jorge Louis Borges (fino all’8 dicembre) e Uno sguardo di donna su volti, corpi, paesaggi di Carla Cerati curate da Sandro Parmiggiani e organizzate in collaborazione con Antea e il Centro Studi e Archivio della Comunicazione dell’Università degli Studi di Parma.

Scianna e Cerati: due autori che sono storia della fotografia. Abbiamo rimirato le immagini di Scianna con sommo piacere, da appassionati di B&N analogico.

Le opere di Carla Cerati, saranno in mostra dal 16 ottobre all’8 dicembre: un’occasione per ritornare a Colorno e godere, oltre che delle immagini esposte, della splendida Reggia che le ospita.

L’Aranciaia

Nello spazio museale del MUPAC, il Museo Etnografico di Colorno, sito nel locale settecentesco dell’Aranciaia, spazio già di per sé affascinante, sono esposte diverse mostre fotografiche che dialogano con oggetti antichi e opere d’arte contemporanea.

Abbiamo apprezzato Crossing the Balcans di Placucci, un reportage dalle immagini suggestive e non scontate su un tema di grande attualità. Da osservare anche Brain Damage di Michele di Donato e Il condominio – Strati di me di Veronica Benedetti (tutte in mostra fino al 4 ottobre).

Dal 15 ottobre al 7 novembre si entra nel vivo del programma espositivo, con ben dodici personali in contemporanea, fra cui ci incuriosiscono Anticorpi Bolognesi di Giulio Di Meo in collaborazione con Stop – piccolo festival indipendente di fotografia e Shooting Sarajevo di Luigi Ottani, su progetto di Roberta Biagiarelli e Luigi Ottani.

Troppo lungo citare qui gli altri autori e il loro lavoro, ma sicuramente vale la pena di seguire con attenzione il programma delle mostre, nutrito di temi, proposte ed eventi che fanno riflettere.

Francesca Artoni, mostra Ruggine, ColornoPhotoLife
Francesca Artoni, mostra Ruggine, ColornoPhotoLife
Maria Cristina Comparato, mostra Della presenza
Maria Cristina Comparato, mostra Della presenza

I portfolio a concorso

Nel weekend del 16 e 17 ottobre si terrà la tappa di Portfolio Italia, concorso per portfolio esteso al territorio nazionale, unico per le caratteristiche con cui si propone.

Critici, storici della fotografia, fotografi e addetti ai lavori sono a disposizione per esaminare, commentare e premiare il lavoro di giovani fotografi o di fotografi avviati sulla strada del professionismo.

Questa formula unisce le peculiarità della presentazione del proprio lavoro e quelle del concorso fotografico, cogliendo il meglio delle due: lo stimolo a concorrere si unisce alla presentazione di un lavoro organico.

Il programma formativo

Il festival propone anche workshop, in calendario dal 23 al 26 settembre e nel weekend del 9 e 10 ottobre. Tra i temi, Come (e perché) fare una fanzine (Loredana De Pace), Il Ritratto (Ugo Baldassarre), La ricerca dello stile fotografico (Sara Munari), Il Fattore Umano (Giulio di Meo).

Dalla visione alla pratica

La fotografia è bella da ammirare, ma anche da praticare in modo attivo.
Da segnalare, sabato 18 e domenica 19 settembre 2021, una passeggiata turistico/fotografica sul Po al mattino e un giro con la barca al tramonto per cogliere le splendide luci offerte dal fiume e dalla sua natura.
Il focus è sulla luce, sui suoi effetti sull’acqua e sulla vegetazione.
Per Il fiume scorre, la luce lo illumina (con i fotografi Gigi Montali e Stefano Anzola), è consigliata una reflex o mirrorless con medio tele per cogliere luci fra le foglie.

Colorno Ph. gigimontali
Colorno Ph. gigimontali

Un’occasione anche per conoscere la Sacca di Colorno, isola del Po in età medievale, dove vengono presentati Emilia-Romagna, omaggio in versi e fotografie (a cura di Giorgio Montanari con immagini di autori FIAF dell’Emilia Romagna) e il volume che raccoglie i racconti del fotografo Gianni Pezzani.

In questo stesso weekend alla Sacca di Colorno si tiene anche la prima edizione di Padus Mirabilis, festa delle singolarità territoriali del Po e di altre vie d’acqua, dedicata all’enogastronomia e alla riscoperta del mondo rurale, con un focus su tutela e valorizzazione del paesaggio fluviale.

Autore

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *