Riccione, 100 anni: fotografia in primo piano
Photo Valley

Riccione, 100 anni: fotografia in primo piano

di /// Marzo 24, 2022 /// Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Photo Valley

Interesse
Photo Valley

SHARE

Photo Valley

Interesse
Photo Valley

SHARE

Nel 2022 Riccione, inteso come Comune, compirà 100 anni e tra le iniziative previste, la fotografia ha un ruolo di primo piano. A partire dai nuovi spazi espositivi di Villa Mussolini, con una programmazione che include le mostre dedicate a Elliott Erwitt e a Steve McCurry. Passando poi alla Galleria del Centro della Pesa, dove si scopre l’album dei ricordi dei bagnini di Riccione con “Cabine! Cabine! Fuori stagione”.

  • USA, New Rochelle, New York, 1959 ©Elliott
Erwitt
  • Russia, Bratsk, 1967 ©Elliott Erwitt

Nuovi spazi per la fotografia

Tutto da vedere il nuovo spazio espositivo di Villa Mussolini (costruita nel 1892 per la marchesa Eugenia Beccadelli in Grimaldi), che viene sostanzialmente dedicato alla fotografia.

Infatti, è proprio con due eventi fotografici, il primo dedicato a Elliott Erwitt (Elliott Erwitt. Family è il titolo della mostra) e il secondo a Steve McCurry, che Riccione si apre alle grandi mostre. E lo fa in un luogo dagli interni appositamente studiati per esporre opere fotografiche, grazie a pannellature mobili e a una illuminazione dedicata.

Mostra Eliott Erwitt. Family, Villa Mussolini, Riccione, 2021 ©p.sammartano
Mostra Eliott Erwitt. Family, Villa Mussolini, Riccione, 2021 ©p.sammartano

Elliott Erwitt. Family

“La fotografia è il momento, la sintesi di una situazione, l’istante in cui tutto combacia. È l’ideale fuggevole”. (Elliott Erwitt)

Ironico, ma proprio per questo, attento osservatore della società, dei suoi vezzi e delle sue problematiche, Elliot Erwitt apre con le sue immagini la nuova stagione espositiva di Villa Mussolini, dedicata alla fotografia.

Niente è più assoluto e relativo, mutevole, universale e altrettanto particolare del tema della ‘Famiglia’”, spiega Biba Giachetti, curatrice della mostra. “Mai come oggi questo universo di rapporti significa tutto e il suo contrario: il senso da attribuire al termine ‘famiglia’ è tanto solido quanto evanescente e delicato”.

Il concetto di famiglia è molto ampio e tocca vari ambiti: sociale, antropologico e psicanalitico.
E là dove la parola si ferma o si espande a dismisura, può intervenire a tentare di interpretarla lo sguardo della fotografia, da sempre molto legata a questo tema”, aggiunge la curatrice.

Ai tempi di Erwitt questo “nuovo” mezzo di documentazione, andava diffondendosi nella media borghesia, realizzando il desiderio di un racconto privato e personale degli eventi (ritratti di famiglia, matrimoni, ricorrenze), raccolto negli album di famiglia, che erano elemento d’arredo irrinunciabile dei salotti nella prima parte del ‘900.

USA, Alaska, 1964 ©Elliott Erwitt
USA, Alaska, 1964 ©Elliott Erwitt

La parola alle immagini

Uno spirito analogo porta il visitatore a “sfogliare” le 58 immagini in bianco e nero, come un album capace di riassumere in sé una sorta di piccolo campionario di storie umane che raccontano l’evoluzione della famiglia dal dopoguerra all’inizio del nuovo millennio.

Vengono proposte immagini notissime di altrettanto noti personaggi, come Jackie al funerale di JFK, pubblicate sulle maggiori riviste; assieme a queste c’è la sorpresa di scoprire alcuni scatti inediti che presentano dei “piccoli accidenti della quotidianità”.

Erwitt (membro dal 1953 della storica agenzia Magnum) immortala questi e quelli nel suo lavoro, li rappresenta con il suo ritmo divertente e con la sua profonda sensibilità, secondo “un racconto per immagini, in totale sospensione di giudizio”, sottolinea Biba Giacchetti.

Un piacevole racconto, che parla della complessità del quotidiano sull’onda di quell’ironia, empatica, surreale e romantica, così tipica di Erwitt.

La mostra è curata da Biba Giacchetti, promossa dal Comune di Riccione, e prodotta da Civita Mostre e Musei e Maggioli Cultura in collaborazione con SudEst57.

USA, New York City, 2000 ©Elliott Erwitt
USA, New York City, 2000 ©Elliott Erwitt

“Cabine! Cabine! Fuori stagione”

Una passeggiata verso la Galleria del Centro della Pesa presso la Biblioteca Comunale, porta all’esposizione “Cabine! Cabine! Fuori stagione” (da un’idea di Cooperativa Bagnini Riccione e Cooperativa Bagnini Adriatica).

Un cambio di prospettiva che, attraverso impressioni e fotografie, documenti e ricordi, presenta Riccione attraverso la storia della sua spiaggia.

Rispetto all’edizione estiva (in Villa Mussolini), ci sono nuove aree con focus sull’anno delle prime licenze concesse ai bagnini (il 1895) e sul 1922, quando Riccione divenne Comune autonomo.

Mostra Cabine! Cabine! Fuori stagione, Galleria del Centro della Pesa, Riccione ©Comune di Riccione
Mostra Cabine! Cabine! Fuori stagione, Galleria del Centro della Pesa, Riccione ©Comune di Riccione

INFO

Elliott Erwitt. Family
Dal 19 dicembre al 3 aprile 2022
Villa Mussolini, viale Milano 31, 47838 Riccione RN
mostraerwittriccione.it

Cabine! Cabine! Fuori stagione
Dal 18 novembre 2021 al 18 aprile 2022
Biblioteca comunale di Riccione
Galleria del Centro della Pesa
via Lazio, 10, Centro della Pesa, 47838 Riccione
riccione.it

Autore

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *