Georgica sul fiume Po: a Guastalla il 16-17-18 aprile 2022
Appuntamenti

Georgica sul fiume Po: a Guastalla il 16-17-18 aprile 2022

di /// Aprile 7, 2022 /// Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Appuntamenti

Interesse
Appuntamenti

SHARE

Appuntamenti

Interesse
Appuntamenti

SHARE

Il 16-17-18 aprile 2022 a Guastalla, in provincia di Reggio Emilia, torna un’autentica festa di primavera che si snoda lungo le sponde del Grande Fiume, il Po, per celebrare la vita all’aria aperta e le tradizioni agricole della pianura: “Georgica. Festa della terra, delle acque e del lavoro nei campi” unisce una mostra-mercato di piante da fiore e da frutto antiche e rare ad un mercato di prodotti biologici tipici e d’eccellenza, con tante attività per bambini e famiglie.


Come sfruttare al meglio il weekend di Pasqua? La risposta arriva da Guastalla, cittadina emiliana sul Fiume Po, al crocevia tra le città di Reggio Emilia, Parma e Mantova, dove in quei giorni si svolge una nuova edizione di Georgica, la manifestazione che si confronta idealmente con il poema di Virgilio, dedicato al lavoro umano e alla eterna forza creatrice della natura.

Sorella della manifestazione settembrina nel centro storico di Guastalla Piante e Animali Perduti, con la quale condivide lo stesso impegno nella difesa della biodiversità animale e vegetale e della diversità eno-gastronomica, Georgica celebra le pratiche agricole del lavoro dei campi e i frutti della terra, la vita all’aria aperta, l’acqua come fonte di vita, via di comunicazione e scambio con altre culture.

Lungo le suggestive rive del Po centinaia di stand offriranno un grande campionario di varietà di piante da fiore e da frutto antiche, e un variopinto mercato di semi e ortaggi:

  • Ph. Nadia Perini
  • Ph. Nadia Perini
  • Ph. Nadia Perini
  • Ph. Nadia Perini
  • Ph. Nadia Perini
  • Ph. Nadia Perini
  • Ph. Nadia Perini
  • Ph. Nadia Perini
  • Ph. Nadia Perini
  • Ph. Nadia Perini

In programma anche tante attività e laboratori per bambini, pensate come opportunità per avvicinarli al contatto con la natura, sensibilizzarli alla tutela dell’ambiente e degli animali e abituarli a esercitare le proprie capacità manuali.

Durante l’evento si avrà inoltre la possibilità di conoscere l’eccellenza alimentare italiana e in particolare reggiana. Oltre all’esposizione e alla vendita di specialità agroalimentari dello Stivale, si potranno gustare le prelibatezze tipiche del territorio, come il parmigiano reggiano, l’aceto balsamico, il lambrusco, il nocino, l’erbazzone.
Saranno presenti diversi ristoranti e punti ristoro per assaggiare i piatti più tipici della cucina emiliana del Po: dalla tradizione del fiume, a quella della terra con le paste fresche ripiene.

Tra le altre opportunità offerte da Georgica c’è anche la possibilità di partecipare ad escursioni in barca sul Po, di noleggiare biciclette per escursioni in zona, di fare esperienze a contatto con la natura e gli animali.

Come da tradizione, non possono mancare poi gli antichi mestieri, con laboratori e dimostrazioni dedicate all’intreccio e alla cesteria, all’impagliatura delle seggiole, al mestiere del fabbro e alla tornitura del legno.

Infine un’area è dedicata al mercato del vintage, originale mercatino dell’antiquariato e del collezionismo, riservato ai curiosi e ai cultori di cose vecchie e antiche.

L’ingresso ha un costo di 5 euro a persona, ma è libero per i bambini e i ragazzi fino ai 12 anni.
Per i camperisti è prevista un’area di sosta (44°55’27.65″N 10°39’10.95″E(4) AA Via U.Foscolo) con camper service, WC wash ed elettricità.
Per maggiori informazioni georgica-guastalla.it e Facebook.


Parlami di tER è una serie di racconti dall’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da persone che son natie, vivono o semplicemente si sono innamorate di questa singolare, bellissima, terra con l’anima.
Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto. Basta una mail a inemiliaromagna@aptservizi.com o un commento qui sotto!

Autore

Potrebbe interessarti

Questo articolo ha 2 commenti

  • Claudio

    Scusate ma non mi è mai capitato che, per poter vedere bancarelle ed espositori di alimentari all’aperto, mi venisse chiesto un biglietto di ingresso. Ancor più se ci si trova sulle libere sponde di un fiume.

    • Davide Marino

      Gentilissimo,
      capiamo la sua perplessità ma presumiamo – visto che l’evento non è curato da noi – si tratti solo di un piccolo contributo economico a sostegno degli organizzatori e della buona riuscita della manifestazione.
      Cordialmente
      Davide | staff #inEmiliaRomagna

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *