Menu
Menu

Marzo 2019 – Le mostre in Emilia Romagna

 | 

Marzo 2019 – Le mostre in Emilia Romagna


Tempo stimato di lettura: 3 minuti

A marzo la voglia di uscire aumenta ma il tempo è ancora incerto?
Nessun problema, che ne dici di visitare una delle tante mostre in programma?

Ecco la selezione delle mostre in Emilia Romagna da visitare a marzo segnalate, per comodità, sulla base di tre criteri:

  • quelle che terminano nel mese affinché anche gli esordienti non perdano l’occasione di visitare la mostra del momento;
  • quelle che iniziano nel mese per permettere ai veterani di essere i primi a recensire le nuove esposizioni;
  • quelle consigliate per … divertirsi, meravigliarsi e conoscere civiltà lontane.

Dalla fotografia alla pittura, dall’Africa all’Oriente, dai libri d’artista ad antiche medaglie, da un condottiero che sfidò l’Impero Romano alla persecuzione che colpì l’Europa.

Se hai voglia di programmare le tue prossime uscite primaverili ti basterà controllare il calendario completo (in continuo aggiornamento) delle mostre che si terranno in regione nel 2019 per trovarne altre giuste per te!


Mostre #InEmiliaRomagna che terminano a marzo

Fino al 3 marzo

Rimini – 1938-1945. La persecuzione degli ebrei in Italia: per avere elementi conoscitivi di una vicenda che in Italia si è caratterizzata per la legislazione antisemita e le sue conseguenze sulle vittime e  per la clandestinità, la fuga, gli arresti, la deportazione e lo sterminio.

Bologna – HOKUSAI HIROSHIGE.  Oltre l’onda:per immergersi nel meraviglioso mondo della produzione ukiyo-e, il genere di stampa artistica giapponese su carta, impressa con matrici di legno, fiorita nel periodo Edo.

Reggio Emilia – JEAN DUBUFFET. L’ARTE IN GIOCO Materia e spirito 1943 – 1985: per conoscere l’arte dell’artista-alchimista Dubuffet, che come un gioco crea nell’osservatore un senso di meraviglia, stupore e bellezza.

Fino al 17 marzo

Piacenza – ANNIBALE UN MITO MEDITERRANEO: per apprendere di più sul condottiero che osò sfidare Roma e il suo impero e rivivere l’avventura della seconda guerra punica.

Correggio (RE) IL CORREGGIO RITROVATO: per godere di un tesoro ritrovato, la piccola tavola raffigurante “Sant’Agata” dipinta da Antonio Allegri nella maturità della sua carriera.

Fino al 24 marzo

Bologna – GORAN TRBULJAK. Before and After Retrospective: per farsi toccare le corde interiori grazie alla vena ironica dell’artista croato attivo dalla fine degli anni ’60 nell’ambito dell’arte concettuale e della cosiddetta New Art Practice.

Fontanellato (PR) – PAGINE DA COLLEZIONE: per addentrarsi nell’arte seguendo un percorso molto esclusivo, quello dei libri d’artista, nati con l’unico intento di regalare piacere e orgoglio ai privati che li acquistavano e li sfogliavano in solitudine.

Reggio Emilia – AFRICA. Fotografie di Sebastiao Salgado: per scoprire il motivo per cui, tra guerre di indipendenza, catastrofi naturali, natura incontaminata e incontri con persone sorprendenti,  per il fotografo brasiliano “Il primo posto dove fotografare è ancora l’Africa”.

Fino al 31 marzo

Modena – GALLERIA METALLICA. Ritratti e imprese dal medagliere estense: per conoscere i segreti e gli aneddoti di un’arte antica quasi quanto l’uomo, grazie ad un medagliere famoso in tutta Europa.

 

Mostre #InEmiliaRomagna che iniziano a marzo

Dal 2 marzo

Bologna – THE KENNEDY YEARS: un racconto fotografico della coppia che ha fatto innamorare l’America. Oltre alle 320 fotografie e alcuni oggetti iconici per rivivere le emozionanti e nostalgiche atmosfere del sogno americano.

Dal 9 marzo

Modena – POP THERAPY. Fiorucci e la rivoluzione delle figurine: un viaggio nel tempo per rivivere la creatività dello stilista milanese Elio Fiorucci che, con le proprie scelte grafiche e strategie di comunicazione diventò un fenomeno culturale degli anni ’80.

Dal 14 marzo

Bologna – SURREALIST LEE MILLER: l’intera carriera artistica di una delle fotografe più importanti del Novecento che, lanciata da Vogue come modella, decide di passare dall’altra parte dell’obiettivo diventando prima ritrattista e fotografa di moda e poi l’unica fotografa donna a seguire gli alleati durante il D-Day.

Dal 16 marzo

Mamiano di Traversetolo (PR) – DE CHIRICO E SAVINIO. Una mitologia moderna: un percorso eclettico (in mostra anche preziosi costumi per l’opera lirica) tra l’estetica metafisica e una più basata sul gioco e l’ironia di due fratelli –  Giorgio de Chirico e Alberto Savinio  –  che reinterpretano temi classici attraverso la modernità dell’avanguardia.

Parma – IL SORPASSO. Quando l’Italia si mise a correre, 1946-1961: una mostra fotografica su un’epoca raccontata anche dall’omonimo film-icona che ci porta nell’Italia con un affascinante “doppio sguardo”, la visione ottimistica dovuta al boom economico e lo sguardo critico di chi osserva contraddizioni, finzioni, perdite.

Comacchio (FE) – TROIA, LA FINE DELLA CITTÀ, LA NASCITA DI UN MITO: il racconto della guerra di Troia, matrice primigenia della cultura europea, in una selezione di opere originali tra sculture, affreschi e vasi figurati che offre suggestioni che spaziano dall’epica al teatro, dalla realtà archeologica alla mitologia, dalla storia dell’arte alla letteratura.

Dal 23 marzo

FRANCO FONTANA. Sintesi: una sintesi vera e propria per ripercorrere oltre sessant’anni di carriera dell’artista modenese tra paesaggi urbani e naturali e i suoi rapporti con alcuni dei più autorevoli autori della fotografia del Novecento, come Ghirri, Newman e Salgado.

Dal 29 marzo

Bologna – EX AFRICA. Dal perduto Museo Indiano di Bologna: un’interessante ricostruzione del contesto storico e culturale per comprendere il valore dell’arte africana e illustrare l’eredità e influenza nella pittura europea d’inizio Novecento con il primitivismo e la cosiddetta Art Nègre, fino a toccare gli ambiti dell’arte contemporanea africana.

3 mostre per…

… divertirsi

Bologna – STURMTRUPPEN. 50 anni

… meravigliarsi

Ferrara – CANTIERI PARALLELI. Lo studiolo di Belfiore e la Bibbia di Borso, 1447-1463 

… conoscere civiltà lontane

Faenza (RA) – AZTECHI, MAYA, INCA E LE CULTURE DELL’ANTICA AMERICA

Autore:

Sangue siculo – abruzzese, nata e cresciuta a Firenze, emiliano romagnola di adozione. Montanara inside da sempre, da poco ha scoperto la sua passione anche per il mare…

2 commenti

  1. Corr

    mi permetto di segnalare dal 4 marzo la mostra-evento
    “Salita al Pordenone”.
    S.Maria di Campagna -Piacenza.
    È sicuramente da aggiungere

    1. Celestina Paglia

      Grazie per la segnalazione, in questo blogpost sono state inserite solo le esposizioni vere e proprie. La Salita al Pordenone è un evento straordinario, ma non un vera e propria mostra, per il territorio di Piacenza insieme ai Misteri della Cattedrale e per questo sono stati inseriti sia nel blogpost relativo a Piacenza https://www.travelemiliaromagna.it/piacenza-in-3-minuti/ che in quello sulle mostre del 2018 https://www.travelemiliaromagna.it/mostre-2018/ come appendice delle vere e proprie mostre. Se tutto va bene a breve andrò a Piacenza e al mio rientro dedicherò un blogpost a entrambe le salite per dare risalto a queste due grandi opportunità da non perdere.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *