Le cattedrali di Imola e  Piacenza: celebrazioni per i 750 e i 900 anni
Arte e Cultura

Le cattedrali di Imola e Piacenza: celebrazioni per i 750 e i 900 anni

di /// Agosto 10, 2022 /// Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Arte e Cultura

Interesse
Arte e Cultura

SHARE

Arte e Cultura

Interesse
Arte e Cultura

SHARE

Sono due delle cattedrali più antiche dell’Emilia-Romagna, le imponenti chiese di Imola e Piacenza, ed entrambe festeggiano il proprio anniversario nel 2022.

750 sono gli anni dalla dedicazione della Basilica di Imola a San Cassiano Martire, le cui celebrazioni raggiungono il culmine dall’11 al 13 agosto 2022, in occasione della festa del Santo, patrono della Città, con il corteo storico in costume.

Nove secoli sono passati invece dalla costruzione del mirabile Duomo di Piacenza, la cui cupola custodisce il grande affresco di Guercino.

Sotto le volte sacre di questi due monumenti, quest’anno si esaltano le magnificenze della storia che li riguarda, tra eventi e consacrazioni: si potrà assistere ad un videomapping che anima maestose sculture e volte medievali, ascoltare uno spettacolo teatrale riecheggiare sotto una cupola affrescata, ma anche visitare antiche pievi alla ricerca di una storia perduta da ritrovare.

  • Cattedrale di Piacenza, esterno Ph. Kronos – Museo della Cattedrale di Piacenza
  • Cattedrale di Piacenza, interno Ph. Kronos – Museo della Cattedrale di Piacenza
  • Cattedrale di Piacenza, cupola del Guercino Ph. Kronos – Museo della Cattedrale di Piacenza
  • Cattedrale di Piacenza Ph. Pietro Paviglianiti
  • Cattedrale di Piacenza, visite Ph. Kronos – Museo della Cattedrale di Piacenza
  • Cattedrale di Piacenza, dettaglio Ph. Kronos – Museo della Cattedrale di Piacenza
  • Cattedrale di Piacenza, dettaglio Ph. Kronos – Museo della Cattedrale di Piacenza
  • Cattedrale di Piacenza, volta del presbiterio Ph. Kronos – Museo della Cattedrale di Piacenza

Imola | I 750 anni della Basilica Cattedrale di San Cassiano Martire

Cortei storici, concerti, pedalate e visite ai musei. A Imola partono l’11 agosto le celebrazioni dei 750 anni dalla dedicazione della basilica cattedrale a San Cassiano Martire, che si concludono il 13 agosto con la Festa del Santo.

Durante la giornata sarà possibile visitare il Museo Diocesano e delle Carrozze e il Giardino Storico; nel pomeriggio il corteo storico in costume riempirà il centro cittadino tra figuranti, sbandieratori e duellanti.

Edificata in stile romanico tra 1187 e il 1271, fu solennemente consacrata il 24 ottobre del 1271 con la deposizione nella cripta delle spoglie di San Cassiano; da allora la Basilica di San Cassiano è meta di pellegrinaggio nel culto del Santo.

INFO: www.diocesiimola.it

Piacenza | I 900 anni della Cattedrale

Con 12 mesi di celebrazioni ed eventi culturali nel 2022 si festeggiano anche i 900 anni della Cattedrale di Piacenza.

La chiesa, eretta a partire dal 1122 – data impressa al di sopra del portale posto sul lato sud dell’edificio – custodisce opere di grande valore. Tra tutte spicca la magnificenza della cupola con gli affreschi del Guercino, che oggi si possono ammirare da distanza ravvicinata, grazie alla possibilità di salire fino al terzo livello attraverso percorsi medievali, scale a chiocciola, sottotetti e affacci mozzafiato sulla città.

La varietà del programma organizzato vuole sottolineare e celebrare lo scorrere dei 900 anni della Cattedrale, tra visite guidate, attività didattiche, rappresentazioni teatrali, conferenze, pubblicazioni, restauri e videomapping.

INFO: cattedralepiacenza.it/900anni-eventi

Nel Museo della Cattedrale è stata inaugurata la nuova sezione immersiva, che integra il percorso di salita alla cupola del Guercino e racconta l’immaginario medievale e l’eterna lotta tra bene e male.
Le colonne, le volte, gli elementi decorativi vengono sottolineati, impreziositi e narrati con effetti audiovideo appositamente studiati per la grande architettura, per accompagnare fedeli e spettatori in un’esperienza artistica e spirituale. L’obiettivo è ottenere una celebrazione corale, in grado di far rivivere lo spirito di partecipazione che nel Medioevo portò alla fondazione della cattedrale.

Da giugno a settembre, Andar per Pievi è un’occasione per conoscere le tante chiese pievane della diocesi in ragione del rapporto con la Cattedrale e le vie di pellegrinaggio sulle quali insistevano. E ancora degne di nota sono le Formelle dei Paratici, finemente scolpite sulle imponenti colonne, che testimoniano come la costruzione del grandioso tempio fu sostenuta da tutte le maestranze e professionalità della città.

Infine, nei mesi conclusivi dell’anno l’interno della Cattedrale si vestirà di suoni, luci e visioni medievali a 360°, che esalteranno la magnificenza del grande tempio e della sua storia novecentenaria.

Autore

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *