[ParlamiditER #263] Il Castello di Tabiano tra fiori, saperi e sapori

 | 

[ParlamiditER #263] Il Castello di Tabiano tra fiori, saperi e sapori


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Parlami di tER è una serie di racconti dall’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da persone che sono nate, vivono o semplicemente si sono innamorate di questa singolare, bellissima, terra con l’anima.
Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto.
Basta una mail a inemiliaromagna@aptservizi.com o un commento qui sotto!


Vi piace scoprire esperienze nuove da ‘vedere’ e gustare? Siete appassionati di buon cibo, prodotti della tradizione emiliana, ma anche di artigianato di qualità e fiori rari?
Al Castello di Tabiano, splendida fortezza incastonata nelle colline parmensi, recentemente aperta al pubblico, il 6 e 7 aprile 2019 si svolge un evento tutto da assaporare. È la prima edizione di Fiori, saperi e sapori (dalle 10.00 alle 19.00), una sorta di viaggio-esperienza fra le eccellenze della cucina emiliana, assieme a prodotti celebri come il culatello, il prosciutto di Parma, la coppa, lo strolghino, i funghi porcini, alle creazioni artigianali originali e a varietà di piante e fiori multicolori.

Il percorso si snoda fra le antiche cantine a volta della fortezza, intorno alle mura millenarie e nei giardini dove si possono ancora ammirare le rose ottocentesche, le peonie e gli altri fiori coltivati dalle dame, le signore dei fiori, che nel tempo si sono succedute nel Castello coltivando con passione l’arte del giardinaggio.

Sarà anche l’occasione per incontrare e vedere all’opera personaggi noti come Massimo Spigaroli, Chef stellato e Ambasciatore della cucina italiana, proprietario con il fratello Luciano dell’Antica Corte Pallavicina, vero tempio dell’enogastronomia di alta tradizione, e lo Chef patissier Claudio Gatti, conosciuto anche all’estero per i suoi dolci e la mitica focaccia made-in-Tabiano, che proporrà i dolci della Via Francigena realizzati sul momento.
Sarà possibile anche degustare ricette locali preparate espressamente ai fornelli da Maurizio Morini, Chef del Ristorante Antico Caseificio del Borgo di Tabiano, insieme agli allievi della famosa Scuola Alberghiera di Salsomaggiore.

  • Castello di Tabiano, colline

  • Castello di Tabiano, cantine

  • Castello di Tabiano, interno

  • Castello di Tabiano, panorama

  • Chef Claudio Gatti, Tabiano

  • Castello di Tabiano, aperitivo

  • Castello di Tabiano, aperitivo

  • Chef Maurizio Morini, Tabiano

  • Castello di Tabiano, ristorante

  • Castello di Tabiano, notturno

Cibo d’eccezione, ma anche arte e cultura: il Comune di Salsomaggiore che patrocina l’evento mette a disposizione una navetta gratuita per andare dal Castello a visitare le Terme Berzieri di Salsomaggiore, ispirate all’arte thailandese e capolavoro Liberty unico in Europa.

Chi ama le dimore antiche, la storia e le leggende potrà ammirare il piano nobile del castello, edificato nell’XI secolo a presidio della Via Francigena e dei pozzi di sale. Nel corso della visita attraverso i saloni da ballo decorati con stucchi, affreschi e specchi, la sala degli stemmi, lo scalone d’onore, la cappella privata, la guida racconterà le vicende di questa dimora, più volte distrutta e ricostruita, e dei personaggi leggendari che vi hanno vissuto: Rolando Pallavicino detto il Magnifico, il crudele Niccolò, Delfino il fratricida di Tancredi, la nobile Solestella da Bardi, ma soprattutto la dolce Isabella, nota come l’Angelo di Tabiano. Figlia di Uberto il Grande Pallavicino, Isabella è stata la protagonista di una romantica e tragica storia d’amore che rimanda a Romeo e Giulietta ben due secoli prima.

Tabiano è parte del circuito dei Castelli del Ducato di Parma,Piacenza e Pontremoli e si trova a un’ora da Bologna e Milano. Ingresso alla mostra 10 euro; visita del piano nobile 5 euro – Ingresso gratuito per i bambini fino agli otto anni e per i portatori di handicap e i loro accompagnatori.
Per informazioni: +39 348 8955378 | info@castelloditabiano.com

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *