[ParlamiditER] La Musica in Emilia Romagna
Parlami di tER

[ParlamiditER] La Musica in Emilia Romagna

di /// Agosto 31, 2021 /// Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Parlami di tER

Interesse
Parlami di tER

SHARE

Parlami di tER

Interesse
Parlami di tER

SHARE

Parlami di tER è una serie di racconti dall’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da persone che sono nate, vivono o semplicemente si sono innamorate di questa singolare, bellissima, terra con l’anima.
Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto.
Basta una mail a inemiliaromagna@aptservizi.com o un commento qui sotto!



Musica: una questione di Ritmo


Sai cos’è il ritmo? Il ritmo è un dono ed è il miglior strumento per conquistare la fiducia altrui: diffidate da chi non ha il ritmo nel sangue! La musica, oltre a note su un pentagramma, è magia perché sa allontanare i pensieri negativi, è passione che ti accende l’anima ed è terapia i cui benefici, se saputi ascoltare, arrivano subito.
Suonare uno strumento è un’attività che ci differenzia dagli altri esseri viventi, una pratica che dà valore aggiunto alla vita; per questo la musica è un argomento serio che, seppur cominciato secoli fa, è ancora in evoluzione.

La Musica in Emilia Romagna


In questa regione la Musica è stata trasformata dai suoi artisti in poesia: è stata diretta dai primi e pionieristici direttori d’orchestra, ha trovato potenza in corde vocali capaci di diventare famose in tutto il mondo; qui la musica è di tutte le persone libere che lasciano danzare ritmo e globuli rossi. Qui c’è la tradizione di raccontare storie passate, ideali credibili solo quando teorici, debolezza umana ed amore, il tutto sempre circondato dal senso di libertà di sognare e vivere.

Nella storia ricordiamo tanti personaggi e maestri che hanno cambiato il mondo musicale: Giuseppe Verdi, Arturo Toscanini, Luciano Pavarotti e Zucchero Fornaciari, sono alcuni tra i Big che hanno portato il nostro carattere fiero e lavoratore in giro per il mondo. Poi ricordiamo Lucio Dalla, Francesco Guccini, Cesare Cremonini, Vasco Rossi e Luciano Ligabue, che hanno trasformato la vita di tutti i giorni in note e dato valore alle abitudini più quotidiane.

A Bologna dal 1971 la musica viene insegnata a livello accademico (con il DAMS) mentre del 2006 è il riconoscimento di Città Creativa della Musica da parte dell’Unesco. Le vie di Bologna hanno un carattere prevalentemente jazz, ma si possono trovare anche musica underground, classica e italiana, ognuna con il suo spazio e senza pregiudizi.
Parma ha il suo Festival Verdi, che puntualmente ogni anno nel mese di ottobre ricorda l’importanza della lirica nei suoi teatri e richiama fans da tutto il mondo.
Anche la Riviera offre un diversificato mondo musicale, appassiona generazioni più giovani che sono sempre alla ricerca del divertimento e del ballo in pista, ma potete anche trovare orchestre che, con il liscio e il valzer, fanno sgambettare arzilli vecchietti…e non solo!

L’importanza della musica in questa regione si vede anche nelle strutture che potete trovare, come l’Unipol Arena a Casalecchio di Reno, che è oggi uno dei più grandi e moderni complessi per eventi in Italia; poi abbiamo teatri meravigliosi come il Teatro Farnese a Parma, e discoteche storiche che hanno segnato i più recenti stili musicali.

Perdetevi quindi tra le note che l’Emilia Romagna sa suonare tra le strade o in occasione di importanti festival e godetevi tutte le emozioni possibili.

parma, parma, WLM2017, teatro_farnese ph. sailko

Parma, Teatro Farnese | Ph. sailko

Autore

Potrebbe interessarti

Newsletter

Conosci la nostra newsletter?

Ogni primo del mese, una email con contenuti selezionati ed eventi in arrivo.

Iscriviti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *