[Parlami di tER] Il paradiso del Delta del Po
Parlami di tER

[Parlami di tER] Il paradiso del Delta del Po

di /// Agosto 31, 2021 /// Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Parlami di tER

Interesse
Parlami di tER

SHARE

Parlami di tER

Interesse
Parlami di tER

SHARE

Parlami di tER è una serie di racconti dall’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da persone che son natie, vivono o semplicemente si sono innamorate di questa singolare, bellissima, terra con l’anima. Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto.
Basta una mail a inemiliaromagna@aptservizi.com o un commento qui sotto!




Luoghi magici a diretto contatto con la natura circostante, piste ciclabili nel cuore delle Valli che si snodano per chilometri e chilometri, circondate da un morbido silenzio; riserve naturali in cui centinaia di specie di volatili si fanno ammirare preferibilmente nella brumosa quiete; e, ovviamente, incantevoli centri storici che sono veri e propri musei a cielo aperto, da scoprire in tutta sicurezza.



Siamo nel Parco del Delta del Po, una delle zone umide più importanti d’Europa e la più vasta d’Italia; oasi di spazio, sicurezza e tranquillità (aspetti che in tempi Covid sono un notevolissimo valore aggiunto!) grazie alle sue grandiose aree verdi, che creano un vero e proprio paradiso per naturalisti, biologi, turisti e birdwatchers.

Fenicotteri, ph. Milko Marchetti, CC_BY_NC_SA 3.0

Fenicotteri, ph. Milko Marchetti

A piedi o in barca, in bicicletta o in trenino, o ancora a cavallo in sella ai magnifici esemplari Camargue, potrete visitare le meraviglie di un territorio sospeso tra terra e acqua.

Comacchio (FE), Valle Fattibello, Archivio Delta 2000, CC_BY_NC_SA 3.0

Comacchio (FE), Valle Fattibello, Archivio Delta 2000



Da Goro e Mesola a Comacchio, da Ravenna a Cervia, sono centinaia le escursioni proposte per vivere a ritmo slow l’incontaminata natura dei luoghi.

A voi la scelta di godervi il territorio in modo totalmente slow attraverso suggestive passeggiate a contatto con la straordinaria biodiversità dei luoghi, oppure mettervi in sella ad una bicicletta sfruttando una formidabile rete di percorsi cicloturistici che si snodano tra la città e le campagne, tra oasi protette e borghi di pianura.
O ancora se sfruttare la comodità delle motonavi per ammirare da un punto di vista davvero insolito alcune delle più belle zone del Parco, magari approdando in alcune aree che non sarebbero raggiungibili in nessun altro modo, o, perché no, unire le due cose attraverso un’escursione intermodale che alterna la bicicletta alla motonave per fruire del territorio nel modo più originale possibile.

E per le prossime settimane, non perdetevi la Primavera Slow, la manifestazione dedicata agli amanti della natura che, dopo lo stop forzato dello scorso anno, torna a vivere fino al prossimo 20 giugno 2021 all’interno del Parco del Delta del Po, con un ricchissimo programma di iniziative che toccherà tutti i comuni del Parco.

Per decidere al meglio la proposta più adatta a voi potete navigare sul nuovissimo portale di promozione turistica www.deltadelpo.eu, che vi consentirà di scoprire nel dettaglio tutti i luoghi del Delta!
Ambienti, luoghi, itinerari, proposte di attività, escursioni, musei, centri visita, eventi, iniziative e idee di viaggio: un viaggio virtuale a 360 gradi per conoscere al meglio il territorio e pianificare la vostra vacanza, ripartendo da sicurezza e spazio, ma soprattutto dalla straordinaria bellezza di luoghi Patrimonio dell’Umanità Unesco.

Mesola (FE), Cervo nel bosco della Mesola, Archivio Delta 2000, CC_BY_NC_SA 3.0

Mesola (FE), Cervo nel bosco della Mesola, Archivio Delta 2000

Autore

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *