[#APranzoconTER Ep.2- Carpi] Mamma Gabriella e il ragù d’anatra

 | 

[#APranzoconTER Ep.2- Carpi] Mamma Gabriella e il ragù d’anatra


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

“Entrate! Vi presento Kokka e Kikka, le mie galline…Purtroppo stamattina hanno fatto le uova prima del solito, altrimenti potevate vederlo in diretta!”. Cecilia Guaitoli ci accoglie nella sua villetta a schiera nella prima periferia di Carpi, dove vive con il marito e i due figli.
Cecilia è una giovane mamma carpigiana molto attiva: non solo da un anno e mezzo nel piccolo cortile sul retro alleva due galline domestiche, ma è anche una spacciatrice di pasta madre, con cui fa il pane tutte le settimane per la sua famiglia, e fa parte del G.A.S. locale La Festa.

Nel frattempo da una delle case vicine esce Gabriella, la mamma di Cecilia, che ha accettato di essere la nostra cuoca per il secondo A Pranzo con TER, durante il quale ci insegnerà una ricetta che insieme ad un gruppo di amiche fa molto spesso anche per la comunità del paese: il ragù di anatra. Gabriella è una donna riservata, un po’ restia dall’essere al centro dell’attenzione, ma il suo carattere è deciso e risoluto e con le buste vuote per la spesa già in mano ci dice “Andiamo?”.

Con noi si aggiunge anche Francesca Corrado di IgersModena, e tutti insieme ci dirigiamo verso una macelleria/gastronomia locale, dove Cecilia ha ordinato la carne per il nostro pranzo. Quindi facciamo tappa al vicino Mercato del Contadino, dove acquistiamo le verdure per il battuto e per la frittata.
Oltre alle tagliatelle al ragù, il nostro menù infatti prevede pane fatto con la pasta madre, frittata di zucchine con le uova di Kokka e Kikka e, per concludere in dolcezza, una sofficissima torta di mele.

Tornati nella cucina di Cecilia, mamma e figlia si mettono all’opera, coordinando tempi e gesti delle diverse preparazioni. Man mano che la mattina scorre tra chiacchiere e consigli culinari, si crea quell’atmosfera di confidenza e intimità che nasce spontanea con il piacere di condividere la propria casa e tavola con una famiglia allargata.

Scopriamo che Gabriella ama fare le marmellate, che il suo piatto forte sono i cappelletti emiliani e che la ricetta che più la lega a sua mamma è la Spongata, un dolce antico fatto con frutta secca e miele che si prepara tradizionalmente nel periodo natalizio.
Cecilia invece ci racconta che in cucina quando ha tempo ama sperimentare, anche per trovare nuovi modi per far mangiare le verdure ai figli, che uno dei piatti che cucina più spesso è la carbonara (“sai, per via delle galline”) ma che le ricette dei dolci arrivano tutte dal ricettario di sua mamma.

In un lampo arriva l’una, l’ora del rientro del figlio maggiore di Cecilia da scuola; noi siamo prontissimi: pane e torta sono sfornati sul davanzale, il ragù è pronto e l’acqua bolle. Attorno al tavolo apparecchiato si riuniscono mariti e figli e ci sediamo anche noi, e davanti ad un bicchiere di Lambrusco ci auguriamo buon appetito.

ph. Fabio Duma

Ecco lo Storify della nostra piacevolissima esperienza. Grazie ancora a Cecilia e Gabriella per la grande disponibilità ed ospitalità, ci siamo davvero sentiti a casa 🙂

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

2 commenti

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *