SelfieDOP: voce a chi ha frequentato il corso smartphone

 | 

SelfieDOP: voce a chi ha frequentato il corso smartphone


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

La prossima tappa di SelfieDOP di avvicina (27 febbraio a Rimini) e c’è ancora tempo per dare voce a chi ha frequentato le edizioni passate del workshop gratuito di food photography, suddiviso in corso Reflex e corso Smartphone. Qualunque sia il corso, ogni “studente” ha scelto di partecipare per un motivo diverso ma una cosa è certa: sono tutti legati da una passione comune. Quella per la tavola.

Oggi a parlare della propria passione è Enrica, 30 anni, bolognese, ideatrice del blog www.saleprofumato.it.
«Il mondo del food mi appartiene da sempre, penso che chi nasca in questa meravigliosa terra, cresca con una certa predisposizione verso il mangiar bene e il cucinare bene».
E come darle torto.

Tradizioni in cucina
«Ogni volta che io, mia mamma e mia nonna ci mettiamo in cucina nasce un’alchimia unica e quello che voglio è poter riportare questa atmosfera attraverso una foto, un fermo immagine. Perché, spesso, le immagini parlano direttamente al nostro cuore, molto di più di qualsiasi frase. Anche per questo motivo è nato il mio blog​,​ ma soprattutto per portare avanti un progetto di recupero della memoria legata alle ricette della mia famiglia, andate parzialmente perse dopo la dipartita della mia bisnonna, che usava cucinare andando a memoria, senza segnare dosi e ingredienti. Quindi è stata una scelta naturale partecipare a questo corso, in quanto volevo non solo migliorare la mia tecnica di fotografia, ma riuscire a trasmettere tutto l’amore che provo per questa terra e per la nostra cultura e tradizioni».

uova fresche
Perché SelfieDOP
«Ci sono due soggetti che, più di ogni altro, adoro fotografare: il cibo (ma quello si era capito) in tutte le sue forme, da solo o inserito nel contesto di preparazione, con attorno mani, volti e persone di chi sta cucinando. L’altro è l’Emilia Romagna. Amo la campagna, i nostri colli e il mare, cerco sempre di fotografarli con amore per trasmettere lo stesso sentimento anche agli altri. Poi, se ci riesco, è tutto un altro paio di maniche!»
«La food photography con smartphone è molto particolare, è immediata, e spesso cogliere il momento giusto è fondamentale. Spesso mi arrabbiavo con me stessa in fase di fotografia perché in testa avevo una chiara idea di inquadratura, che però non corrispondeva mai al risultato finale. È stato grazie al workshop di Silvia Canini sono riuscita a fare pace con il mio telefono (incredibile) e a capire come poter ottenere fantastici risultati con pochi e semplici accorgimenti. Spero di poter migliorare sempre di più e… credo che questo non sarà l’ultimo workshop organizzato da TurismoER al quale parteciperò!».

Enrica Lazzarini selfieDOP

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *