AppuntamentiAppuntamenti

Le Giornate di Marzo per Tonino Guerra

di /// Marzo 15, 2022
Tempo stimato di lettura: 3 minuti

SHARE

SHARE

Dal 19 al 21 marzo 2022 in provincia di Rimini tornano le Giornate di Marzo per Tonino Guerra. Quest’anno, nel decennale della scomparsa del Maestro, tra gli illustri ospiti della manifestazione anche la poetessa e attivista cilena Carmen Yáñez, moglie di Luis Sepúlveda, a cui viene conferito il Premio alla Poesia.


Il paesaggio, la poesia, la fantasia, il visibile e l’invisibile, il rispetto dell’uomo e dell’ambiente che lo circonda, e ancora la poetica del camminare, la conservazione del paesaggio, i luoghi del vivere: sono i temi che il poeta e sceneggiatore Tonino Guerra (Santarcangelo di Romagna, 16 marzo 1920 – 21 marzo 2012) scelse come prioritari nella sua vita, mettendoli al centro della sua arte.

Ispirate da questi profondi concetti sono anche le Le Giornate di Marzo per Tonino, che si svolgono non a caso nel fine settimana dell’equinozio di Primavera, dal 19 al 21 marzo, in diversi luoghi dei borghi di Pennabilli e Santarcangelo di Romagna, nell’entroterra riminese, dove Guerra ha trascorso gran parte della sua vita.

Nate per celebrare Guerra nella settimana che si apre nel giorno della sua nascita (16 marzo) e si conclude con la Giornata Mondiale della Poesia, data della sua scomparsa (21 marzo), quest’anno le Giornate di marzo per Tonino Guerra celebrano anche il decennale dalla morte del Maestro.

Giornate di Tonino Guerra | Sabato 19 marzo 2022

Sabato 19 Marzo alle 20.30 a Pennabilli, nella suggestiva atmosfera liberty del Teatro Vittoria, l’incontro sul tema Paesaggi in movimento, poetiche del camminare.

Dopo l’introduzione di Luca Cesari (direttore dell’Accademia di Belle Arti a Urbino e direttore artistico dell’Associazione Tonino Guerra), la serata entra nel vivo con una conversazione tra Gilles Clément (agronomo, biologo, scrittore, entomologo e paesaggista francese che insegna anche al École nationale du paysage di Versailles) e il professor Raffaele Milani (professore ordinario di Estetica presso il Dipartimento di Scienze dell’Educazione nell’Università degli Studi di Bologna).

Interviene poi Gilles Tiberghien (filosofo e saggista, docente di estetica alla Sorbona a Parigi), che presenta una personale riflessione sul paesaggio intitolata Le paysage est une traversée – Il paesaggio è una traversata.

Infine, Duccio Demetrio (accademico, filosofo e tra i più noti pedagogisti italiani) approfondisce il concetto della Poetica del camminare: paesaggi come giardini.

Giornate di Tonino Guerra | Domenica 20 marzo 2022

Domenica 20 marzo alle ore 18.00, al Supercinema di Santarcangelo di Romagna viene assegnato a Carlo Degli Esposti (produttore cinematografico e fondatore della Casa di produzione Palomar, a cui si devono, oltre a tanti film e serie tv di successo, anche l’esordio di registi quali Gabriele Salvatores e Alessandro D’Alatri) il Premio Enit Una foglia contro i fulmini, in omaggio al suo cinema dei territori.
Il Premio rappresenta un’anteprima del Festival di Cinema dei Luoghi dell’Anima, quest’anno alla sua terza edizione.

A seguire l’incontro con Carmen Yáñez (poetessa e attivista cilena, moglie dello scomparso scrittore, sceneggiatore, poeta e regista Luis Sepúlveda) che ritira il Premio alla Poesia Tonino Guerra.

Guerra era solito ripetere che noi siamo abituati all’abbinamento di certi colori: il marrone con il giallo, il bianco con il nero e così via. Abbinamenti scontati, sosteneva, perché ogni colore è abbinabile a un altro colore. Si trattava in realtà di una metafora per sostenere che la poesia non sta solo dentro la formula usuale dei versi scritti e che il solo modo efficace per capire la poesia è quello della contaminazione. Da questa “formula” suggerita da Tonino è nata l’idea di dar vita a un premio «alla» poesia, ben diverso da un Premio «di» poesia.

Yáñez ha condiviso con il defunto marito una vita di impegno civile ed attivismo politico, testimoniata da una storia molto intensa.
Il Premio alla Poesia che sarà consegnato alla poetessa e attivista cilena è l’Anello della memoria, con l’impronta di Werner Herzog, che l’anno scorso ha ricevuto a sua volta il riconoscimento. Un’impronta, come quella che Tonino Guerra sovente usava nei suoi dipinti come decoro.

Giornate di Tonino Guerra | Lunedì 21 marzo 2022

Le “Giornate” si concludono il 21 marzo, Giornata Mondiale della Poesia e giorno in cui cade il decennale della morte del Maestro.

Alle ore 11.00 nelle vicine Marche, presso l’Università degli Studi di Urbino, l’incontro Carmen Yáñez, una vita, una poetica, durante il quale Carmen Yáñez viene intervistata dal professor Giovanni Darconza.

Alle 21.00 sul palcoscenico del Teatro Vittoria di Pennabilli va infine in scena lo spettacolo L’infinità dei tempi Galaktion del Teatro Municipale Sandro Mrevlishvili di Tbilisi, Georgia (testo e regia di Sandro Mrevlishvili, con: Akaki Khidasheli e Tornike Beltadze).

Le “Giornate di Marzo per Tonino” sono organizzate e promosse dall’Associazione Tonino Guerra, con il supporto dei Comuni di Pennabilli e Santarcangelo di Romagna, di Visit Romagna, dell’Università degli Studi di Urbino Carlo Bo, della Fondazione Culture Santarcangelo e dell’Ambasciata Georgiana in Italia.

Info e prenotazioni: prenotazioni.atg@gmail.com

Autore

Potrebbe interessarti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *