SelfieDOP: che cos’è per me l’Emilia Romagna

 | 

SelfieDOP: che cos’è per me l’Emilia Romagna


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

L’avventura di SelfieDOP continua e, strada facendo, raccoglie sempre più entusiasmo tra i nuovi “studenti” che scelgono di dedicare una giornata alla food photography.
C’è un legame che li accomuna, nonostante abbiano frequentato il corso in città e momenti diversi, nonostante non si siano mai incontrati prima: l’idea che fotografare il cibo sia molto più di una moda da condividere sui social network. Si tratta di raccontare la tradizione e la ricchezza di una terra. E di condividere una parte di se stessi.

Mariligia Di Stasio è una di loro: ama i social e li usa (e pure bene) e ha imparato ad amare l’Emilia Romagna (ricambiata). Pugliese, naturalizzata riminese, di sé ama dire che “Appena arrivata in Romagna scopro che il pane pugliese non esiste e che da lì in poi la scarpetta nel sugo l’avrei dovuta fare con la piadina”.

mariligia di stasio

“Per me Emilia Romagna vuol dire prima di tutto calore. Quel calore che mi ha permesso di sentirmi a casa nonostante il forte attaccamento alla mia terra di origine, la Puglia. Emilia Romagna è la buona cucina. Lasagne, Tortellini, Piadina, come si fa a dire di no ai piatti della tradizione Romagnola? Ogni piatto è un abbraccio materno, come quello delle regine della cucina romagnola, le “Sdore” Emilia Romagna è Arte, Cultura, Passione”.

La food photography: passione e professione
“Non sono una food blogger ma amo la fotografia e il cibo.  I social sono un’opportunità magnifica! Sono una vera appassionata, credo che rappresentino una rivoluzione al pari della Radio e della Tv negli anni passati. La creatività attraverso i social viene esaltata e soprattutto resa accessibile a molti. I social danno un’opportunità in più a chi vuole esprimere le proprie doti creative. Soprattutto Instagram credo abbia dato spazio a una passione come quella del food che per molti è diventato un business reale”. 

L’esperienza a SelfieDOP
“Ho deciso di partecipare perché seguo sempre con grande interesse le iniziative di Turismo Emilia Romagna. Mi occupo di Strategia Social e sono fondatrice di una community di professioniste del web, chiamate Le Asociali che, oltre a occuparsi di web e social, parla di eventi e novità del territorio romagnolo. Per questo motivo ho bisogno di essere sempre aggiornata sulle novità del momento. E questa mi sembrava una buona occasione per approfondire la conoscenza del mondo dei food blogger”.

 

Tags:

-

2 commenti

  1. Marinella

    Ciao il mio è un amore infinito per questa regione sogno di poterci andare a vivere in futuro grazie per lo sfogo permessomi

    1. Alessandra Pradelli

      Buongiorno Marinella, grazie per il commento e per l’amore per la nostra regione. La aspettiamo 😉
      Un saluto

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *