[Parlami di tER #189] Un giorno a Parma con The Italian Wanderer

 | 

[Parlami di tER #189] Un giorno a Parma con The Italian Wanderer


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Parlami di tER è una serie di racconti dall’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da persone che son natie, vivono o semplicemente si sono innamorate di questa singolare, bellissima, terra con l’anima.
Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto. Basta una mail a inemiliaromagna@aptservizi.com o un commento qui sotto!


Recentemente nominata dall’UNESCO come una delle Città Creative per la Gastronomia, Parma è la meta ideale per un weekend di fuga o una gita giornaliera in Emilia-Romagna. Ma cosa si può vedere in un giorno? Ecco la mia scelta delle migliori cose da vedere a Parma.

TEATRO REGIO
Un piccolo e delizioso teatro, riccamente decorato e vestito di rosso e oro, come nella tradizione italiana. È possibile visitare il teatro in piccoli gruppi guidati ogni ora e mezz’ora. Naturalmente, se sei l’unico a visitare il teatro in quel momento, come è successo a noi, si può essere così fortunati da fare un tour privato!
Teatro Regio Parma

CATTEDRALE E BATTISTERO
Situato in una piazza che permette di ammirare i due edifici in tutto il loro splendore, il Duomo e il Battistero di Parma sono due esempi eccellenti di architettura romanica. Tuttavia sono gli interni ad essere il vero fiore all’occhiello di queste due strutture.
La Cattedrale cattura l’attenzione dei visitatori con il suo soffitto splendidamente decorato e le piccole cappelle laterali. Il suo matroneo e la splendida cupola dipinta dal Correggio sono due delle sue caratteristiche più spettacolari. C’è anche un’affascinante cripta, ma è chiusa ai turisti in quanto è luogo esclusivo di preghiera.
Il Battistero ha una forma ottagonale, che simboleggia l’eternità. I suoi esterni sono in marmo rosa di Verona e rappresentano la fusione tra romanico e gotico. Il suo meraviglioso interno è costituito di affreschi mozzafiato, una cupola dipinta e una collezione di sculture.
Cattedrale di Parma Cattedrale di Parma

CHIESA DI SANTA MARIA DELLA STECCATA
Questa Chiesa a forma di croce greca è quella che mi ha stupito di più. È perfettamente simmetrica grazie alla sua struttura, ma i suoi interni sono la caratteristica migliore. Una splendida cupola, soffitti e pareti dipinte, ricche di dettagli e decorazioni. È veramente un capolavoro di arte e architettura.
Santa Maria della Steccata Parma

PARCO DUCALE
Ho trascorso solo un po’ di tempo nel Parco, dal momento che attualmente il Palazzo è sede dell’Arma dei Carabinieri. Le sue origini risalgono al 1561, ma il suo aspetto attuale è una struttura neoclassica Settecentesca.
Palazzo Ducale Parma Parco Ducale Parma

PALAZZO DELLA PILOTTA
Questo enorme complesso di edifici è sede della Biblioteca Palatina, del Teatro Farnese, di un Istituto d’Arte, di due Musei e della Galleria Nazionale di Parma. Questo vi può suggerire l’effettiva larghezza degli edifici della Pilotta.

ANTICA FARMACIA DI SAN GIOVANNI
Desideravo fortemente visitare l’Antica Farmacia, siccome sono molto affascinata dall’antica arte dell’alchimia e dalle procedure di trattamento delle erbe mediche, ma quando stavo per andare a visitarla ho scoperto che era chiusa! Colpa mia per non aver controllato prima, perché ho scoperto troppo tardi che è aperta solo in orari specifici. Quindi sono sicura che il posto è davvero affascinante e sorprendente, vi consiglio di visitarlo, ma non fate il mio stesso errore: controllare gli orari di apertura!

MONASTERO DI SAN PAOLO
Questo luogo è conosciuto per la Camera della Badessa, o Camera di San Paolo. Una piccola sala che ha ricevuto il piacere di essere decorato dagli affreschi del Correggio, il talentuoso pittore italiano che ha eseguito anche gli affreschi nella Cattedrale della città.

Non ho avuto la possibilità di visitare questi ultimi due posti, ma lo farò senza dubbio la prossima volta che visiterò Parma.

Parco Ducale Parma

The Italian Wanderer è Naike Mulas. È la sua anima di esploratrice che viene fuori e sente la necessità di muoversi e scoprire nuovi luoghi, nuove cose, nuove persone, ma anche di tornare in luoghi noti e vederli con occhi diversi. Nasce così The Italian Wanderer, un progetto basato principalmente sull’Italia e sui suoi angoli, tradizioni, paesaggi.”
The Italian Wanderer è un blog, presente anche su Facebook, Twitter, Instagram.
L’articolo originale, tradotto dall’inglese, è qui.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *