Arte in Emilia Romagna: tutti gli appuntamenti

 | 

Arte in Emilia Romagna: tutti gli appuntamenti


Tempo stimato di lettura: 4 minuti

Chi lo ha detto che i panorami di primavera sono quelli solo all’aperto?
Il mese di giugno in Emilia Romagna è il mese dell’inizio dell’estate, dell’apertura degli stabilimenti della Riviera, dei pomeriggi al parco ed in collina, ma è anche uno dei mesi più ricchi di appuntamenti ed eventi dedicati all’arte di tutto l’anno.
Dai colori di Joan Mirò a Fotografia Europea e fino ad arrivare a Vasco Rossi e all’arte ingegneristica della Formula 1, l’Emilia Romagna a giugno apre le sue sedi più prestigiose per far posto alle esposizioni artistiche.

Per aiutarvi meglio tra i tanti eventi d’arte come al solito la redazione di Turismo Emilia Romagna ha selezionato sei appuntamenti, sei eventi che vanno dall’arte classica alle nuove istallazioni multimediali, dagli affreschi ai grandi divi della Musica POP.

Reggio Emilia – Fotografia Europea


Arte

Fotografia Europea

Non ha più bisogno di presentazioni il Festival di Fotografia Europea, evento dedicato all’arte in pellicola giunto oramai alla sua XII edizione. Il tema di questa edizione 2017 scelto dalla direzione è stato “Mappe del tempo. Memoria, archivi, futuro” e gli artisti sono stati chiamati a testimoniare con le immagini il loro approccio critico e creativo al tema dell’archivio come sintesi tra idea di storia, memoria, lettura del presente e visione del futuro.
Fotografia Europea quest’anno si presenta con 30 esposizioni in programma nel circuito ufficiale e centinaia di eventi, spettacoli incontri e conferenze del circuito OFF [Qui tutto il programma]

Bologna – Joan Mirò + Vincent Van Gogh


Arte

Joan Mirò – Bologna

La città di Bologna si candidata anche quest’anno a capitale regionale dell’Arte mettendo in mostra be due esposizioni di indubitabile valore: la mostra dedicata all’artista catalano Joan Mirò e la mostra multimediale dedicata al genio di Van Gogh.
Fino al 17 settembre 2017 a Palazzo Albergati di via Saragozza 28 troverete i colori e le forme fantastiche di Joan Mirò: pittore, scultore e ceramista tra i più importanti del XX secolo. Oltre 130 opere racconteranno il viaggio artistico di Mirò attraverso gli eccezionali prestiti della Fondazione Pilar e Joan Miro di Maiorca.

Arte

Van Gogh Alive! – Bologna

Dopo il successo in Australia, Stati Uniti, Russia e dopo aver spopolato a Roma arriva anche a Bologna la grande Mostra Multimediale dedicata a Vincent Van Gogh.
Allestita nei suggestivi spazi dell’ex chiesa di San Mattia, la mostra “Van Gogh Alive – The Experience“, è una esperienza multisensoriale che offre la possibilità di entrare all’interno delle opere del pittore olandese. Sincronizzate con una potente colonna sonora, più di 3.000 immagini di grandi dimensioni creeranno un allestimento elettrizzante che riempirà schermi giganti, pareti, colonne dal soffitto fino al pavimento, immergendo completamente il visitatore nei colori vibranti e nei dettagli intensi che caratterizzano lo stile di Van Gogh.

Forlì – Art Decò


Arte

Forlì – Art Decò

Un gusto, una fascinazione, un linguaggio che provengono dagli anni venti del secolo scorso. Uno stile di vita mondano, eclettico, internazionale che, a cavallo tra le due guerra, ha profondamente influenzato l’estetica e la percezione di un secolo.
La mostra dedicata all’Art Decò allestita presso i Musei San Domenico di Forlì non è solo una straordinaria esperienza estetica, ma anche uno spaccato della società dei primi anni venti del 1900, con i suoi nuovi miti e nuove abitudini che di lì a poco avrebbero lasciato il posto al tetro orizzonte dei totalitarismi.
Il gusto Déco fu stile pubblico e privato, delle sale cinematografiche, delle stazioni ferroviarie, dei teatri, dei transatlantici, dei palazzi pubblici, ma anche delle grandi residenze borghesi in cerca di fuga e distacco dalle atrocità della prima guerra mondiale. Un formulario stilistico, dai tratti chiaramente riconoscibili ancora oggi , che ha influenzato a livelli diversi tutta la produzione di arti decorative negli anni Venti e che oggi torna a far capolino tra le grafiche ed il design dei grandi marchi del web.

Modena – Vasco


Arte

Modena – Vasco

Dopo gli allestimenti di Torino, Lucca e Bari, la grande mostra dedicata ad uno dei più rappresentativi cantanti degli ultimi 30 anni torna a casa, a Modena.
Un percorso espositivo che, alternandosi tra tradizionale e tecnologico, ripercorre in ordine cronologico la lunga e celebrata carriera di Vasco: dagli esordi ad oggi, attraversando, anno per anno, i successi discografici e le leggendarie esibizioni live, fino alle immagini esclusive “in tempo reale” della preparazione del grande evento MODENA PARK del primo luglio.
Negli oltre 1.000 mq del Foro Boario di via Bono da Nonantola, sede espositiva della prestigiosa Fondazione Fotografia Modena, saranno raccolti oltre 500 scatti dʼautore e più di 20 ore di video di concerti e filmati rari e inediti, manoscritti e testi autografi di canzoni, dischi rari, manifesti  ed gli abiti di scena.
Insomma una esperienza imperdibile per i fan di Vasco.

Piacenza – Guercino


arte

Piacenza – Guercino

Fin al 4 giugno presso la bellissima cornice di Palazzo Farnese a Piacenza potrete ancora ammirare l’esposizione del celebre pittore settecentesco Giovanni Barbieri, detto il Guercino. Conosciuto in Italia, ma autentica celebrità all’estero il Guercino è oggi uno dei più quotati artisti italiani del XVIII secolo e tra le figure più singolari e curiose della storia dell’arte.
Se poi siete amanti di esperienze mistiche ed esteticamente forti, vi consigliamo di non perdere la possibilità di ammirare gli affreschi del Guercino nel Duomo di Piacenza; per l’occasione infatti è possibile salire all’interno della cupola del Duomo per poter vedere da vicino le opere del Pittore di Cento.

Imola – La Formula 1


arte

Imola – Formula 1

Ingranaggi, perfette mescolanze di materiali e fluidi con un unico obbiettivo: fendere l’aria il più velocemente possibile.
Chi lo ha detto che anche la Formula1 non si debba considerare un’arte?
Ad Imola, sede dello storico circuito automobilistico, sono di questo parere e fino al 12 giugno presso il Museo Checco Costa dell’Autodromo Enzo e Dino Ferrari potrete ammirare la mostra “Imola Formula Uno 1963-2006: la storia continua”: un vero e proprio viaggio nel tempo, quando le macchine erano ancora oggetti di artigianato meccanico ed i piloti figure quasi eroiche che sfidavano le leggi della fisica.
L’esposizione vi accoglierà con le monoposto della storia delle corse, da quella di Juan Manuel Fangio e quella di Schumacher, e con una speciale sezione dedicata alle scuderie della MotorValley, come la mitica Minardi di Faenza, oggi Toro Rosso, che ogni anno raduna appassionati e tifosi nel suo imperdibile Minardi Day.

Tags:

- -

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *