WineFoodFestival: il gusto continua!

 | 

WineFoodFestival: il gusto continua!


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

L’autunno in Emilia-Romagna è davvero la stagione dei sapori! Fino a dicembre sono tantissime le feste e le sagre dedicate ai prodotti tipici di stagione e oggi siamo di nuovo qui a raccontarvi gli eventi del WineFoodFestival di questa settimana.

Lungo la Strada del Fungo Porcino, in Alta Valtaro -provincia di Parma-, continua l’Autunno a tavola con il Porcino: fino a fine ottobre sarà possibile unire la scoperta del territorio e dei sei comuni che compongono la zona (BedoniaBercetoBorgotaroAlbaretoCompianoTornolo) alla degustazione dei sapori e della qualità gastronomica locale. Tra una visita e una passeggiata, potremo coccolare le nostre papille con i  menù a tema proposti dai ristoratori, in una vera maratona del gusto dedicata al Porcino di Borgotaro IGP e a tutti i numerosi prodotti tipici [castagne, pasta fresca, insaccati…].

Sull’Appennino bolognese continua la Tartufesta, festival gastronomico dell’autunno che ha come indiscusso protagonista il Tartufo bianco pregiato dei Colli bolognesi. La manifestazione proseguirà fino a metà novembre muovendosi tra i comuni della zona e portando con sè i suoi prelibati menù, mercatini e spettacoli.
Questa settimana è il programma è dedicato a:
Pianoro [20 e 21 ottobre] con la mostra micologica “I Funzaru”, musica & spettacoli, gli immancabili stand gastronomici e domenica il mercato dei prodotti tipici e del bosco;
Monzuno [21 ottobre] con stand gastronomici in piazza e iniziative a tema nelle librerie locali;
San Benedetto Val di Sambro [21 ottobre] con stand gastronomici in piazza, il concerto de “Le Pive nel Sacco” e il mercato dei prodotti tipici e dell’artigianato medioevale.
Qui il programma completo degli eventi, dei mercatini e delle visite guidate.

Anche i ristoranti e gli agriturismi della zona partecipano al festival con menù e degustazioni, impegnandosi a rispettare prestabilite caratteristiche di qualità; per esempio i piatti devono far riferimento alla tradizione, essere equilibrati nei sapori per esaltare al meglio le prerogative organolettiche del Tartufo e non sono concesse mescolanze con specie di tartufo meno pregiate.
Chi vuole può anche partecipare al concorso fotografico a tema: il concorso premierà gli scatti che meglio illustrano il territorio, il paesaggio, le genti e le tradizioni culinarie del Tartufo, attraverso i colori dell’autunno; qui tutte le info riguardo le modalità di partecipazione, i premi in palio e la premiazione [scadenza invio foto venerdì 16 novembre].

Continuando a parlare di tartufo, a Sant’Agata Feltria –provincia di Rimini- anche in questa domenica troviamo la 28ima edizione della Fiera nazionale del Tartufo bianco pregiato, la manifestazione nata per valorizzare le eccellenze gastronomiche del territorio in un’atmosfera coinvolgente e..profumata!
Passeggiando tra le vie e i monumenti del borgo, negli stand allestiti per l’occasione potremo trovare, oltre al tartufo bianco di Sant’Agata, l’inimitabile formaggio di fossa di Sant’Agata, le tradizionali castagne del Montefeltro e il vino prodotto delle aziende vitivinicole locali. Inoltre, accanto alla bancarelle dei prodotti autunnali, ci saranno quelle con i manufatti dell’artigianato rurale ed artistico. La fiera è ovviamente anche un’opportunità per gustare numerose specialità a base di tartufo e funghi nel capannone dei ristoranti e nei ristoranti aderenti.
Il programma di questa domenica prevede alle ore 15 la premiazione del miglior tartufo presente in fiera e gli spettacoli itineranti della Sound Records Band.

Concludiamo la nostra panoramica gastronomica regionale con la 13ima edizione della Festa del Pane Panarea a Bondeno -provincia di Ferrara-. Panarea è l’area tra il fiume Po e il fiume Panaro -nel cui cuore della quale si trova Bondeno- dove affonda le sue radici la tradizione della coppia, una delle 17 perle del ferrarese. La ciupeta è il più antico pane italiano di cui si abbia traccia nei secoli ed ha attualmente ottenuto dalla Comunità Europea il riconoscimento di prodotto IGP.

Panarea è una via di mezzo tra una fiera e una sagra; il programma infatti prevede una grande area espositiva con un laboratorio di panificazione; uno spazio dedicato a tutti i prodotti da forno, dalla pizza ai pasticcini, e un ristorante. Durante la Festa verranno proposte antiche ricette e si svolgeranno numerosi spettacoli e convegni, momenti di incontro e confronto sia per i visitatori che per gli addetti ai lavori.
La Festa del Pane si svolge in contemporanea alla Sagra del Tartufo, dedicata al tartufo bianco della Golena di Gamberone, organizzata dall’Associazione Tartufai Bondeno “Al Ramiol”.

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

2 commenti

  1. Copelli. Marie Rose

    Vorrei sapere la riveta d’elle Bariline (miche) d’Emilia Romagna. Grazie

    1. Elisa Mazzini

      Ciao Maria Rose, puoi ripeterci cosa stai cercando?
      Grazie e a presto,
      Elisa – Staff TER

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *