Un weekend di SuperZampone a Modena e Castelnuovo Rangone

 | 

Un weekend di SuperZampone a Modena e Castelnuovo Rangone


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

Se volete allegria, mangiate modenese, lo zampone dà gioia ad un animo triste” (Emile Zola).

Questo weekend lo dedichiamo a uno degli insaccati più amati e tradizionali del periodo invernale: lo Zampone di Modena IGP! Questo prestigioso bollito, tipico della nostra tavola natalizia, è considerato (e a ragione) il padre di tutti gli insaccati: pensate che quest’anno compie ben 502 anni di vita!
Si narra che l’origine dello Zampone si debba all’ingegnosità del popolo di Mirandola che nel 1511, per evitare che i maiali cadessero nelle mani degli invasori, ne insaccarono le carni macinate nella cotenna e nelle zampe 🙂
Secondo i dettami dell’antica ricetta, lo Zampone è ottenuto da carni di suino selezionate unite alla cotenna; l’impasto è quindi aromatizzato con pepe o altre spezie ed insaccato nella pelle della zampa anteriore del maiale. Riconosciuto dal 1999 come prodotto IGP, lo Zampone è oggi tutelato da un Consorzio che ne garantisce il rispetto di elevati standard qualitativi.

Questo weekend la città di Modena e il vicino borgo di Castelnuovo Rangone lo celebrano con un ricco calendario di iniziative.

Sabato 7 Dicembre nella Piazza Grande di Modena si svolgerò la 3ª Festa dello Zampone e del Cotechino di Modena IGP: tra le iniziative segnaliamo la lezione-degustazione che lo Chef Massimo Bottura terrà per i bambini e i ragazzi delle scuole modenesi (ore 11.00), lo show cooking dello Chef Massimiliano Telloli (ore 15.30) e le degustazioni di Cotechino, Zampone e altri prodotti DOP/IGP locali (ore 12>13 e 17.30>18.30).

Domenica 8 Dicembre arriva invece l’evento clou della 25ª Festa dello Zampone più Grande del Mondo nella Piazza Papa Giovanni XXIII di Castelnuovo, che dal 1991 ne detiene il record mondiale, iscritto al Guinness dei primati. Lo Zampone di questa edizione pesa 7.2 quintali ed è stato cotto per tre giorni e tre notti dai Maestri Salumieri di Castelnuovo!
Alle 12.00 l’enorme insaccato verrà tagliato e distribuito gratuitamente a tutti i presenti, insieme ad un contorni di fagioli, ParmigianoReggiano e Lambrusco.
Il programma della giornata prevede anche stand gastronomici con piatti tipici (crescentine, borlenghi, tigelle, ecc), vendita di prodotti gastronomici locali, visite guidate al MUSA -il nuovissimo Museo della Salumeria (su prenotazione)- e un’esposizione di moto d’epoca. Questo weekend il borgo inaugura anche il suo clima natalizio grazie all’accensione delle luminarie nelle vie del centro storico, il concerto di brani gospel (ore 14.30), il mercatino di Natale e di artigianato artistico.

L’evento rientra nel calendario del WineFoodFestival 2013, che sta per giungere al termine: il prossimo sarà l’ultimo weekend, con la 14ª edizione del Cicciolo d’oro, la grande festa della norcineria emiliana, a Campagnola Emilia (RE).

Di seguito gli altri appuntamenti gastronomici del weekend:
Trofeo del Tortellino di Castagna (dolce natalizio dell’Appennino Reggiano) a Carpineti (RE)
la Sagra del Tortellino a Calderara di Reno (BO)
Chiamatemi Signor Maiale a Argenta (FE)
la Sagra del Torrone a Faenza (RA)
L’oro della Valmarecchia a Verucchio (RN)

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *