Visioni Italiane: una nuova edizione da oggi a Bologna

 | 

Visioni Italiane: una nuova edizione da oggi a Bologna


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

È il ventunesimo anno che alla Cineteca di Bologna approda Visioni Italiane, concorso nazionale per corto e mediometraggi che si svolge nella settimana da mercoledì 25 febbraio a domenica 1 marzo. Il proposito di questa conquista, maturata negli anni, è quello di dare spazio ai giovani autori e ai loro lavori. Si viene a creare una trama di incontro e confronto, di riflessione e dibattito tra autori e pubblico per evitare che queste opere, le idee e gli sforzi alla base, rimangano invisibili. Corpi, voci, musiche, storie, racconti, persone si trovano intrecciati in cortometraggi, documentari, film sperimentali e opere d’esordio alla ricerca di attenzione, ascolto e distribuzione.

Il programma del Concorso è strutturato in base a diverse sezioni: Visioni Italiane dedicata a corto e mediometraggi; Visioni DOC sui documentari; Visioni Ambientali incentrata su film di carattere prettamente ambientale; Visioni Acquatiche interessata al tema dell’acqua quale bene prezioso e importante; Visioni Sarde che comprende lavori di vario genere realizzati da giovani autori sardi; Visioni Urbane legata alla mutazione del paesaggio urbano nelle città e infine il Premio Luca De Nigris che si occupa di video creati nelle scuole della regione Emilia Romagna. Oltre alle proiezioni quotidiane dei lavori in concorso ci sono numerose iniziative satellite a condire le singole giornate.

Nella serata di mercoledì 25 viene presentato un omaggio a Lucio Dalla dal titolo Senza Lucio; nelle giornate di venerdì e sabato si svolge il workshop Produrre cinema indipendente in Europa: le coproduzioni; nel pomeriggio di venerdì il protagonista è il Maestro Frederick Wiseman con una lezione di cinema e la visione di National Gallery. Il Concorso termina domenica sera con la premiazione delle migliori opere per ciascuna categoria, a cui segue la proiezione di Qualcosa di noi, film realizzato dalla regista Wilma Labate.

I luoghi del Festival sono il Cinema Lumière e la Sala Auditorium, presso la Piazzetta Pier Paolo Pasolini a Bologna. Il costo del biglietto giornaliero è di 5€, ridotto 4€. Per le proiezioni di Senza Lucio, National Gallery e Qualcosa di noi il costo è 6€, ridotto 4,50€.

Buona Visioni.

Autore:

Un commento

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *