Vino al Vino – Sagre e feste dell’Emilia Romagna

 | 

Vino al Vino – Sagre e feste dell’Emilia Romagna


Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Settembre, il mese di passaggio tra l’estate e l’autunno, è anche il mese in cui si rinnova l’antico rito della vendemmia.
Secoli di sapere popolare condensati nei pochi giorni della raccolta e pigiatura dell’uva, perfezionati da maestri che tramandano da generazioni metodi e segreti di un’arte antica e che ha plasmato negli anni il paesaggio di colline e declivi dell’Italia intera.

Il vino è la poesia della terra” diceva Mario Soldati e cosi come non esiste una poesia uguale all’altra, cosi ogni territorio dà origine ad un vino unico. L’Emilia Romagna non fa certo eccezione, attraversando infatti la Via Emilia da Piacenza a Rimini è possibile ammirare vigneti diversissimi: alcuni meno conosciuti, altri tra i più famosi e apprezzati al mondo.  Per festeggiare questo antico rito sono sorte qui e lì feste e sagre, momenti di celebrazione delle colture locali che spesso si collocano alla fine delle fatiche della vendemmia e che in molti casi viene effettuata anche a mano.

Ecco che oggi allora vi segnaliamo alcune delle feste più importanti in Regione, feste dell’uva e del vino che celebrano il prodotto principe locale certo, ma che a ben guardare sono l’esaltazione di un rapporto più profondo; il rapporto che l’uomo ha sempre intrattenuto con la natura ed i frutti dei nostri luoghi.

Vino

Vigne di Castelvetro di Modena
Foto di Fabio Nacchio

E’ percorso alla scoperta dei vini della Val Tidone è quello proposto da quattro località della vallata piacentina –Borgonovo Val Tidone, Ziano, Nibbiano, Pianello – all’insegna della tradizione enogastronomica e con la guida di esperti sommelier. Alla 6° edizione del Valtidone Wine Fest” sono tanti gli appuntamenti culturali e gli spettacoli che si accompagnano alle degustazioni di ortrugo, gutturnio, malvasia e passiti. Chef stellati si esibiscono in entusiasmanti showcoocking, visite guidate portano i visitatori a conoscere le tradizioni e la storia della Valtidone, gustose cene presentano i piatti tipici della tradizione piacentina, per una rassegna ricca di sapori.4, 11, 18, 25 settembre.

Se volete rivivere la tradizione e sperimentare voi stessi l’esperienza di pigiare l’uva con i vostri piedi, ecco che al Castello di Gropparello (Pc) non manca anche questa occasione. Sulle prime colline della Val Vezzeno, dove le molte terre sono coltivate a vigneto, ogni domenica del mese di settembre potrete gustare i vini D.O.C. locali ma anche partecipare alle visite guidate del Castello. I bambini potranno giocare nel Parco delle Fiabe vivendo fantastiche avventure in costume. 4, 11, 18, 25 settembre.

Vino

Colline Modenesi
Foto di Fabio Nacchio

Il cuore storico di Castellarano, sulle colline reggiane, con la sua preziosa cinta muraria, la ben conservata Rocchetta del XV secolo ed il Castello merlato, rende omaggio all’uva ed al suo prodotto con un intero fine settimana di musica e ballo, mercatino medievale e giochi di un tempo, mercato ambulanti e hobbisti, menù speciali e antichi mestieri.  Per i più piccoli non mancheranno un mercatino dedicato ed uno spazio giochi tutto da scoprire. La cena medievale ed il corteo storico ci faranno rivivere gli antichi fasti. L’ultima sera non c’è modo migliore per terminare la giornata se non ammirando lo spettacolo di fuochi e colori che dipingeranno il cielo. 14-18 settembre.

La festa continua alla Sagra provinciale dell’uva” di Riolo Terme, nell’entroterra ravennate, fra degustazioni gratuite, ricchi punti ristoro, mercatini dei prodotti locali e tanta buona musica.  16-18 settembre.

Compie 61 anni laFesta dell’uva” di Castenaso, nella pianura bolognese. Per festeggiare l’arrivo dell’autunno e dei suoi prodotti è ampio il calendario di eventi in programma, con spettacoli musicali, teatrali, tornei sportivi, mostre artistiche, mercatino degli ambulanti. Le serate sono allegramente “invase” dalle “Notti bianche nella festa dell’uva” e i loro sfiziosi aperitivi, degustazioni e assaggi. 16-19 settembre.

vino

Vigneti di Romagna Foto di @ElisaMazzavillani

Altro evento gourmet vi aspetta a fine settembre a San Giovanni in Marignano (Rn), con il “Capodanno del vino”. Il borgo si fa protagonista di un evento appositamente creato per dare il benvenuto al vino nuovo, una festa in omaggio al prodotto principe del territorio marignanese frutto di secoli di tradizione. Al Palio della Pigiatura le contrade marignanesi, tutte rappresentate da una coppia, uomo e donna, si sfidano a colpi di piedi per assicurarsi il Palio di Marignano. Un’occasione unica che rievoca le feste nell’aia quando la comunità celebrava i momenti forti della vita contadina, in particolare la buona riuscita della vendemmia. 25 settembre.

Castelvetro, borgo collinare della provincia modenese, è un paese tradizionalmente legato alla sua produzione vitivinicola ed in particolare alla produzione del Lambrusco Grasparossa.
Anche quest’anno, dal 1
7 al 25 settembre
2016, torna la Sagra dell’Uva e del Lambrusco  di Castelvetro nel cuore del centro storico del paese, dove 14 aziende locali presenteranno i propri prodotti. Come sempre per l’accesso alla manifestazione bisognerà acquistare il “kit Sagra dell’Uva” (calice in vetro con tracolla, carnet per assaggi e mappa del percorso) e sarà inoltre possibile conoscere da vicino alcune cantine partecipando agli “Incontri con il produttore”, momenti di approfondimento mirati alla conoscenza dell’azienda e dei suoi prodotti che si terranno presso Oratorio S. Antonio da Padova.

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *