Un weekend… sulle strade del Pirata

 | 

Un weekend… sulle strade del Pirata


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

Questo weekend vi portiamo sulle strade di Marco Pantani, lungo i suoi percorsi di allenamento, quelli in cui si preparava per affrontare le micidiali settimane del Giro d’Italia e del Tour de France
Partiremo dalla città del Pirata, Cesenatico, per poi attraversare la Romagna e, una volta sconfinato nelle Marche, affrontare la mitica salita del Cippo, vero e proprio santuario per ogni amante del ciclismo. 

Un percorso che si snoda tra mare, pianura e colline di Romagna, attraverso due Regioni italiane, tra territori affascinanti e panorami mozzafiato. 
Non sta certo a noi descrivere la salita del Monte Carpegna e forse, meglio di tante parole e ricordi, vale la pena leggere quello che ne diceva lo stesso Pantani,  allorché gli veniva chiesto come mai preferisse allenarsi proprio su quel monte invece che sui micidiali passi alpini. 
Una descrizione familiare, scevra da ogni autocelebrazione, insomma la descrizione che fa un romangolo delle sue colline… 

“‘Sul Carpegna che ho preparato tante mie vittorie. Non ho bisogno, prima di un Giro o di un Tour, di provare a una a una tutte le grandi salite.
Una sola volta, se ricordo bene, sono andato a dare un’occhiata in anticipo al Mortirolo e al Montecampione. Ma in macchina. E non mi e’ servito neanche molto.
Il Carpegna mi basta. Da Coppi in poi e’ una salita che ha fatto la storia del ciclismo e ogni tanto anche il Giro c’e’ passato. Io non le conto più le volte che l’ho fatta, allenandomi. Direte che sono un tradizionalista.
Forse si.
Sempre ad allenarmi sulle stesse strade di casa. Sempre a spingere gli stessi rapporti, gli stessi che uso in corsa. Sempre in giro senza borraccia, perché mi bastano quelle quattro fontane che so io dove sono. Una proprio a Carpegna.
” 
Marco Pantani

Buon weekend

Mappa percorso:

 

 

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *