Un weekend a festeggiare la Pasqua a Rimini

 | 

Un weekend a festeggiare la Pasqua a Rimini


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

“Natale con i tuoi, Pasqua con chi vuoi”, si dice, ebbene, questa Domenica speriamo in tempo clemente e dedichiamo il nostro set fotografico a Rimini.
In questa città fulcro della Riviera, infatti, la Pasqua è molto più di una festa religiosa o un appuntamento familiare: è un’occasione per richiamare a sé i tanti visitatori che accorrono a centinaia attirati dalle molteplici proposte.
Volendo anche visitare qualcosa di particolare, la nostra prima tappa è Piazza Cavour, considerata il salotto della città sin dal Medioevo perché vi si trovano gli edifici pubblici più importanti. (Noi abbiamo scaricato qui l’audioguida prima di arrivare)
Ci troviamo di fronte uno spettacolo senza pari: con le spalle alla Via del Corso da destra il palazzo Garampi, il palazzo dell’Arengo, datato addirittura 1204 e il Palazzo del Podestà. Scopriamo che dall’ arco gotico centrale di quest’ultimo pendeva la corda per le impiccagioni pubbliche. Infine, imponente e magnifico, il Teatro Galli, inaugurato da Giuseppe Verdi nel 1857 e la Vecchia Pescheria: un lungo corridoio percorso da panche di marmo che fungevano da banconi per la vendita delle telline e delle “poveracce” ossia le vongole.
Ma il vero fulcro della piazza è la fontana della Pigna.
Su di essa un’iscrizione ci insegna che il suono della caduta d’acqua delle sue quindici cannelle, colpì Leonardo da Vinci, durante un suo passaggio in città anel 1502 al seguito di Cesare Borgia.
Al centro della piazza, nel 1614, venne eretta la Statua di Papa Paolo V di Nicolas Cordier. La curiosità relativa a questa statua risale all’età napoleonica, quando, per sfuggire alle distruzioni, venne “trasformata” in una statua per San Gaudenzo. Ancora oggi viene spesso frainteso il soggetto originale con il santo patrono della città.

In questa magica piazza, in occasione della Pasqua, viene allestito un mercatino.Troviamo infatti banchetti con vari articoli da regalo e dolciumi che da piazza Cavour arrivano fino al Lungomare Tintori.
(Potete trovare qui tutte le informazioni sul mercatino pasquale di Rimini)

Continuiamo la nostra passeggiata e ci troviamo sulla spiaggia di Rimini tra piazzale Kennedy e piazzale Tripoli, in corrispondenza del bagno numero 34 per il Paganello 2013. (Informazioni più dettagliate su come raggiungere l’evento cliccate qui)
Il Paganello è un torneo di frisbee, più per la precisione di due discipline: il Beach Ultimate, lo sport a squadre giocato con il frisbee e il Freestyle, la disciplina praticata individualmente, a coppie o in tre. Nato come un fine settimana tra amici, il Paganello è diventato uno dei tornei di maggiore fama dello scenario mondiale, con squadre e freestylers addirittura dagli Stati Uniti, dalla Russia, Svezia, Canada e Inghilterra che scelgono l’arena di Rimini per sfidarsi e divertirsi.
Ma siamo a Rimini, e qui la notte ravviva il divertimento invece di spegnerlo e sulla spiaggia del Paganello ci sono concerti, feste, c’è il vino e l’immancabile piadina. (Per tutti gli eventi in programma tra Pasqua e Pasquetta, cliccate qui)

Che dire di più? Per trascorrere una Pasqua diversa dal solito, partendo dalla storia dell’arte fino alla night life, Rimini è la nostra meta. Ci vediamo là?

Tags:

- - -

Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *