Tuttinbici 2010!!! Tra sport, natura, cultura e gusto

 | 

Tuttinbici 2010!!! Tra sport, natura, cultura e gusto


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

La Rocca di Fontanellato

Il Castello di Fontanellato

Nell’attesa che il cielo grigio di oggi si rassereni, e speriamo sia prestissimo, qui in redazione non vediamo l’ora di risalire in sella! E non di certo per correre in ufficio (e beccare irrimediabilmente l’acquazzone…leggete questa mattina) ma per esplorare nuovi angoli della nostra bellissima regione!
Oggi vi vogliamo parlare di Tuttinbici 2010, il calendario di escursioni guidate in bicicletta che vi porterà alla scoperta della Bassa Parmense, un territorio davvero meraviglioso!
Non ci credete??? Ecco 3 buoni motivi:

1. La Natura.  Vogliamo innanzitutto ricordarvi gli ampi spazi che caratterizzano la bellezza naturale di questo territorio: dai meandri del Grande Fiume, il Po, al fiume Taro, passando per l’Oasi Lipu di Torrile, rifugio per migliaia di uccelli (e dove poter fate birdwatching con notevole soddisfazione) e per i Boschi di Maria Luigia a Torricella di Sissa .

2. I Castelli. Pedalando per la Bassa Parmense ci si può imbattere in uno dei tanti meravigliosi Castelli che ospitarono i Signori di un tempo e che ora sono aperti ai visitatori: dalla Reggia di Colorno, che fu residenza di campagna dei Duchi di Parma, al castello di Fontanellato (nella foto),  antica residenza della famiglia Sanvitale, alla Rocca Meli Lupi di Soragna, a quella dei Rossi a San Secondo, passando per quella di Roccabianca .

3. I Sapori. Non possiamo non menzionare le delizie che nascono in questa terra, tra tutte Culatello di Zibello e Fortana del Taro.  E qui non c’è bisogno di aggiungere altro.

Dubbiosi? Abbiamo i testimoni…e che testimoni! A testimonianza di tutta questa bellezza troviamo infatti le opere e l’ispirazione dei grandi personaggi  che in queste terre nacquero: da Giuseppe Verdi, a cui il Comune di Busseto ha dedicato la piazza principale e il piccolo Teatro (e sono inoltre conservate e visitabili a Roncole Verdi la casa dove nacque, e Villa Sant’Agata, dove visse) a Giovannino Guareschi, nei cui scritti rivivono le atmosfere e i paesaggi della campagna attorno a Fontanelle. Chiudiamo quindi con una frase di Guareschi, citata sul sito ufficiale di Tuttinbici (e siamo riusciti a fare una citazione della citazione…), che ci fa capire come la Bassa Parmense sia tutta da esplorare in bicicletta:

“Nella Bassa la bicicletta è una cosa necessaria come le scarpe, anzi più delle scarpe perché mentre uno anche se non ha le scarpe ma ha la bicicletta può andare tranquillamente in bicicletta, uno che ha le scarpe ma non ha la bicicletta deve andare a piedi.”
La bicicletta – Don Camillo e il suo gregge (Mondo piccolo), 1953 – Giovannino Guareschi

…ma se voi non avete la bici, tranquilli! Potete comodamente noleggiarla qui.

Autore:

2 commenti

  1. rosanna

    oggi ero a parma,,sempre bella

    1. Giovanni

      Lo puoi dire forte Rosanna….le nostre città d’arte sono veramente una più bella dell’altra!

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *