Trekking urbano: a spasso tra i segreti di Forlì

 | 

Trekking urbano: a spasso tra i segreti di Forlì


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

immagine-22Gli antichi le chiamavano passeggiate, noi che siamo moderni preferiamo parlare di “trekking urbano”. Ma al di là dei nomi la sostanza non cambia molto, perché l’idea è sempre quella di “scoprire” il centro storico delle nostre città camminando- e camminando ritrovare angoli e storie che la corsa quotidiana ci impedisce di vedere.
E il trekking urbano è indubbiamente una tendenza turistica molto popolare. Così popolare che ci sono già oltre 30 città affiliate all’Associazione Nazionale omonima, e per sabato 31 Ottobre è stata indetta addirittura una Giornata Nazionale dedicata al fenomeno.

Si inserisce in questa cornice l’iniziativa del Comune di Forlì che, in occasione della Giornata Nazionale, propone a turisti e cittadini un’originale immersione nei segreti della città e- in particolare- nelle vicende della celebre Caterina Sforza, signora del centro romagnolo nel periodo a cavallo tra Quattro e Cinquecento . L’iniziativa, che porta il suggestivo titolo di L’altra faccia di Caterina, prevede un itinerario volutamente “misterioso” tra gli angoli meno conosciuti del centro storico, e tra le storie meno novellate legate alla nobile signora. Due le opzioni di tour previste nel programma: la prima, pensata per i più piccoli, prende il via alle ore 16 da Piazza Saffi ed ha una durata di 90 minuti. La seconda, più lunga e “tenebrosa”, prevede due ore e mezza di esplorazione negli angoli meno conosciuti del capoluogo fino all’epilogo sotto la Rocca di Ravaldino, dove si terrà una rievocazione storica. In questo secondo caso le partenze sono ben tre (19.30, 20.15, 21.00), tutte e sempre da Piazza Saffi. Maggiori informazioni sono disponibili presso lo IAT Forlì e presso l’Ufficio Relazione con il Pubblico comunale.

PS: non potete raggiungere Forlì nel fine settimana? niente paura: ci sono iniziative di trekking urbano anche a Bologna, Ferrara e Ravenna! =)

Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *