[Terrabici] L’Emilia-Romagna è sempre più bike

 | 

[Terrabici] L’Emilia-Romagna è sempre più bike


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Nasce all’interno del progetto Bike Experience promosso da Apt Servizi e dalle quattro Unioni di Prodotto, “Terrabici”, il nuovo club di prodotto regionale bike, per lo sviluppo del turismo pensato per gli appassionati delle due ruote.

Solo nell’anno 2013 nella regione Emilia Romagna si sono registrati circa 300mila arrivi di turisti bike per un totale di circa 1,4 milioni di presenze. E’ da queste premesse che gli operatori turistici dell’Emilia Romagna specializzati in cicloturismo hanno fondato “Terrabici”, un club di prodotto specializzato nell’offerta turistica dedicata al bike, con il preciso impegno nella destagionalizzazione, aumento dell’occupazione delle camere, valorizzazione del territorio, promozione del turismo eco-sostenibile e differenziazione della clientela.

10665790_782053885179275_4947417338290420205_n

Il nuovo Consorzio, presentato agli operatori turistici il 9 settembre a Cesenatico, avrà il compito di commercializzare a livello internazionale, località e territori dell’Emilia Romagna come destinazioni bike, presentando un’offerta unica per una domanda cicloturistica sempre più in crescita.

Un trend confermato dai positivi dati 2013 dove in Emilia Romagna – seconda regione italiana dopo il Trentino Alto Adige per presenze cicloturistiche – sono stati registrati 300mila arrivi di turisti bike per un totale di circa 1,4 milioni di presenze. Una clientela che è per l’85% straniera (proveniente in prevalenza da Germania, Benelux, Austria, Gran Bretagna, Svizzera, Francia, Stati Uniti, Scandinavia, Canada, Australia) e che trova ospitalità nelle circa 300 strutture ricettive regionali specializzate.

In Emilia Romagna la lungimiranza di alcuni operatori turistici ha portato infatti, nel corso degli anni, alla creazione di alcuni tra i club di prodotto di maggior successo in Italia dedicati agli amanti della bicicletta ed in grado di offrire servizi di qualità in un territorio tutto da scoprire. La nascita di “Terrabici” segna quindi un altro importante passo per far crescere la destinazione-bike Emilia Romagna legando, attorno a strategie promozionali e commerciali, strutture di località come Riccione, Rimini, Cattolica, Cesenatico, Cervia, Ravenna, Ferrara e dell’Appennino emiliano romagnolo.

“Destagionalizzazione, aumento dell’occupazione delle camere, valorizzazione del territorio, turismo eco-sostenibile, differenziazione della clientela”, sono questi, per l’assessore al Turismo dell’Emilia Romagna Maurizio Melucci, i vantaggi offerti dal cicloturismo che “ha anche un positivo effetto-traino per la stagione estiva entrando a far parte di un ampio circuito promozionale”.

10616575_781669951884335_3325505160184313949_n

Ma il Consorzio “Terrabici” segna anche una novità in Italia, in quanto è l’unico club di prodotto che accorpa gli operatori appartenenti a tutti i settori interessati a questo mercato turistico impegnati a rispettare standard di qualità. Con “Terrabici” si renderà possibile, per la destinazione-bike Emilia Romagna, una maggiore notorietà tra i tour operator specializzati, un’attività promo-commerciale più efficace e diffusa, un’occupazione camere più elevata in bassa stagione, una presenza nei mercati target internazionale ed una migliore offerta di servizi.

Inoltre, all’interno del progetto regionale Bike Experience attivato nel gennaio scorso, verranno organizzati diverse azioni per l’anno 2015, dalla partecipazione a fiere e manifestazioni di settore ad azioni di co-marketing con aziende specializzate; da eductour con giornalisti e tour operator a workshop con tour operator specializzati fino ad attività di web marketing e social media marketing. Azioni alle quali il club di prodotto regionale “Terrabici” legherà le proprie offerte commerciali.

Autore:

2 commenti

  1. Valeria bertoli

    Sono titolare di un R&B dedicato principalmente ai mtbikers ed alle loro bici ed offriamo anche servizio di accompagnamento per escursioni in mountainbike con Guida. Abbiamo letto di terrabici, club di prodotto, ma sembra sia stato creato x sostenere e raggruppare le strutture ed i servizi della Romagna. Noi abbiamo deciso di investire nella “povera” Valtaro, Appennino Parmense, dove sembra che ER nn sia interessata ad investire, quando forse qui ce ne sarebbe + bisogno soprattutto per nn avere una zona di “1° classe” ed una di 3°. Il progetto terrabici, essendo regionale, sarebbe estensibile anche per comprendere inostri luoghi? Ho tentato il contatto diretto, ma ovviamente nessuna risposta. Grazie e buon lavoro

    1. Elisa Mazzini

      Gent.ma Valeria,
      complimenti per la vostra attività!
      Terrabici è un consorzio di operatori turistici (strutture ricettive e tour operator incoming), creato sulla spinta e dietro la volontà degli operatori stessi, che hanno deciso di consorziarsi per presentarsi in maniera compatta sui mercati a lungo raggio – al di là dei “campanilismi” locali.
      L’adesione al consorzio è aperta a tutti gli operatori turistici della regione Emilia Romagna che sono in possesso di standard, indicati nello statuto del consorzio, e forniscono servizi a misura di cliente special interest come appunto è il cicloturista.
      Attualmente i soci di TERRABICI sono della Romagna e di Ferrara ( in una fase iniziale era presente anche un operatore dell’area modenese), in quanto il consorzio si fonda le sue basi sull’esperienza maturata dai consorzi di bike hotel della Riviera Adriatica.
      Per avere maggiori informazioni sul consorzio e richiedere le modalità di adesione occorre rivolgersi alla segreteria/ufficio marketing:
      Dott.ssa Chiara Paviani
      Uff. Marketing – Consorzio Terra Bici by Emilia Romagna
      Via Macanno 38/q Rimini (Italy)
      Tel. +39.0541.307408
      Mob +39.393.9443731
      Fax +39.0541.390029
      info@terrabici.com

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *