[TERacconta] Un pAssaggio gastronomico a Cibus 2014

 | 

[TERacconta] Un pAssaggio gastronomico a Cibus 2014


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Martedì mattina siamo stati ospiti di @igersParma a Cibus, il più grande salone nazionale del Made in Italy alimentare, nonché terzo al mondo per importanza..E dove si può svolgere un evento così se non a Parma, cuore della FoodValley italiana?

In fiera tutte le più importanti aziende produttrici delle eccellenze regionali (i Consorzi del Parmigiano Reggiano e del Prosciutto di Parma, Barilla, Fabbri, Mutti, i produttori di Balsamico Tradizionale, le aziende vinicole, per citarne alcuni) e non solo! Passeggiare tra gli stand è come fare un vero e proprio giro gastronomico di tutta Italia, dallo strudel trentino alla sbrisolona mantovana, dalla porchetta romana alla pasta campana. Fino ai sapori più curiosi come la crema di formaggio senza lattosio e il tonno in gelato!

Appena si entra nei padiglioni 2 e 3, dedicati a formaggi salumi e piatti pronti, il naso è subito sopraffatto dal profumo di insaccati, proveniente dai numerosi stand presenti, come quello del Consorzio dei Salumi DOP piacentini (Coppa, Salame e Pancetta) e quello del Prosciutto di Modena. E poi ci sono i padiglioni 5 e 6, dedicati a pasta conserve condimenti dolci..
Guidati dagli aromi presenti nell’aria, noi ci siamo aggirati tra gli stand ammirandone le originali esposizioni (che raccontano la storie delle aziende, sottolineandone il legame con la tradizione, ma evidenziando anche la costante ricerca nell’innovazione produttiva) e soprattutto apprezzandone gli squisiti assaggi! Sfidiamo chiunque a restare impassibili davanti ai bocconi pronti di torte, biscotti, gelato, olive, pecorini, salami, pasta fresca..
Con questa ricchezza di sapori, naso e gola vanno in visibilio 🙂

E poi ci sono le bevande nel padiglione 4: le birre artigianali, i vini.. Approposito, sapete chi abbiamo incontrato durante la nostra visita? Il produttore e sommelier Marco Terzoni, la cui azienda vinicola piacentina ci ha offerto la degustazione presso l’Enoteca di Castell’Arquato durante il nostro InstaTER #myER_dolcevita dell’8 marzo scorso. E sapete cosa abbiamo scoperto? Il vino passitoSensazioni d’Inverno” che abbiamo avuto il piacere di gustare quel giorno ha vinto il Concorso Enologico Internazionale VinItaly di quest’anno, ottenendo il miglior punteggio in tutte le categorie previste dal regolamento, oltre che la Gran Medaglia d’Oro per la sezione Vini Dolci Naturali. Una bella soddisfazione per la provincia di Piacenza e per tutta l’EmiliaRomagna! Si tratta di un malvasia passito, composto da un vitigno di Malvasia aromatica di Candia (90%) e Moscato (10%), dal colore giallo ambrato, con note aromatiche che richiamano il miele..Consigliatissimo!

Tra le golose ricorrenze celebrate in occasione di Cibus ci sono:
l’80° anniversario della federazione del Consorzio del Parmigiano Reggiano, celebrato con degustazioni, iniziative didattiche e cooking show, anche nel programma del fuori-salone;
il 50° anniversario del Prosciutto di Parma, che il relativo Consorzio festeggia con cooking show e golose anteprime, come la Selezione Anniversario (un prosciutto speciale creato appositamente per celebrare i 50 anni della Corona);
il 50° compleanno del salumificio parmense Terre Ducali, che per festeggiare la ricorrenza offre ai visitatori “Il Cinquantino”, un piccolo (e delizioso) Salame di Culatello presentato al pubblico proprio martedì mattina.

Novità di quest’anno è l’area espositiva “Cibus..nel dettaglio” (padiglione 6), iniziativa realizzata in collaborazione con Lekkerland per valorizzare la tradizionale vendita al dettaglio oggi alle prese con un mercato sempre più competitivo, mentre si rinnova la collaborazione di Cibus con “Pianeta Nutrizione & Integrazione“, giunta alla 5a edizione, che tramite workshop e seminari vuole approfondire tematiche legate all’importanza di un’alimentazione sana.

Insomma, Cibus è un momento di  confronto e riflessione per gli operatori, per approfondire gli andamenti e i nuovi trend del mercato (come la vendita da mobile e le nuove tecnologie per il marketing), con un occhio sempre attento anche alle innovazioni legate al tema green e alla sostenibilità, dalla produzione al confezionamento (non a caso per tutta la fiera sono presenti numerosi contenitori per la raccolta differenziata).

Questa edizione di Cibus vuole anche essere una sorta di preludio nazionale alla grande EXPO2015 (la grande vetrina delle eccellenze italiane di cui il settore enogastronomico è sicuramente uno dei più conosciuti e apprezzati nel mondo), non solo grazie ai tanti espositori presenti in fiera, ma anche grazie al calendario di CibusLand, il fuori-salone che attraversa la città con eventi e degustazioni e che ha il suo punto d’incontro proprio nel cuore della città, il Palazzo del Governatore in Piazza Garibaldi, dove è allestita fino al 15 giugno la mostra “Il Cibo Immaginario“.

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *