Tag: EmiliaRomagnaParchi

Dopo il parco dell’Appennino Tosco-Emiliano, le Foreste Casentinesi, il Delta del Po, i parchi del bolognese e quelli dell’Emilia, concludiamo la nostra rubrica dedicata alle aree protette dell’Emilia-Romagna con i 2 parchi compresi nel territorio… Leggi l’articolo >>

L’Emilia Romagna custodisce molte aree protette: qui ti suggeriamo l’esperienza nei 7 parchi regionali racchiusi nel territorio emiliano, da Piacenza a Modena. Da vivere in ogni stagione.

Tra i parchi naturali dell’Emilia-Romagna oggi ti suggeriamo fare un’esperienza in quelli del bolognese, che si estendono dai primi colli fino alle cime dell’Appennino: da scoprire a piedi o in mountain-bike.

Protagonista del Parco Delta del Po è l’acqua: un’ecosistema in cui la valorizzazione della biodiversità si coniuga con strategie di sviluppo sostenibile tanto da essere riconosciuto come MaB UNESCO dal 2015.
Uno straordinario territorio caratterizzato anche da residenze ducali e le adiacenti zone bonificate, che costituisce un paesaggio culturale e naturale unico. Un paradiso non solo per i birdwatchers.
A piedi, in barca, in bicicletta, in moto o a cavallo: sono tanti i modi di esplorare questo ecosistema umido a due passi dalla bellezza e dalla storia di città d’arte come Ravenna, Ferrara e Venezia.

Il Parco delle Foreste Casentinesi e del Monte Falterone e Campigna è uno straordinario ecosistema da esplorare a piedi o in bicicletta.
Durante i secoli ha colpito e suggestionato nei secoli santi, artisti, scrittori e artisti di ogni genere. Tra i più illustri visitatori che il parco annovera c’è il sommo poeta e Dino Campana. Sarai tu il prossimo a rimanere sedotto da tanta bellezza?

Scopri l’Appennino che si innalza tra il mare di Toscana e la pianura dell’Emilia che respirando le arie dell’Europa e quelle del Mediterraneo vanta una straordinaria ricchezza di ambienti. Con gli scarponi, le ciaspole, i ramponi, gli sci, le biciclette o a cavallo: ognuno può scegliere il proprio modo di esplorare questo mondo fatto di montagne dolci, dal cuore selvaggio.