Sulle orme della Secchia Rapita: un’escursione rurale per rivivere l’epica battaglia fra Bologna e Modena

 | 

Sulle orme della Secchia Rapita: un’escursione rurale per rivivere l’epica battaglia fra Bologna e Modena


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

Era il pomeriggio del 15 novembre 1325 quando le due armate si fronteggiarono all’ombra del castello di Zappolino. 30.000 fanti e 2.500 cavalieri bolognesi contro 5.000 fanti e 2.800 cavalieri per i modenesi. Un violento scontro durato meno di due ore e sorprendente vittoria dell’esercito modenese.
Ma non finì lì! I bolognesi si diedero alla fuga, alcuni cercando riparo nei castelli di Oliveto e Zappolino, altri arrivando fino a Porta San Felice, all’ingresso di Bologna. I rivali li inseguirono, distruggendo al loro passaggio i castelli di Crespellano, Zola, Samoggia, Anzola, Castelfranco, Piumazzo e la chiusa del Reno presso Casalecchio. Giunsi alle porte della città, rimasero qualche giorno lì a bivaccare schernendo i rivali per la cocente sconfitta. L’ultimo affronto fu il furto di una secchia che si trovava in un pozzo nei paraggi, la famosa Secchia Rapita cantata da Alessandro Tassoni che poi nei secoli fu oggetto di ripetuti tentativi di furti reciproci e ancora oggi è esposta all’interno della Torre Ghirlandina di Modena.

ViviSostenibile Zappolino

In occasione di “SBAM! Cultura a porte aperte”, domenica 16 novembre, esattamente 689 anni dopo, ViviSostenibile organizza una giornata per rievocare lo storico evento e riassaporare la magica atmosfera del medioevo emiliano.
Alle 10:00, ritrovo presso il parcheggio della località Bersagliera di Castello di Serravalle per un’escursione rurale guidata suoi luoghi del combattimento: i tre storici V. Lenzi, R. Serafini e F. Erioli accompagneranno i partecipanti fino alle falde del “campo dei morti”, raccontando gli eventi di quella campale giornata.
Dopo la visita, alle 13:30 tutti alla Fattoria Quercia per un pranzo in puro stile medievale, allietati dalla musica del flauto di Chiara Cellini e del bodhran di Claudio Marchi.
Un’occasione unica per ripassare un interessante capitolo della storia della nostra regione e ritornare indietro nel tempo con la fantasia, alle origini dell’antichissima rivalità di campanile fra Bologna e Modena!

Per informazioni e prenotazioni:
Lorenzo Bortolini – 349/6084914 – lorenzo@vivisostenibile.net
Federico Luccarini – 340/8116149 – federico@vivisostenibile.net

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *