Qualche trucchetto per il travelling online

 | 

Qualche trucchetto per il travelling online


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Original pic by @debs. Some rights reserved

Original pic by @debs. Some rights reserved

La rete internet- lo sentiamo ripetere ormai tutti i giorni- sta cambiando in maniera profonda le abitudini, gli strumenti e i concetti stessi di “viaggio” e “vacanza”. I segni sono visibili un pò dappertutto: dalle difficoltà degli operatori che non hanno saputo adeguarsi al nuovo scenario, all’affermarsi quasi “fragoroso” delle offerte last- minute su voli e pacchetti online, fino ai sempre più numerosi servizi che consentono di condividere guide, immagini, recensioni di viaggio tra utenti remoti.
Ora, noi lo sappiamo che lo scenario travelling online continua ad evolvere a velocità supersonica. Però ci piace giocare in contropiede. E allora ci fermiamo un attimo e tentiamo di “fare il punto” su alcune delle applicazioni più importanti ed innovative oggi a disposizione di viaggiatori e vacanzieri.
[NB: prima ancora di cominciare facciamo il nostro più sentito ringraziamento al Prof. Maurizio Goetz, le cui ricerche sono stati per noi punti di riferimento imprescindibili. Grazie Prof!]

Ma adesso partiamo:
TripAdvisor. TripAdvisor non è esattamente nuovo (è nato nel 2000) ma rimane il punto di riferimento obbligato per qualunque viaggiatore internet che si rispetti. Offre idee di viaggio, informazioni per organizzarsi e, soprattutto, offre le ormai leggendarie recensioni degli utenti su destinazioni e strutture.
TripIt. TripIt è uno strumento di supporto all’organizzazione dei viaggi. Oltre a consentire la prenotazione di voli, alberghi e altro, infatti, consente anche di “costruire” delle agende organizzate per le diverse giornate di permanenza. E nella versione pro segnala agli utenti qualsiasi tipo di ritardo di aerei e treni.
Dopplr Il servizio Dopplr presenta molti elementi di similarità con TripIt, offrendo consigli, idee, e supporti per l’organizzazione della vacanza. Ma è ancora più “spinta” la sua vocazione social, giacché è supportata la possibilità di condividere i piani di viaggio con i propri contatti, nonché quella di ricevere degli alert ogni volta che qualche componente della propria rete compie un viaggio analogo al nostro.
Video Travel Guide. Il servizio in esame è una sorta di YouTube specializzato per i viaggi. In particolare, su VideoTravelGuide si trovano clip su come individuare i pacchetti/ voli più convenienti nel mare magnum della rete, su come attrezzarsi per le trasferte più esotiche e poi, naturalmente, recensioni video per ogni tipo di destinazione. Molto valido il servizio di indicizzazione dei contenuti per categoria tematica.
Triporama. Triporama è basato su un concept molto semplice ed originale. Prenotare una vacanza da solo ti costa caro? E allora individua in rete altre persone che hanno la tua stessa destinazione, e fai massa critica insieme con loro. Pagherai il viaggio di meno e ti divertirai di più. Per questo l’applicazione supporta funzioni diverse come la ricerca dei compagni di viaggio, il booking collettivo, la gestione della logistica e della calendarizzazione materiale del viaggio.
Tripbase. Tripbase spinge al limite l’idea di aiuto automatizzato alla scelta ed alla gestione del viaggio. Tutto quello che l’utente deve fare è offrire al sistema una serie di indicazioni di base- quale macroarea geografica vuole raggiungere, quanto tempo ha a disposizione, quali sono le sue aspettative (ex: relax, scoperta, dating). Dopodiché, il software procede in automatico a formulare una serie di suggerimenti puntuali per destinazioni e pacchetti di viaggio. Ma i risultati, per la verità, non sono sempre eclatanti.
Yapta. Anche Yapta parte da un concept molto originale, che suona tipo “dimmi che vacanza vuoi, e ti dirò io quando prenotarla”. In concreto, il navigatore si limita a specificare quale tratta aerea, quale destinazione, quale hotel specifico gli interessa. A partire da questo, il software procede autonomamente e ricorsivamente a navigare tra i vari database online, e segnala al viaggiatore i momenti più favorevoli per effettuare l’acquisto vero e proprio.

Quelle qui descritte, è quasi inutile dirlo, sono solo alcune delle moltissime applicazioni disponibili per i viaggiatori- perché nel continuum che va dai motori di comparazione dei prezzi ai servizi di couchsurfing c’è una complessità pressoché infinita. La nostra intenzione qui non era di costruire una mappatura esaustiva del campo, ma solo di offrire un’idea generale di tutte le possibilità che esistono “là fuori” per i viaggiatori. Anche se noi- ma non ditelo a nessuno- continuiamo a preferire il nostro buon vecchio Visitemiliaromagna 😉
Bon voyage!

Tags:

-

Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *