[ParlamiditER #286] Bici e Romagna, un connubio perfetto

 | 

[ParlamiditER #286] Bici e Romagna, un connubio perfetto


Tempo stimato di lettura: 4 minuti

Parlami di tER è una serie di racconti dall’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da persone che son natie, vivono o semplicemente si sono innamorate di questa singolare, bellissima, terra con l’anima.
Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto. Basta una mail a inemiliaromagna@aptservizi.com o un commento qui sotto!


La Romagna viene spesso ricordata come “terra solatia, dolce paese” ed è terra di bici e passione per ciclismo.
La bicicletta e il ciclismo sono stati e restano, difatti, un grande fenomeno culturale prima che sportivo di questa terra, ma anche un prodotto di lavoro per gli artigiani e un mezzo di trasporto per le famiglie e i lavoratori delle cooperative agricole e dei braccianti.

Nel secolo scorso è stata anche fonte d’ispirazione per grandi scrittori locali come Olindo Guerrini (alias Lorenzo Stecchetti) e Alfredo Oriani e oggi è il mezzo principe con il quale assaporare tradizioni e cultura in questo lembo d’Italia.

Le colline di Cesena | Foto Regione Emilia Romagna

Le colline di Cesena | Foto © Regione Emilia Romagna

La Romagna è una cerniera tra l’Appennino e l’Adriatico, una mistica “terra di mezzo” che può sfamare chiunque abbia una crescente “fame” di storia e cultura. I luoghi da vivere e visitare qui sono stati teatro di importanti eventi e hanno avuto come attori illustri personaggi che, in un modo o nell’altro, hanno segnato la storia italiana ed europea.
Un incrocio magico di vestigia, storie e avventure che possiamo raccontare e rivivere stando in sella a una bicicletta alla scoperta degli innumerevoli itinerari turistici. La bicicletta può essere infatti considerata una sorta di macchina del tempo con la quale tornare indietro e toccare con mano le vestigia di rocche medievali e angoli di antichi imperi come quello romano e bizantino.

Con la bici decidi tu se il mondo rallenta, si ferma. Non ci sono più pensieri, non più preoccupazioni. Osservi quanto ti scorre sotto gli occhi e le ruote con tranquillità.
Godi del sole, del vento, anche della pioggia, incontri persone e ti sazi d’immagini. Non devi programmare niente e puoi concentrarti sul viaggio, sulla scoperta di una terra ospitale.

Poi c’è l’enogastronomia.
La cucina romagnola è una celebrità mondiale, una delizia per l’anima e il palato. Che meraviglia di primi piatti, la minestra che un proverbio romagnolo definisce “la biada dell’uomo”, costituisce il cardine del sistema alimentare romagnolo. Nel 1913, addirittura, viene proposto un primo censimento della pietanze della “cucina del popolo”, che conserva ancora buona parte delle vecchie usanze e che riproponiamo come irrinunciabile compendio nelle pedalate 

Poi c’è la piadina (o piada) una sfoglia di farina di frumento che viene cotta tradizionalmente su un piatto di terracotta che, citando “Giovanni Pascoli”, viene considerata il pane dei Romagnoli. Sanctum Zeus è, invece, il nettare degli dei che noi conosciamo meglio come Sangiovese. Già perché anche il buon bere ha la sua parte importante nella tradizione vitinicola della Romagna.

E come si può approfittare di tutto questo? La Romagna è la terra dello Slow Bike e con questo concetto è nata una rete d’impresa sotto il nome di Slow Bike Tourism: un insieme di appassionati della bici che hanno messo in comunione le idee per sviluppare un progetto dedicato alla bici. 

Vivere, gustare, toccare con “ruota” un territorio e conoscerlo attraverso le sue peculiarità, gli angoli nascosti e le eccellenze che lo caratterizzano.
Dalla sella della bici attraverso una rete di percorsi studiati per pedalare al proprio ritmo.
Fermarsi e gustare del buon cibo, bere dell’ottimo vino e respirare l’arte, la storie e la cultura che sono propri di quest’angolo d’Italia.

Senza doversi preoccupare di nulla.

Il programma delle pedalate proposte, prevede una varia gamma di pacchetti che comprendono una serie di servizi che sono anche personalizzabili dietro richiesta in base alle esigenze.

I Tour

Sono divisi in vari tipi di pacchetto perché offrono due tipi differenti di profilo, in base al costo.
Si può scegliere un pacchetto che offre tutte le opportunità di base ed essere più autonomi, oppure uno che invece offre una serie di servizi aggiuntivi per pedalare con più comodità. I servizi aggiuntivi offerti sono il nolo della bici, l’accompagnatore (ciclo guida), il trasporto del bagaglio.

La bici 

Può essere un problema? Uno scoglio che vi frena? Non sempre trasportarla è comodo.
La soluzione è la bici a nolo così da non dover più pensare al problema.
Varie misure in base ai vostri requisiti fisici, leggere e maneggevoli, senza rinunciare a solidità ed efficienza.
City-bike, oppure per chi non vuol rinunciare all’assetto sportivo la MTB, la Racing bike con telai per una postura confortevole, freni posti sul manubrio come consuetudine, sella comoda, copertoni rinforzati, cavalletto e chiusura con serratura a chiave. Disponibili anche in versione per bimbo oltre alle appendici per chi non vuole “separarsi” dalla famiglia…

Eh, ok, ma pedalare è faticoso!?! Vero, è certo che un minimo di attività fisica sia necessaria, ma per i ciclo-turisti che proprio non vogliono faticare troppo, ci sono di biciclette elettriche a pedalata assistita. Potete chiedere informazioni specifiche sulle misure di telaio disponibili, le appendici i carrellini in modo da verificare come organizzare la “bici per voi” e il relativo costo. Si forniscono anche accessori, come casco, kit di riparazione, pettorine, su richiesta con tariffa da concordare.

Slow Bike Tourism

Slow Bike Tourism

L’accompagnatore

Ogni percorso è fornito di una guida cartacea, chiamarla traccia di percorso, mappa o road book non fa molta differenza ma comunque in ogni pacchetto è compresa questa guida che vi permette di essere in autonomia. Ci sono alcuni che preferiscono la totale libertà ed autonomia, ma nel caso vi vada di essere assistiti e coccolati con la ciclo guida al seguito potete comunque richiedere una personalizzazione.

Le ciclo guide sono appassionati pedalatori che amano e conoscono il territorio in cui vivono, in maniera approfondita. Hanno seguito appositi corsi di formazione e sono qualificati come esperti nel trasmettere questa voglia di pedalare e conoscere il territorio, aggiungendo il giusto condimento alla gita in bicicletta.
La ciclo guida è esperta nella scelta del percorso migliore, lontano dalle strade pericolose, nell’assistenza meccanica e di primo soccorso, nella scoperta di angoli dimenticati e poco conosciuti del territorio, pertanto, offrono la possibilità di condire il viaggio dei giusti ingredienti per renderla più piacevole e interessante.

Il trasporto del bagaglio

Molti viaggiatori sono abituati ad avere tutto al seguito, preparano il proprio bagaglio ben distribuito nelle borse da viaggio e procedono in autonomia. Tuttavia, per molti è una comodità viaggiare in piena libertà, senza un peso supplementare da dover gestire durante l’itinerario. Anche questo è un servizio che si può personalizzare, recuperare il bagaglio al mattino e farlo trovare, comodo comodo, nel luogo prescelto per l’arrivo, sano e salvo, già in camera.

Assistenza meccanica durante il viaggio

Far vacanza pedalando è piacevole, ancora di più quando si possono scordare tutti i problemi legati alle necessità meccaniche e si può contare su servizi e professionalità qualificati. “La foratura, la rottura della catena, un problema meccanico, che non sono in grado di gestire, sono un’ eventualità che potrebbe accadere e non essendo esperto avrei necessità di ASSISTENZA”.

Oltre all’assistenza fornita direttamente dall’accompagnatore (Ciclo Guida), sui percorsi sono attivi PuntoBici. Sono centri di assistenza presso i quali le biciclette, gli accessori e relativa assistenza si possono trovare. Si può sostituire una bici danneggiata oppure riconsegnarla nel caso in cui il tour sia iniziato in un PuntoBici diverso.

Allora che ne dite, venite a pedalare nella “terra di mezzo”?

Autore:

Slow Bike Tourism è una rete d’imprese che mette insieme la passione per la bicicletta a un amore irrefrenabile per la loro terra, la Romagna

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *