[Parlami di tER #155] Alla ricerca del tesoro: il tartufo bianco italiano

 | 

[Parlami di tER #155] Alla ricerca del tesoro: il tartufo bianco italiano


Tempo stimato di lettura: Meno di un minuto

Parlami di tER è una serie di racconti dell’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da donne e uomini che son nati, vivono o semplicemente si sono innamorati di questa singolare, bellissima, terra con l’anima. Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto. Basta una mail a <turismoemiliaromagna[at]gmail.com> o un commento qui sotto!


Una domenica di autunno in Italia mi sono ritrovata immersa nelle colline di Romagna alla ricerca di questa gioia gastronomica: il Tartufo, un fungo dall’aroma molto particolare e dalle squisite proprietà che arriva a valere 1000 euro al kg! (mamma mia!) e che si può trovare solo con l’aiuto di cani addestrati, che -pazzi per il sapore del fungo (che in più di una occasione finiscono per divorare)- ne vanno alla ricerca con la coda in estasi.

A un anno di distanza da quella visita alla Fiera Nazionale del Tartufo Bianco di Sant’Agata Feltria, vi lascio le mie impressioni di questo piccolo paese.

Continua a leggere su valijasquehablan.com
(testo originale in spagnolo)

sandro-y-su-perra2-ph-magapizarro


Magalì Pizarro vive a Viedma, Patagonia, dove opera come autrice radiofonica e giornalista. Tris-nipote di cittadini emiliano-romagnoli emigrati, serba forte il legame con la sua seconda patria.
Dal 2011 fa parte della Consulta degli Emiliano-Romagnoli nel Mondo.

Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *