[Parlami di tER #140] Buona cucina e tanta allegria: l’Emilia Romagna conquista il mondo

 | 

[Parlami di tER #140] Buona cucina e tanta allegria: l’Emilia Romagna conquista il mondo


Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Parlami di tER è una serie di racconti dell’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da donne e uomini che son nati, vivono o semplicemente si sono innamorati di questa singolare, bellissima, terra con l’anima. Se anche tu vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto. Basta una mail a <turismoemiliaromagna[at]gmail.com> o un commento qui sotto!

Una piadina crudo rucola stracchino e punto. Già questo basterebbe a spiegare perché il mondo venga in Emilia Romagna. Non vi basta? Possiamo aggiungere: tortellini, mortadella, lasagne e un bicchiere di Lambrusco. Le buone forchette han trovato pane per i loro denti.
Non di solo pane vive l’uomo, ecco allora che anche gli amanti della musica italiana sono accontentati: da Guccini a Morandi, passando per Lucio Dalla, Vasco Rossi, Ligabue, Zucchero, fino a Laura Pausini e Cesare Cremonini. Sembra che in Emilia Romagna si nasca con la musica nel sangue.
Tranquilli uomini, per strada non sentirete solo melodie sdolcinate, ma anche rombi di motore: benvenuti nella madre patria di Ferrari, Lamborghini, Maserati e Ducati.
Se tutta questa confusione stressasse gli avventurieri il consiglio è deviare la strada verso le famose e rilassanti stazioni termali di Salsomaggiore, Bagno di Romagna e Castrocaro.

Turisti in EmiliaRomagna

Appurato quindi che i validi motivi per invadere a flotte l’Emilia Romagna ci sono tutti, noi di trivago vi daremo una notizia (che non vi sorprenderà per niente!) tratta dal nostro Ossevatorio: in prima linea tra i turisti in arrivo nella Riviera Romagnola ci sono…gli italiani. Tuttavia questo dato conferma che in fatto di bellavita siamo degli intenditori. Le mete apprezzate dagli italiani sono soprattutto Ravenna, Milano Marittima e Cattolica.
Ma andiamo oltre: Rimini e Bologna sono le più ricercate dai turisti di tutto il mondo. Bologna è la regina da Settembre a Marzo, Rimini spopola da Aprile ad Agosto. Nonostante gli appena 10 km che le separano, Riccione genera appena la metà delle ricerche alberghiere della gemella Rimini. Mete balneari tra le più gettonate in Italia, Rimini e Riccione si trovano da sempre nella classifica delle top-10 delle mete estive italiane.

Chi si aggiudica il secondo posto nelle ricerche hotel per l’Emilia Romagna? Germania! Qualche settimana all’anno un detox da birra e patate serve e niente di meglio che le spiagge super attrezzate della riviera per ospitare i nostri affezionati turisti tedeschi. I tedeschi amano di più Cesenatico rispetto a Ravenna e in spiaggia vanno anche a Milano Marittima e RCattolica, tra le mete della riviera più richieste dai paesi teutonici.

Meno male che dall’altro lato d’Europa arriva un supporto caliente alla movida romagnola. Così al terzo posto troviamo i goliardici spagnoli, i quali hanno una specie di venerazione per Bologna, tra le primissime posizioni nella classifica delle mete tricolore da loro apprezzate. Sarà per il ragù o per il clima frizzante, giovanile e artistico che si respira, il capoluogo emiliano conquista i nostri “cugini” mediterranei, seguita da Riccione e da altre due città d’arte e gastronomia come Modena e Parma.

Quarto posto ai francesi, che evidentemente non ci odiano: divisi tra mare ed arte in Emilia Romagna visitano soprattutto Bologna e Parma per una vacanza culturale; Rimini, Riccione, Cattolica e Cesenatico per le spiagge.

Quinto posto agli inglesi che scappano saggiamente dalla pioggia per rifugiarsi nella soleggiata e serena Riviera. Un inglese su due in visita in Emilia Romagna pernotta a Bologna, al mare va a Rimini, a Riccione preferisce Milano Marittima e mostra un debole per Parma, per lui seconda città culturale emiliana.

Il dato che sorprende di più forse è al sesto posto: li avete visti mai gli olandesi in spiaggia? Forse si confondono, nella lingua e nell’aspetto. Una mezza via tra il turista inglese e quello tedesco. Anche per gli olandesi Bologna occupa la prima posizione nelle loro referenze, seguita da Rimini e Riccione, quest’ultima “spodestata” dalla città di Parma nel fuori stagione.

Ultimi di nome ma non di fatto, gli americani. Cristoforo fece l’andata e loro il ritorno. Milano Marittima anziché Riccione anche per il turista americano, che spunta nella top 3 a stelle e strisce sempre dopo Bologna e Rimini.

Attraversare l’oceano per approdare in questo angolino d’Italia ci conferma che l’Emilia Romagna è uno dei tesori per cui siamo tanto amati all’estero quindi aggiungete posti a tavola, anche quest’anno tanti amici in più.

* I valori riportati si riferiscono alla media degli ultimi 12 mesi, da Aprile 2013 ad Aprile 2014.
** Il mercato russo non è citato tra i primi, in quanto la piattaforma non è sviluppata come negli altri Paesi.

Giulia Eremita ha curato la Start-up di trivago.it; oggi esplora tutte le declinazioni dei Social Media nel Turismo, occupandosi anche di destination marketing. Giornalista e Speaker, ama favorire il know-how nel mercato. Potete seguirla anche su Google Plus, Twitter e Facebook.

Autore: