[Parlami di tER #122] Come ci siamo conosciute?

 | 

[Parlami di tER #122] Come ci siamo conosciute?


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Parlami di tER è una serie di racconti dell’Emilia-Romagna. Sono sguardi d’autore gettati sulla regione da donne e uomini che son nati, vivono o semplicemente si sono innamorati di questa singolare, bellissima, terra con l’anima. PS: Se vuoi raccontare l’Emilia-Romagna che si vede dalla tua finestra sei benvenuto. Basta una mail a <turismoemiliaromagna[at]gmail.com> o un commento qui sotto!

Questa é la mia storia. La storia dell’amicizia con l’Italia e con la gente dell’Emilia-Romagna. Anche se non riguarda attività estreme, questa storia ha cambiato la mia vita e modo di viaggiare. Ho abitato in Italia per 6 anni, prima come studentessa, poi come ricercatrice e finalmente come residente. Mi sono spostata in Italia perché volevo farlo e perché mi sono innamorata di questo paese dal primo giorno.

A modo mio
Non potendo riferire tutti i dettagli del mio soggiorno, vi racconto il processo di approfondimento del legame con l’Italia. Quando sono arrivata a Ferrara sapevo di dover trovare un’attività comune con la gente di qua. Per conoscerne lingua, dialetto e cultura. Sono stata molto fortunata ad avere due vicine stupende: le signore che abitavano nello stesso edificio, che hanno avuto tempo, coraggio e pazienza. Per me l’attività comune era cucinare insieme. Per me è stata una delle più profonde esperienze della mia vita.

Learning by doing
E allora si comincia cosi: le mie due vicine e io – una straniera nel paese sconosciuto che si sforza di conoscerlo. Al’inizio ci siamo incontrate per le scale, parlando di argomenti generali, il tempo e le notizie. Il cibo è un argomento sempre attuale in Italia e uno dei più facili da discutere. E allora un giorno abbiamo scoperto che cucinare piace a tutte tre. È stata loro l’idea di invitarmi nelle loro case e condividere la loro sapienza e le loro competenze. È stata loro la generosità di condividere la storie delle loro vite, abitudini, tradizioni locali, la storia delle loro famiglie. Mi hanno fatto vedere come è la pasta fresca, come è morbida quando si tocca, come è il suo gusto. Non si può impararlo da un libro. Quando tutti i sensi sono inclusi nel processo dell’apprendimento, tutto il resto è facile. Loro due hanno avuto una pazienza senza fine!

Non solo cibo
Il tempo passato insieme non era limitato al cucinare. Naturalmente la mie insegnanti hanno cominciato a condividere i ricordi d’infanzia e le storielle locali. Vecchie usanze si mescolavano con le ricette tradizionali, e le storie della povertà in campagna erano raccontate insieme alla produzione delle specialità locali. Mentre acquisivo competenza nella preparazione dei cibi, mi sono abituata al dialetto locale delle mie vicine. Che viaggio nel passato! Le loro vita, le difficoltà personali, i successi e le sconfitte – tutto mescolato con la storia. Ho ricevuto da loro tanto tanto di più della semplice abilità di cucinare: il ritratto dell’Emilia – Romagna, come era. Che ricchezza! Questo non ha prezzo. Non solo ho imparato come preparare pasta fresca, antipasti, dolci ma soprattuto ho fatto l’amicizia che dura.

ParlamiditER NullnFull 03

To Do List
Non tutti hanno una fortuna cosi! Lo so che non si può fare queste cose quando arrivi in Italia per qualche settimana. Ma una cosa che tu puoi fare è partecipare a un corso di cucina tradizionale. Questa è l’idea stupenda! Ogni volta che preparo i piatti tipici dell’Emilia-Romagna sto pensando all’Italia, ai miei amici e a tutto quanto che ho ricevuto da là. Questa esperienza ha cambiato il mio modo di pensare e viaggiare, fare amicizie e avvicinarsi alla cultura straniera.
Vuoi conoscere davvero un paese? Vai oltre! Oltre delle cose ordinarie, gli itinerari comuni, i luoghi turistici e le attività a catalogo. E FAI qualcosa invece di GUARDARE.

Agata Mleczko è una scrittrice, fotografa e blogger di viaggio. Puoi seguirla su Twitter @nullnfull e Facebook www.facebook.com/nullNfull. Tutte le sue avventure italiane, le foto e relazioni sulle feste locali puoi trovarle qui: http://nullnfull.com/category/recent-travels/italy/.
Il presente articolo è stato pubblicato in lingua originale qui.

Autore:

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *