Ospiti stranieri e ambasciatori emiliano-romagnoli: Il mondo in una regione

 | 

Ospiti stranieri e ambasciatori emiliano-romagnoli: Il mondo in una regione


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Quanti paesi, quante lingue, quante culture accoglie il nostro mondo? Risposta complicata ma è facile invece avere voglia di conoscerli e viverli, specialmente; quando si è giovane e si ha il tempo e l’energia per farlo. Fortunatamente oggi il mondo è riuscito ad accorciare le distanze e i tempi per gli spostamenti grazie alla tecnologia nelle comunicazioni e nei trasporti, e diventa facile esplorare il mondo senza le fatiche dell’antichità. Oggi, si sa, viviamo in un mondo globalizzato e l’Emilia-Romagna non rimane indietro, oltre ai tradizionali turisti, sono tanti i giovani di altri paesi che vivono nel nostro territorio e che attraverso programmi di studi all’estero riescono a collegare un’esperienza culturale con le quotidiane attività d’istruzione, avendo l’opportunità di immergersi nella nostra cultura per lunghi periodi.

Oltre alle ovvie agevolazioni tecniche per gli spostamenti di cui oggi godiamo nella nostra società; quello che conta di più è la voglia di andare via e conoscere. Questa voglia è quella che ha creato programmi e iniziative per cambiare paese e vivere culture diverse. Di cosa stiamo parlando? Couchsurfing, aupair, soggiorni lavoro/studio all’estero, volontariato internazionale e tante altre nuove modalità che hanno in comune la voglia di scoprire il mondo in profondità, queste sono nate perché si è capito che per un viaggio non basta spostarsi per assaggiare e vedere; bisogna vivere! Vivere la quotidianità con le persone del posto, perché è così che si capisce meglio l’essenza dei territori e delle sue culture.

In Europa la modalità più usata per esperienze all’estero da parte dei giovani è il programma universitario Erasmus, chiamato così  per l’umanista Olandese del XV secolo, Erasmo da Rotterdam, chi viaggiò per tutta l’Europa per comprendere diverse culture. Con questo scopo, oggi si mobilitano all’interno della comunità europea più di 2,2 milioni di studenti alla ricerca di nuove esperienze e per esplorare le culture che compongono il territorio europeo. Gli Erasmus partono e arrivano a un’Università di un altro paese, dove studieranno per alcuni mesi, a volte anche un anno; sono momenti emozionanti, una nuova lingua, un nuovo sistema universitario e persone con culture diverse dalla propria con cui doversi relazionare. Come Erasmus ci si diverte ma anche si soffre un po’, dare esami in lingue straniere non è facile, trovare casa a volte neanche tanto, e per alcuni il sentimento di mancanza del proprio paese è forte, ma è comunque un’esperienza bella è indimenticabile.

Gli Emiliano-Romagnoli si caratterizzano per essere persone accoglienti e siccome in questa regione ci sono tante università, e conseguentemente ogni anno arrivano grandi numeri di Erasmus, sono anche molto attive alcune associazioni dedicate proprio all’ospitalità verso questi studenti. Le chiamate “associazioni Erasmus” sono gruppi di studenti autorganizzati e volontari che organizzano serate, corsi, feste, incontri linguistici, tour, viaggi, visite guidate, concorsi sportivi e quanto posiate immaginare perché i nostri ospiti si divertano e si trovino a suo agio… e quindi ci si diverte veramente! Si fa amicizia e poi quando il soggiorno di studi finisce e gli Erasmus tornano al proprio paese, il legame ai ricordi, i posti e alle persone continua. Molti studenti che hanno “amici Erasmus” poi viaggiano per incontrarsi in altri paesi e spesso tornano all’antica sede Erasmus per rivivere l’esperienza e visitare a chi hanno conosciuto.

Si crea cosi una comunità oltre i confini del proprio paese, amicizie straniere e nuove ragioni per continuare a viaggiare. E noi che non siamo studenti cosa centriamo? Come dicevamo all’inizio gli Erasmus sono solo un esempio, attraverso altre modalità sono tanti gli ospiti stranieri che arrivano nel nostro territorio e a volte basta poco per vicinarsi, fare amicizia ed esplorare i loro paesi di provenienza attraverso le loro storie e le loro impressioni. In più, fare d’ambasciatori del nostro territorio è accompagnare gli ospiti nel loro viaggio è sempre un occasione per divertirsi e vedere il proprio territorio con gli occhi degli altri, il che può portare anche noi a trovare volti nascosti di quello che pensavamo di conoscere bene.

Vi lasciamo allora un invito ad avvicinarvi agli ospiti della nostra regione, siano questi Erasmus, Overseas, aupair o altri 😉  e per iniziare, qua sotto vi elenchiamo per provincia i siti web e social network di alcune delle Associazioni di Accoglienza a Studenti Internazionali, dove troverete tante iniziative in cui partecipare:

Bologna: ESN Bologna, ESEG Unibo. Ferrara: ESN Ferrara Ase. Rimini: ESN Rimini. Forli’: Associazione Koine‘. Parma: ESN -Assi Parma. Modena: ESN Modena.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *