November Porc: i sapori della Bassa Parmense tra borghi e castelli

 | 

November Porc: i sapori della Bassa Parmense tra borghi e castelli


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

Anche quest’anno torna un grande classico delle sagre d’autunno. Durante il mese di novembre la provincia di Parma sarà invasa dalla “staffetta più golosa d’Italia”, il NOVEMBER PORC: quattro weekend da trascorrere in quattro diversi borghi , tra i più suggestivi della Bassa Parmense, avvolti dalla nebbia del Po e dai profumi e i sapori dell’Emilia.
Oltre all’intrattenimento musicale e culturale e agli immancabili stand gastronomici, il November Porc è anche un mercato di prodotti agroalimentari di qualità: da tutta Italia si radunano numerosi espositori per portare il meglio della propria tradizione gastronomica regionale.

La PRIMA tappa come sempre si svolgerà a Sissa (1 – 4 novembre) nella piazza principale e nelle vie circostanti, abbracciando il Parco della Montagnola.
Il SECONDO incontro sarà, invece, a Polesine Parmense (9 – 11 novembre): qui il festival occuperà la golena a fianco del Grande Fiume, creando una scenografia unica, soprattutto al calare della nebbia quando sfoca i contorni degli stand e avvolge la manifestazione in un contesto magico e ovattato.
La TERZA tappa toccherà Zibello (16 – 18 novembre), snodandosi tra le vie del paese e regalando scorci di chiese, borghi e palazzi incantevoli.
QUARTA e ultima tappa sarà, infine, Roccabianca (23 – 25 novembre), tra la piazza e lungo Viale di Platani, attorno al Castello costruito da Pier Maria Rossi per la sua amata Bianca.

Ogni weekend il programma prevede un venerdì sera (a Sissa c’è anche il giovedì sera) con spettacoli e apertura degli stand gastronomici. Il sabato sera, invece, è la “notte dei giovani” con iniziative musicali, incontri culturali e mostre.
Da sabato mattina fino a domenica sera si tengono i mercati delle eccellenze per un vero e proprio tour tra i sapori italiani. Accanto alle specialità della Bassa Parmense si possono trovare prelibatezze lombarde e siciliane, prodotti trentini, piemontesi, toscani e umbri.
Infine, a conclusione di ogni tappa, la domenica pomeriggio si può assaggiare gratuitamente un maxi-salume da guinness: il 4 novembre a Sissa il Mariolone (nel 2017 fu di 90 kg); l’11 a Polesine il Pretone (nel 2017 fu di 380 kg); il 18 a Zibello lo Strolghino (nel 2017 fu di 480 metri); il 25 a Roccabianca la Cicciolata (nel 2017 fu di 350 kg).

Quest’anno il November Porc si arricchisce anche di due nuove iniziative: a San Secondo Parmense – città della Spalla Cotta – c’è Casa Nebbia (28 ottobre – 9 dicembre) mentre Busseto propone il Busseto Festival Guareschi (10 novembre – 9 dicembre).

Casa Nebbia, collocata nelle Scuderie della Rocca dei Rossi, è un’installazione temporanea che propone un percorso guidato in grado di illustrare con suoni, immagini, parole e oggetti, i vari aspetti di questo affascinante fenomeno atmosferico e la sua influenza sul territorio e sulla gastronomia locale, in primis sul Culatello di Zibello DOP. Chi vuole può abbinare l’ingresso a Casa Nebbia ad una visita guidata alla Rocca a prezzo scontato.

Il Busseto Festival Guareschi celebra invece la nascita (110 anni fa) e il cinquantesimo della scomparsa di Giovannino Guareschi, uno degli scrittori più tradotti al mondo. Si tratta di un festival cinematografico alla sua prima edizione, dedicato quest’anno alla saga “Don Camillo”, con proiezioni nella scenografica cornice del Teatro Verdi.

Maggiori dettagli sul programma si possono trovare sul sito ufficiale www.novemberporc.it

Buon November Porc a tutti e…speriamo ci sia la nebbia! Sì, perché senza la nebbia la Bassa non avrebbe un aspetto da favola, e senza la nebbia Culatello e Parmigiano non sarebbero così squisiti 🙂

Autore:

Social Media Manager per @inEmiliaRomagna e mamma a tempo pieno.
Amo viaggiare, sia fisicamente che con la fantasia, grazie a film e libri, e celebro ogni giorno con un sorriso.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *