[MotorValley Presenta] L’Autodromo di Varano de’ Melegari

 | 

[MotorValley Presenta] L’Autodromo di Varano de’ Melegari


Tempo stimato di lettura: 3 minuti

Distante 25 km da Parma e situato tra le prime colline dell’Appennino sorge l’Autodromo di Varano che vanta più di 40 anni d’esperienza nel mondo delle corse e della sicurezza stradale, ed è tutt’oggi una delle eccellenze della MotorValley dell’Emilia Romagna.

Cenni Storici 

Varano

Varano de’ Melegari, circuito del 1969 – Ph. Autodromo Varano

L’Autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari, Parma, nasce alla fine del 1969 grazie ad un gruppo di appassionati locali capitanati da Ennio Dallara, Romano Meggi, Giuseppe Dalla Chiesa, dal sindaco Giorgio Bonzani e dall’ingegner Giampaolo Dallara; il tracciato originale il cui asfalto viene steso dall’impresa di Ennio Dallara con il coinvolgimento di diversi camionisti della zona, misura 550 metri e, a parte una piccola variante sul lato nord, in pratica delimitava il campo da calcio del comunale.
Nonostante il dissenso di una parte della popolazione che al tempo organizzò anche una “lenzuolata” di protesta, lo sviluppo proseguì nel 1971 con un primo allungamento del tracciato che fu portato alla lunghezza di 1200 metri.
Nel frattempo l’autodromo venne intitolato a San Cristoforo e, nell’estate dello stesso anno, il circuito fu utilizzato anche della Ferrari con una delle 312 B di Formula 1 guidata da Jacky Ickx. Proprio il Campione Belga,dopo aver inanellato alcuni giri, sbagliò la frenata uscendo di pista nella curva a gomito nei pressi del ponte, curva che da quel momento viene intitolata proprio all’asso belga.
Nel 1972 si realizzò un ulteriore allungamento del rettilineo con lo spostamento in avanti della “Parabolica” ed il nuovo tracciato fu inaugurato il 26 marzo con il primo Trofeo Automobile Club Parma; ovviamente le infrastrutture erano ancora carenti ed i cronometristi dovevano trovare posto su un carro agricolo al bordo dell’asfalto.

Una delle date indimenticabili per l’autodromo fu sicuramente quella del 2 giugno 1976, quando per raccogliere fondi da destinare al Friuli, colpito da un terribile sisma, l’Alfa Romeo e il settimanale Autosprint organizzarono una sfida fra i più famosi piloti di Formula 1 tra i quali Niki Lauda, Clay Regazzoni, Emerson Fittipaldi, Depailler, Schekter ed altri ancora danno spettacolo con le Alfa Sud dell’omonimo trofeo.

Nel 1983 la denominazione ufficiale del circuito lasciò il posto al nome “Autodromo Riccardo Paletti”, ed il circuito fu intitolato al giovane pilota di Formula 1, cresciuto agonisticamente proprio a Varano, che aveva perso la vita nel Gran Premio di Canada.
A partire dal 1991 l’ex pilota di Formula 1 Andrea De Adamich ha istituito in via permanente proprio a Varano il Centro Internazionale di Guida Sicura Dorado che organizza periodicamente corsi con automobili Alfa Romeo e Maserati.

Varano

Munari Agostini Lauda Molinari nella Gara per il Friuli – Ph. Autodromo Varano

Un’altra data da segnalare è quella del 22 febbraio 2002 quando viene ufficialmente aperto il nuovo tracciato che dai 1800 metri passa a 2375.
Nel corso degli anni la pista viene ulteriormente modificata, assumendo così l’aspetto di oggi con il tracciato di 2350 metri di lunghezza, crescendo costantemente sia a livello di infrastrutture con l’adeguamento del paddock, la costruzione di una palazzina per gli uffici e la sala stampa, dei box e del ristorante, sia a livello di sicurezza con lavori che hanno permesso l’ottenimento della licenza internazionale FIA.

Varano

Giacomo Agostini e Luca Cadalora ad ASI2008 – Ph. Autodromo Varano

L’Autodromo Riccado Paletti di Varano de’ Melegari è stato, ed è tuttora palestra e primo palcoscenico per tanti giovani piloti diventati in seguito affermati campioni come Alessandro Zanardi, Giancarlo Fisichella, Alessandro Nannini, Luca Badoer e l’attuale pilota della Ferrari F1 Kimi Raikkonen, senza dimenticare due campioni del mondo come Jacques Villenueve, che mosse proprio a Varano i primi passi in Formula 3, e Valentino Rossi che fu fedelissimo frequentatore del circuito in giovanissima età.

Il Circuito dell’Autodromo Riccardo Paletti di Varano de’ Melegari

Varano

L’attuale Circuito di Varano de’ Melegari – Ph- Autodromo Varano

Il Circuito Riccardo Paletti di Varano de Melegari oggi viene percorso in senso antiorario e conta 2.350 metri di lunghezza nella sua versione lunga e 1.640 m nella versione Short Track; ha un rettilineo non molto lungo di circa 460m e si snoda lungo un totale 14 curve, di cui 6 a destra e 8 a sinistra. Può ospitare circa 4.000 spettatori e può essere adattato per gare di Rally e Supermotard. Per tutti coloro che vogliono provare l’ebbrezza di girare all’interno dell’Autodromo di Varano è disponibile la Pista di Kart  insieme con la possibilità di prenotare sessioni di prove libere secondo le disponibilità presenti in Calendario.
Per tutti coloro che invece vogliono assistere alle gare ufficiali organizzate dell’Autodromo, consigliamo di consultare il calendario completo presente sul sito web ufficiale.

Come raggiungere l’Autodromo Riccado Paletti di Varano de’ Melegari

L’autodromo di Varano  è ubicato in Via Strada per Fosio, 1 43040 Varano de’ Melegari (Parma) è può essere raggiunto:

In Auto
Dalla Autostrada A1 prendere l’uscita verso La Spezia/Parma Ovest verso E33 Autostrada della Cisa.
Dalla E33 prendere uscita verso Fornovo e poi seguire SP28 fino a Varano de’ Melegari.

In Treno
Treno Regionale Trenitalia dalla Stazione di Parma, direzione Varano de’ Melegari.

In Bus
Da Parma prendere il Bus TEP per Varano de’ Melegari

Contatti
Tel.: 0525.551211
Mail: autodromo@varano.it

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web

2 commenti

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *