Le 5 mostre da non perdere tra febbraio e giugno in EmiliaRomagna

 | 

Le 5 mostre da non perdere tra febbraio e giugno in EmiliaRomagna


Tempo stimato di lettura: 1 minuto

Dopo l’intenso week-end artistico che ha avvolto Bologna con le esibizioni di ArteFiera e ArtCityWhiteNight, qui a TER siamo entusiasti di portare avanti il tema dell’arte e questa settimana lo faremo parlando di musei.
Ecco quindi che abbiamo selezionato i 5 appuntamenti imperdibili dei prossimi mesi che si terranno nel nostro favoloso territorio. Segnateli sull’agenda!

Vermeer-The Gir lWith The Pearl Earring 1665

LA RAGAZZA CON L’ORECCHINO DI PERLA. Il mito della Golden Age, da Vermeer a Rembrandt, capolavori dal Mauritshuis” sarà esposto al Palazzo Fava di Bologna dall’ 8 febbraio al 25 maggio. Questa sarà l’unica occasione di ammirare la bellezza dell’opera di Vermeer in Europa.

Il capolavoro di espressione incanta e ci trasporta in un evocativo viaggio tra il mistero e l’innocenza. Per assicurarvi un posto tra le fila dell’esposizione affrettatevi a prenotare, biglietti ancora disponibili sul sito di GenusBononiae.

Il museo inoltre, per l’inaugurazione, rimarrà aperto fino alle 2 di notte.

matisse-Nudo seduto di spalle 1917

HENRI MATISSE, la figura.La forza della linea, l’emozione del colore”: Palazzo dei Diamanti a Ferrara dal 22 febbraio al 15 giugno.

L’esposizione si concentra sull’interpretazione della figura, ossessione di Matisse, attraverso la quale esprime il sentimento della vita. Sovvertendo i canoni tradizionali dell’estetica l’artista ci regala una visione astratta del corpo, con i suoi colori e le sue sagome unisce emozione e semplicità.

La mostra è aperta tutti i giorni ad orario continuato.

Escher-Giorno-e-notte-1938

L’ENIGMA ESCHER. Paradossi grafici tra arte e geometria”: a Palazzo Magnani a ReggioEmilia fino al 23 marzo.

Escher risponde con le sue opere geometriche alla ricerca di un equilibrio, i mondi che ci propone sono ordinati da linee e forme in un gioco multidimensionale di spazi.

Prenotate una visita guidata, in programma ogni sabato e domenica ore 16.00 e perdetevi nel labirinto emozionale del grande artista del ‘900.

 affreschi-

L’INCANTO DELL’AFFRESCO. Capolavori strappati da Pompei a Giotto da Correggio a Tiepolo”: al MAR-Museo D’Arte della città di Ravenna dal 16 febbraio al 15 giugno.

A Ravenna si ripercorre la storia, il sapore dell’antico, delle testimonianze artistiche della pittura che si fonde con l’architettura. In un sapiente lavoro di restauro arrivano gli affreschi dei grandi maestri dal ‘500 agli anni settanta del ‘900. Un viaggio nell’arte che vale il biglietto.

Attenzione però lunedì il museo è chiuso.

Boldini-l signora in rosa 1916

LIBERTY, uno stile per l’Italia moderna”: ai Musei San Domenico a Forlì dall’1 febbraio al 15 giugno.

Lo stile floreale del Liberty si è espresso non solo nelle conosciute arti decorative, ma anche nella pittura, ricalcando l’estetica di un’epoca, di bellezza e speranza. Un nuovo stile e un nuovo gusto si impongono nell’ideale ricerca di lontani modelli rinascimentali.

L’ambizione della mostra è di portare in scena l’Art Nouveau locale, tutte le testimonianze del Liberty nel territorio dell’EmiliaRomagna. Lasciatevi trasportare dalla raffinatezza senza tempo dei dipinti e ricordate che a partire dal 6 marzo, tutti i giovedì alle ore 16.30 c’è la visita guidata alla mostra.

Lascia un commento anche tu!

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *