[LetteraTER]: la letteratura collettiva di TER

 | 

[LetteraTER]: la letteratura collettiva di TER


Tempo stimato di lettura: 2 minuti

E’ da un po’ che ci pensiamo ed ogni tanto vi abbiamo anche sollecitato tramite il nostro account Twitter. Oggi vogliamo proporvi un esperimento particolare, una di quelle idee che ogni tanto ci saltano in mente. Si chiama [LetteraTER] ed è il tentativo di una riscrittura condivisa di un testo letterario nell’ambiente di Twitter e dei social network. Lo spunto lo abbiamo preso dall’esperienza di quelli di Twitteratura, che ci lavorano già da un po’, e abbiamo intenzione di declinarlo nel nostro modo e con un riferimento spaziale ben preciso, l’Emilia Romagna.

Cos’è [LetteraTER]?
Innanzitutto non è una nuova letteratura, ma potremmo definirlo un nuovo approccio alle opere letterarie. Fare della Twitteratura non è ri-scrivere un libro, quanto piuttosto portare alla luce, in uno spazio condiviso come quello di un social network, quella rete di connessioni immaginarie, sensazioni e relazioni che il testo suggerisce ad ognuno di noi.
Ci spieghiamo meglio: si prende un libro e si cerca di “trasportarlo” nell’ ambiente aperto dei social network, raccogliendo in un luogo digitale le suggestioni di altri membri/lettori delle community. Immagini, musiche, video, suggestioni, emozioni o percezioni, tutto può concorrere a [LetteraTER], la quale non ha regole ben precise, se non il derivare comune dal testo letterario proposto.

Nei giorni scorsi vi abbiamo chiesto di indicarci alcuni titoli ed autori emiliano-romagnoli, con il preciso intento di raccoglierli, scremarli e riproporveli per una scelta collettiva. Sperando infatti nel vostro contributo, non potevamo che partire da una scelta condivisa.

Dal momento della pubblicazione avrete pochi giorni per votare il vostro titolo preferito nella lista che ci avete segnalato. Finito il periodo di votazione procederemo alla trasposizione digitale del testo, secondo un calendario ed orari ben precisi che saranno resi pubblici. Durante il racconto le uniche regole che dovrete osservare saranno una certa aderenza al contenuto del testo proposto e il libero gioco delle associazioni dell’immaginazione.

Alla fine di ogni capitolo del libro, creeremo un testo digitale che contenga tutti i vostri contributi, e lo stesso faremo per il libro completo, in modo che al testo letterario vengano affiancati i vostri contributi, in un esperimento di aumento continuo del’opera originale.

Perché [LetteraTER]?
Crediamo che lavorare intorno a scrittori e libri ambientati in Emilia Romagna ci aiuti a ritrovare lo spessore storico-letterario dei luoghi. Un “volume” che le modificazioni urbane e sociali ci hanno sottratto, ma che è ancora tutto li, all’interno di quelle mura o abitudini sociali.  Secondariamente perché crediamo che questo tipo di “esperimenti” (non abbiamo certo la presunzione di forgiare nuovi filoni letterari) possano ricreare, anche sui social network, quell’ambiente familiare in cui poter conversare tranquillamente tra amici.

Ma è anche in lingua?

Certo, [LetteraTER] ha anche un fratello che parla inglese, si chiama [ERTstory] e racconterà sul web il “Viaggio in Italia” di Johann Wolfgang Goethe. Modalità e finalità saranno le stesse del suo omonimo italiano, ma il range di azione sarà più grande e prenderà in considerazione il viaggio dell’intellettuale tedesco dalla sua entrata in italia fino alla città di Firenze.

Nel momento in cui abbiamo pensato a [LetteraTER],  non potevamo non pensare anche ad una versione inglese. E’ nato cosi [ERTstory] che, con le stesse modalità e obbiettivi del suo fratello italiano, tenterà la ri-scrittura del “Viaggio in Italia” di Johann Wolfgang Goethe. Dalla fine del mese di maggio una volta la settimana, dalle ore 15 alle ore 16.30 l’account Twitter di @ERTourism tenterà la ri-scrittura collettiva, ed in lingua inglese, del diario di viaggio del letterato tedesco.

Dal Trentino fino a Firenze, passando per Venezia, Ferrara e Bologna seguiremo il viaggio di Goethe cercando di condensare in pochi tweet le sue impressioni e considerazioni.  Se parlate inglese e volete partecipare a questo grande esperimento di riscrittura collettiva di un grande classico del viaggio, sintonizzatevi martedì 27 maggio dalle 15 alle 16.30 sull’hashtag #ERTstory e partecipate con le vostre impressioni, foto e musiche.

 

Qualcuno una volta ha detto che un testo, o un opera scritta, cessa di essere esclusiva proprietà dell’autore, e diventa patrimonio dei lettori, una volta data alle stampe. Ecco, noi vorremmo che questo patrimonio collettivo potesse essere partecipato e letto dal maggior numero di persone… anche se sappiamo che in questo momento qualche scrittore ci sta maledicendo dai tasti della sua tastiera.

Autore:

Esploratore e Avventuriero: ama navigare gli oceani, scalare le montagne più alte e surfare sulle onde del web